Veranu accede al programma di accelerazione di Next Energy

La startup sarda è stata selezionata tra le 10 migliori che operano nell’ambito dell’innovazione nell’energia elettrica e si prepara a partecipare al programma di empowerment imprenditoriale e di accelerazione

Veranu, la neonata startup che opera nel settore delle energie rinnovabili, ha superato la seconda fase del Next Energy Program durante gli “Innovation Days” che si sono tenuti a Milano il 22 e 23 settembre presso la Cariplo Factory, Via Bergognone 34.

Il programma promosso da Terna e Fondazione Cariplo, realizzato da Cariplo Factory in collaborazione con PoliHub e dal Campus di Terna, ha l’obiettivo di promuovere la valorizzazione dei talenti, sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in ambiti attinenti al sistema elettrico e contribuire concretamente alla crescita economica del Paese.

Veranu si è posizionata tra i 10 migliori team su oltre 200 domande pervenute da tutta Europa ed ora parteciperà al programma di empowerment imprenditoriale e di accelerazione della durata di 6 mesi, coordinato da PoliHub. Al termine del programma, i 10 progetti selezionati verranno presentati a una Giuria che selezionerà i migliori 3, che otterranno dei voucher da utilizzare per lo sviluppo del progetto, del valore rispettivamente di € 50.000 al primo classificato, € 30.000 al secondo classificato e € 20.000 al terzo classificato.

Alessio Calcagni, CEO di Veranu ha detto “Abbiamo presentato con il solito entusiasmo che ci contraddistingue la nostra mattonella Veranu, portando al PoliHub e di fronte i vertici di Terna, Cariplo Factory e il Politecnico la nostra filosofia green”. Una filosofia che concepisce il pavimento, non più visto come oggetto passivo, ma come strumento attivo in grado di generare energia pulita semplicemente passeggiandoci sopra. Un gesto semplice che parte dall’individuo e che hanno un’utilità collettiva, tangibile per tutti. Il numero uno della startup ha aggiunto “è stata una bellissima esperienza in un ambiente giovane dinamico. Una buona occasione per fare networking e conoscere altre realtà imprenditoriali che come Veranu mirano a dare un contributo alle nostre società. Cogliamo l’occasione per ringraziare gli organizzatori e soprattutto Cariplo Factory che ci ha ospitato in questa due giorni”.

Veranu ha sede a Capoterra, presso l’incubatore Clhub, in Via Cagliari, 215.

Ulteriori informazioni
http://www.veranu.eu

Pubblicato in Uncategorized, Veranu | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Il bastone hi-tech vince “TechCare”,il primo bootcampper migliorare la vita delle persone che vivono con la sclerosi multipla

Cinque idee da cinque team dipersone con sclerosi multipla,medici, infermieri,caregiver estartupper. E tra queste l’idea vincente, quella di un supporto per la deambulazione tecnologicamente avanzato e di design.
A Genova, viaggio nelle idee di innovazione che rispondono ai bisogni
di chi vive con sclerosi multipla.

Un viaggio tra app di geolocalizzazione, wereable hi-tech e piattaforme di sharing: le idee del primo bootcamp “TechCare: dalla cura al prendersi cura” raccontano una tecnologia tascabile, da indossare, che permette maggiore accessibilità e inclusività.

https://i1.wp.com/img.musvc2.net/static/35799/documenti/6/ListDocuments/IMG2_il%20gruppo%20vincitore.jpgQuesto il senso del primo bootcampin Italia che ha visto lavorare insiemepersone con sclerosi multipla, medici e infermieri, caregiver, startupper e innovatori.Perché non ci sono solo diagnosi e terapia per le persone con sclerosi multipla, ma anche ascolto e soluzioni per migliorare le loro condizioni di vita quotidiana, anche grazie alle tecnologie.TechCare è stato promosso da
Sanofi Genzyme insieme a Talent Garden, piattaforma fisica per i talenti del digitale, e insieme adAISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla).

