Unione Sarda – TodoStartup con i migliori talenti sardi

Da L’unione Sarda del 20 Novembre 2011 “TodoStartup con i migliori talenti sardi” di Caterina Fiori
ALGHERO. Una trentina di idee-progetto per la prima “palestra” imprenditoriale dell’Isola
 
C’è chi ha inventato un chiosco sostenibile per la somministrazione di succhi di frutta a chilometri zero, chi propone un nuovo socialnetwork che interagisce con i diversi stati d’animo dell’utente e, ancora, chi immagina una vetrina multilingue, interattiva e touchscreen, per fare shopping consapevole.
NUOVE IDEE Sono solo alcune delle idee nate nell’ambito di TodoStartup, l’evento organizzato dall’associazione Sardegna2.0 e che ha riunito i migliori talenti dell’Isola per un’intera giornata dedicata a formazione imprenditoriale, sviluppo di progetti di business su gruppi di lavoro e valutazione da parte di un team di esperti. «L’obiettivo era riuscire a mettere in piedi la prima palestra imprenditoriale della Sardegna – ha spiegato il presidente dell’associazione Marcello Orizi – e far fruttare la creatività dei suoi giovani talenti».
STARTUP SCHOOL Una trentina le idee-progetto approdate sul sito internet http://www.sardegna20.com, tra queste ne son state selezionate sette. I protagonisti, giovani arrivati da ogni parte dell’Isola e dell’Italia, hanno potuto partecipare a una sessione di startup school con esperti di scouting imprenditoriale. Ieri mattina, per esempio, Anna Amati di Meta Group, ha tenuto una lezione sui concetti fondamentali che una startup deve tenere bene a mente prima di affrontare la stesura di un business plan. Subito dopo si è dato il via al lavoro ai tavoli.
IMPRESA E AMBIENTE Francesca Lussu, ingegnere ambientale di origini sarde, ha lanciato l’idea di un chiosco a pannelli solari per la produzione di succhi di frutta. Gabriele Del Curto, invece, algherese di 28 anni, della società di web e comunicazione Mentefredda, ha proposto “Ifmood”, un network che promette di mettere in contatto clienti ed esercenti in base allo stato d’animo. «Che tu ti senta folle o romantico – ha raccontato l’autore – con un colpo di mouse potrai accedere a una serie di proposte adatte all’umore del momento».
VETRINA MULTILINGUE Interessante anche la vetrina multilingue di Massimo Loi, cagliaritano di 31 anni, laureato in Economia aziendale. «Per supportare le attività commerciali con un servizio che consente la presentazione in diverse lingue dei prodotti esposti in vetrina». Per dare forza ai progetti è necessaria la consulenza di esperti informatici, professionisti del marketing, grafici, economisti e ingegneri. «È un incontro tra persone competenti ciascuna per il proprio settore – ha spiegato Orizi – e che insieme sono in grado di trasformare l’idea in business». Al termine della giornata spazio al question time e alla valutazione finale da parte degli esperti: ospiti d’eccezione Mario Mariani (The Net Value), Alessandro Vannucci (Idooo) e Andrea Caddeo (Zernike Meta Ventures).
Caterina Fiori
Questa voce è stata pubblicata in Imprese, imprese innovative, Innovazione, Porto Conte Ricerche, Sardegna 2.0, Sassari, Start Up, Unione Sarda e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.