Cinque idee hi-tech per la sclerosi multipla

C’è il weareble hi-tech che misura il battito cardiaco, monitora lo stile di vita, l’ingerimento di liquidi e la dieta alimentare, prevenendo le incontinenze urinarie. E in più geolocalizza i servizi igienici pubblici più vicini. C’è l’app delle barriere architettoniche, che selezionale strutture turistiche e mediche nelmondo attente alla disabilità. C’è la feature da integrare in Google Maps che permette alle persone con sclerosi multipla di scegliere il percorso a piedi più accessibile e di condividerlo con potenziali compagni di viaggio. C’è poi l’appdi geolocalizzazione che consente di ricevere consigli utili da altri utenti connessi che hanno bisogni simili: il tutto per una migliore mobilità.

E poi c’è il progetto vincente: un bastone-deambulatore tecnologico che dialoga con lo smartphone della persona con sclerosi multipla, leggela temperatura climatica, ricorda i farmaci da prendere e può effettuarechiamate di emergenza. E ancora, sta in piedi da solo, è solido e sicuro, caratteristica più importante per le persone con sclerosi multipla ed è discreto.

Al teamvincitore una serie di servizi erogati da Talent Garden e la possibilità per gli startupper di partecipare alla Maker Faire di Roma, evento sull’innovazione in programma dal 14 al 16 ottobre.

Tutte le idee saranno poi inserite nella piattaforma online della campagna europea “The World Vs.MS”, promossa da Sanofi Genzyme.

Idee in rete: il programma di TechCare

Una vera e propria maratona sull’innovazione nella salute. TechCare è stato arricchito dagli interventi di innovatori, visionari, persone dalle idee geniali declinate con le tecnologie digitali: online sul canale YouTube di Sanofi Italia, l’intervento di Alessandro Rimassa, TAG Innovation School, del social-farmacista Edoardo Schenardi e di Laura Rossi, 33 anni, studentessa dottoranda in tecniche radiologiche e paziente oncologica da un anno e mezzo. Dopo la diagnosi di linfoma di Hodgkin ha pensato di creare l’app H-Maps per orientare i pazienti nel percorso di cura. Sempre in rete il saluto introduttivo di Enrico Piccinini, General Manager di Sanofi Genzyme Italia e Malta, e di Paola Lustro dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM). Online anche la premiazione dell’evento. Rivivi l’evento con lo storify interattivo.

Dalla “fotografia” del vissuto dei pazienti alla call for ideas

Tech Care è partito dalla ricerca “Vs.MS”,ricerca che ha coinvolto oltre 1.000 persone con SM recidivante (SMR) e circa 600 caregivers in 7 Paesi nel mondo: Stati Uniti, Canada, Francia, Italia, Spagna, Regno Unito, Australia. La ricerca è stata realizzata da Sanofi Genzyme con il contributo e la guida di un comitato scientifico composto dai principali neurologi del mondo.

L’indagine ha indagato diversi ambiti, tra cui la sfera lavorativa, le relazioni interpersonali e l’intimità, le capacità cognitive, i sintomi fisici e il carico emotivo sui caregiver. I risultati rivelano l’elevato impatto della malattia nella vita di tutti i giorni, anche di chi si prende cura delle persone che sono affette dalla malattia:1 persona con sclerosi multipla su 2 si sente limitata da depressione e ansia, 1 su 3 si isola per mantenere la propria malattia nascosta. E ancora, il 53% delle persone con sclerosi multipla ritiene che i problemi legati alla memoria creino enormi difficoltà quotidiane, più del 40% evita di parlarne e non riesce a dedicarsi ai lavori domestici perché troppo affaticato.

Dal paziente a chi è vicino al paziente: 1 persona su 2 che ha una relazione con una persona con sclerosi multipla riferisce che la malattia ha avuto un forte impatto sulla vita sessuale, 1 caregiver su 2 non parla della paura legata alla progressione della sclerosi multipla sulla persona che assiste e ritiene che occuparsi di una persona con SM sia la più grande preoccupazione della propria vita

Pubblicato in Innovazione, Uncategorized | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Il 22 e 23 settembre Veranu partecipa agli Innovation Days

La startup sarda è stata selezionata tra le 20 migliori che operano nell’ambito dell’innovazione nell’energia elettrica e si prepara a partecipare alla secondo round selettivo per il Next Energy Program

Risultati immagini per veranuVeranu, la neonata startup che opera nel settore delle energie rinnovabili, è stata selezionata per partecipare agli “Innovation Days” che si terranno a Milano il 22 e 23 settembre presso la Cariplo Factory, Via Bergognone 34, nell’ambito del programma Next Energy. Il un programma promosso da Terna e Fondazione Cariplo, realizzato da Cariplo Factory in collaborazione con PoliHub e dal Campus di Terna, per promuovere la valorizzazione dei talenti, sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in ambiti attinenti al sistema elettrico e contribuire concretamente alla crescita economica del Paese.

Veranu si è posizionata tra i 20 migliori team su oltre 200 domande pervenute da tutta Europa che si contenderanno l’accesso al programma di empowerment imprenditoriale e di accelerazione della durata di 6 mesi, coordinato da PoliHub.

Al termine del programma, i 10 progetti selezionati verranno presentati a una Giuria che selezionerà i migliori 3, che otterranno dei voucher da utilizzare per lo sviluppo del progetto, del valore rispettivamente di € 50.000 al primo classificato, € 30.000 al secondo classificato e € 20.000 al terzo classificato.

La startup, nata a luglio del 2016, presenterà una mattonella innovativa che ha l’obiettivo di creare nuovi stili di vita sostenibili che partono direttamente dalle persone, dai loro passi. Una mattonella 2.0 in grado di generare energia elettrica camminandoci sopra.

Alessio Calcagni, CEO di Veranu ha detto “vediamo l’innovazione come l’atto conclusivo di un processo che parte dalle persone. Un percorso che ha inizio nell’individuo e viene messo a servizio della collettività attraverso azioni concrete. Attività che ci toccano quotidianamente e che ci hanno portato a riflettere sul fatto che le nostre azioni individuali hanno una connessione con le azioni di tutta la collettività“. Ha aggiunto “Siamo felici che Veranu sia stata selezionata per gli Innovation Days e porteremo tutta la nostra voglia di Innovare oltre l’Isola con il nostro progetto

Un nuovo modo di concepire il pavimento, non più visto come oggetto passivo, ma come strumento attivo in grado di generare energia pulita semplicemente passeggiandoci sopra. Un gesto semplice che parte dall’individuo e che hanno un’utilità collettiva, tangibile per tutti.

Il progetto nasce nel 2012 dalla tesi di laurea specialistica in ingegneria elettronica di Alessio Calcagni, che ha avuto modo di fare presso il DEALAB, il Laboratorio di Dispositivi Elettronici Avanzati dell’ateneo Cagliaritano, diretto dalla prof.ssa Annalisa Bonfiglio e dal dott. Ing. Piero Cosseddu.

Un’idea che è stata condivisa da Alessio Calcagni prima con gli amici degli anni dell’università che con lui hanno condiviso gioie e dolori: Simone Mastrogiacomo e Giorgio Leoni. L’idea di un singolo è diventata l’idea di un team di persone accresciuta in ogni sua parte ed in ogni suo aspetto.

Da Luglio 2016, all’atto della costituzione societaria, si sono aggiunti al team iniziale Giovanni Sanna nel ruolo di CFO ­ Chief Financial Officer, e Damiano Congedo come CCO ­ Chief Communications Officer. Simone Mastrogiacomo ha assunto il ruolo di COO ­ Chief Operating Officer, e Giorgio Leoni, quello di CTO ­ Chief Technical Officer.

Conclude Alessio Calcagni “La mattonella, il pavimento ed il camminare sono scuse per parlare di noi stessi e del rapporto tra le persone“.

Veranu ha sede a Capoterra, presso l’incubatore Clhub, in Via Cagliari, 215.

Pubblicato in eventi, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Expert System prosegue l’espansione in USA: nuova partnership per offrire innovative soluzioni di cognitive computing a supporto di compliance e antiricilaggio

L’accordo, stipulato con l’azienda specializzata in AML (Anti Money Laundering) NominoData, prevede l’impiego dell’intelligenza artificiale di Cogito nell’analisi dei big data e nella text analytics per migliorare la gestione del rischio

Risultati immagini per expert system Expert System, società leader nello sviluppo di software semantici per la gestione strategica delle informazioni e dei big data, ha stipulato una partnership strategica con NominoData LLC, società statunitense dedicata all’offerta di soluzioni per la gestione dei problemi aziendali legati a identità e reputazione, rischio e compliance.

L’accordo prevede la combinazione della profonda esperienza di NominoData nella copertura dei rischi (dalla gestione dei rischi operativi alla prevenzione e all’indentificazione delle frodi, all’anti money laundering) con le soluzioni di intelligenza artificiale di Expert System ideate per supportare le organizzazioni a migliorare i processi decisionali. L’arricchimento dell’offerta di Expert System con i dati messi a disposizione da NominoData consentirà ad entrambe le aziende di rafforzare il posizionamento non solo nel mercato creditizio e assicurativo ma anche al di fuori dell’ambito finanziario.

Robert A. Goldfinger, Presidente di NominoData LLC, ha così commentato: “L’integrazione della piattaforma di Expert System con i dati messi a disposizione da NominoData rafforzerà la capacità dei nostri clienti di mitigare il rischio attraverso l’intelligence dalle fonti aperte. Nell’ambito della gestione del rischio, infatti, l’identificazione di informazioni rilevanti su individui ed entità può consentire ad analisti e investigatori non solo di soddisfare i requisiti normativi, ma di sviluppare anche opportunità di avanzamenti e miglioramenti operativi.”

L’offerta delle due aziende farà leva sull’impiego di un esteso set di dati, tra cui: notizie negative, rilevanti per la gestione del rischio, provenienti da fonti aperte (stampa, fonti governative, blog, ecc.); database con informazioni su persone esposte in ambito politico (PEP data, Politically Exposed Person – data); disposizioni governative e watch list provenienti non solo dagli USA ma da tutto il mondo; informazioni sul business dei 24 stati americani in cui è stato legalizzato il mercato della marijuana; tabelle con cap, nomi di città e paesi in aree geografiche considerate ad alta densità criminale o legate al traffico di droga (HIFCA, High Intensity Financial Crimes Area HIDTA data; High Intensity Drug Traffic Area); un ampio insieme di varianti di nomi; e i file dei Panama Papers con oltre 150K di informazioni su persone listate nei documenti.

“Siamo soddisfatti della nostra partnership con NominoData”, ha dichiarato Bryan Bell, EVP, Market Development della sussidiaria americana del Gruppo Expert System dedicata al settore delle aziende private. “Unendo le potenzialità del cognitive computing di Expert System nell’analisi dei big data con il ricco patrimonio di dati di NominoData, potremo offrire soluzioni innovative e molto produttive a supporto della mitigazione dei rischi.”

Expert System e NominoData presenteranno l’offerta congiunta nel corso del più importante evento mondiale dedicato ad antiriciclaggio e criminalità finanziaria (ACAMS 15th Annual AML & Financial Crime Conference, Las Vegas, 26 – 28 settembre 2016).

Pubblicato in Expert System, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Un modello win-win per editori musicali e publisher digitali: SingRing, servizio di Digital Bees, crea valore aggiunto per la musica online

SingRing, startup nata nel 2009, servizio nel portafoglio di Digital Bees, lancia un servizio che offre contenuti legali per i new media. Una piattaforma tecnologica aperta, unica in Europa, basata su un ampio database – sempre aggiornato – di audio visivi, lyrics, tracce vocali e basi strumentali sincronizzate all cleared.

Creiamo valore mettendo a disposizione dei publisher digitali le lyrics arricchendo i loro siti anche attraverso karaoke, applicazioni e widget” – sottolinea Barbara Bontempi, CEO di DigitalBees con una decennale esperienza nel settore digitale, che continua – “la start up che dirigo dal 2014 è proprietaria del servizio SingRing, un network musicale cross editoriale che dà ai publisher digitali e agli editori musicali la possibilità di trarre valore aggiunto dall’utilizzo di lyrics e agli inserzionisti l’opportunità di raggiungere un target molto specifico e verticale. La nostra piattaforma premium è completamente integrabile con i sistemi di gestione editoriale e offre agli utenti un’esperienza nuova grazie ai contenuti di qualità che possono trovare sui siti partner”.

Digital Bees ha così sviluppato per SingRing una piattaforma tecnologica proprietaria, basata su un ampio database costantemente aggiornato. Tutti i contenuti di SingRing, grazie agli accordi raggiunti con gli editori musicali – per i testi delle canzoni – possono essere pubblicati e distribuiti su web, mobile e Smart TV in maniera totalmente legale. SingRing offre solo contenuti ufficiali e di alta qualità per i publisher digitali, integrandoli in maniera del tutto contestuale, semplice e in tempo reale in ogni sito partner. Se un sito pubblica notizie di musica e artisti, in quella stessa pagina potranno essere inseriti tutti i contenuti relativi a quel particolare argomento grazie alla tecnologia Digital Bees.

Copyright & music.Abbiamo stipulato accordi con i principali player internazionali –cito ad esempio Warner Chappel, tra i partner continuativi– oltre che con i più importanti editori italiani tra i quali Sugarmusic, Edizioni Curci e SoleLuna– sottolinea Bontempi, che chiarisce –“Molti non sanno che i testi delle canzoni sono protetti dal diritto d’autore e che pubblicare parte del testo o l’intera lirica è potenzialmente illegale, perché si tratta di contenuti soggetti a copyright. SingRing ha così contattato gli editori musicali, acquistando regolarmente i diritti (sublicenza o diritti di pubblicazione) contribuendo alla nascita un mercato legale delle lyrics online”.

In particolare, nella nuova offerta di servizi SingRing, DigitalBees ha implementato un team editoriale il cui scopo è garantire al mercato la corretta elaborazione delle attribuzioni; la partnership con SingRing, quindi, consente agli editori musicali di affidarsi a un processo puntuale di popolazione del database lyrics all cleared che, implementato tramite l’esclusiva piattaforma tecnologica, viene garantito in termini di gestione e tracciabilità. Tutto questo fa compiere un passo avanti verso il controllo del mercato digitale della musica: in sintesi SingRing consente di vivere legalmente le emozioni della musica su tutte le piattaforme digitali.

Pubblicato in Digital Magics, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Prestigioso riconoscimento della NASA ad un giovane ricercatore INAF-OAC

Risultati immagini per Matteo BachettiMatteo Bachetti, ricercatore dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari INAF-OAC, è stato insignito di un prestigioso premio da parte della NASA per “Eccezionali risultati in ambito scientifico”, grazie alla sua ormai “famosa” scoperta sulla stella pulsar più luminosa, risalente al 2014.

Questione di pulsar. Questo tipo di stelle dal magnetismo velocissimo e sfuggente è il “terreno di caccia” in cui sono specializzati numerosi astronomi dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari.

Fra questi, il giovanissimo Matteo Bachetti, classe 1981, si è ultimamente distinto per aver partecipato ad un importante studio appena pubblicato sulla pulsar più lenta finora scoperta.

Non si erano ancora spenti gli echi di questa notizia ed ecco che, per lo stesso ricercatore, arriva un riconoscimento di enorme prestigio.

Matteo è infatti ricevuto, senza alcun preavviso informatico, una lettera direttamente dagli Stati Uniti. Veniva dalla NASA.

Fin qui niente di strano, Matteo è già abituato da anni a collaborare con i colleghi statunitensi, ma stavolta la notizia era davvero seria: gli veniva assegnata una medaglia per aver raggiunto risultati scientifici di eccellenza dentro un progetto NASA (Exceptional Scientific Achievement Medal).

Allora, lì per lì, pur pensando probabilmente in cuor suo di meritare questo riconoscimento, Matteo ha pensato ad uno scherzo di qualche collega buontempone ed è rimasto silenzioso e prudente. Tuttavia le verifiche sono durate poco: la lettera era originale e, per di più, lo invitava alla cerimonia ufficiale del 13 ottobre prossimo a Pasadena, in California, nella sede del Jet Propulsion Laboratory della NASA.

La medaglia vuole premiare il grande lavoro che Matteo Bachetti ha svolto nello sviluppo del satellite NASA Nu-Star ma soprattutto la sua grande intuizione nella scoperta, del 2014, di un’altra importantissima stella, la pulsar più luminosa mai scoperta finora.

Risultati come questo non possono che incoraggiare la fiducia e il sostegno delle istituzioni alla ricerca italiana.

Pubblicato in Osservatorio Astronomico di Cagliari, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

GIOIN il primo network in italia dedicato all’Open Innovation arriva a Napoli il 28 settembre

Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli e Valeria Fascione, Assessore all’Internazionalizzazione, Start up e Innovazione della Regione Campania apriranno il quarto appuntamento del GIOIN, dedicato al tema “L’internet delle cose: come cambia l’interazione fra le persone e gli oggetti”.

Visualizzazione di Logo GIOIN.jpgIl quarto appuntamento del GIOIN (Gasperini Italian Open Innovation Network) – organizzato da Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM) – sbarca a Napoli Mercoledì 28 settembre 2016. GIOIN è il primo network dedicato all’innovazione delle imprese italiane riservato agli imprenditori, ai top manager e ai professionisti.

La tecnologia cambia l’interazione tra persone e cose, dal retail alla domotica fino al settore automotive: quali potenzialità ha l’internet of things, quali gli scenari, i trend e le possibilità di business? Dalle 13:00 startupper, esperti e imprenditori si confronteranno sul tema l’internet delle cose, nella splendida location di Palazzo Caracciolo in Via Carbonara, 112 – Napoli.

Interverranno: Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli, Valeria Fascione, Assessore all’Internazionalizzazione, Start up e Innovazione della Regione Campania, Raffaele Vertucci, Head of CTO/Capability – Land & Naval Defence Electronics – Support & Service Solutions di Leonardo – Finmeccanica, Agostino Santoni, Amministratore Delegato Cisco Italia, Fausto Preste, Fondatore e CEO di GRAMPiT, Alessandro Benedetti, Fondatore e Presidente di Almadom.us, Maria Luisa Cinquerrui, Fondatore e CEO di Smartisland, Fabio Lalli, Co-Fondatore e CEO di IQUII, Davide Parisi, Co-Fondatore e CEO di Evja, Massimo Temporelli, Fondatore e Presidente di The FabLab.

Moderano: Alberto Fioravanti, Fondatore e Presidente Esecutivo Digital Magics, Marco Gay, Vicepresidente Esecutivo di Digital Magics e Layla Pavone, Amministratore Delegato Digital Magics per l’Industry Innovation.

L’evento del 28 settembre è il quarto di 6 appuntamenti di alto profilo per approfondire le opportunità offerte dal paradigma dell’Open Innovation, capire come fare innovazione di processo, prodotti e servizi utilizzando le piattaforme digitali e le tecnologie esterne, ma soprattutto creando sinergie con le startup innovative. L’incontro è focalizzato infatti sulla condivisione di esperienze concrete e di “case history”, che coinvolgono imprenditori e startupper che, seguendo questo modello, stanno mettendo in pratica l’Open Innovation nei loro settori.

GIOIN Gasperini Italian Open Innovation Network – è un’iniziativa di Digital Magics e nasce da un’idea di Enrico Gasperini, Fondatore di Digital Magics e riconosciuto pioniere nell’innovazione, scomparso prematuramente lo scorso novembre. GIOIN, in sostanza, offre alle aziende percorsi di informazione, formazione e condivisione per accedere a strumenti di supporto e stimoli per la ricerca di soluzioni non convenzionali, fondamentali per affrontare la sfida dell’innovazione, migliorare i processi industriali, generare valore e ideare nuovi prodotti e servizi, attraverso le startup innovative digitali. Scopo del GIOIN è formare gli Innovation Officer del futuro all’interno delle imprese.

Per consultare l’agenda dettagliata dell’evento: http://www.gioin.it/it/eventi/linternet-delle-cose/

Per maggiori informazioni e per accreditarsi all’evento: gioin@digitalmagics.com

Pubblicato in Digital Magics, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento