Web Summit 2019, avviso pubblico per startup innovative sarde. Scadenza 29 aprile

Man and Woman Sharing Information Leaflet over Exhibition StandWeb Summit 2019, avviso pubblico per startup innovative sarde che vogliono proporre la propria candidatura per partecipare all’evento europeo dedicato alla tecnologia e all’innovazione digitale
Sardegna Ricerche, in collaborazione con l’Assessorato regionale dell’Industria, promuove la partecipazione di un gruppo di 12 startup innovative sarde al Web Summit 2019, l’evento annuale, europeo, dedicato alla tecnologia e all’innovazione, in programma a Lisbona dal 4 al 7 novembre, che mette in contatto startup e investitori provenienti da tutto il mondo.
Le startup selezionate avranno a disposizione uno spazio espositivo all’interno di un’area dedicata e tre biglietti d’ingresso ciascuna.
Per proporre la propria candidatura è necessario presentare la manifestazione d’interesse a Sardegna Ricerche, entro le ore 12:00 del 29 aprile, seguendo le indicazioni e utilizzando la modulistica scaricabile dal sito, al link: https://buff.ly/2HRsdro.
Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

 

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Innovazione: Protolabs lancia “Cool Idea” e mette a disposizione 60 mila euro per trasformare la propria idea in realtà

Un’idea trasformata in prototipo. E’ quanto si promette di fare il programma di premi annuali da 50.000 sterline (o 58.000 euro) lanciato in tutta Europa da Protolabs, leader mondiale nella produzione di prototipi personalizzati e parti di produzione su richiesta. Nel 2015 vinse anche un’azienda italiana, 2045 TECH, ideatrice del primo e unico “alcoltest da smartphone” affidabile e preciso.

PL-Cool-Idea-Award-logo-300dpiIl premio Cool Idea offre ai candidati di tutta Europa la possibilità di vincere l’aiuto di Protolabs. il più veloce produttore al mondo di prototipi personalizzati e parti di produzione su richiesta, per far decollare le migliori idee brillanti. Protolabs, che dispone di impianti di stampa 3D, lavorazione CNC e stampaggio ad iniezione in tutta Europa, offre ogni anno fino a 50.000 sterline (o 58.000 euro) di servizi di prototipazione e produzione nell’ambito del premio Cool Idea.

“Il premio è stato originariamente istituito dall’azienda nel 2011 per gli Stati Uniti e ha avuto un enorme successo nell’aiutare inventori, imprenditori e piccole aziende a lanciare nuovi prodotti innovativi” ha spiegato Ray Faulkner, uno dei massimi esperti di design e prototipazione di Protolabs.

Il premio mira a scovare tutti quei talenti e quelle idee geniali e innovative che spesso rischiano di restare tali per mancanze di fondi e per le difficoltà connesse all’accesso al credito o al rischio imprenditoriale. Ogni giorno emergono grandi idee di prodotto, ma troppe di queste idee promettenti vengono scartate perché le risorse per lo sviluppo del prodotto sono scarse. Il nostro premio Cool Idea aiuterà a trasformare questi concetti ispiratori in prodotti reali. Il premio può essere utilizzato per costruire prototipi o anche una prima tiratura di produzione e offre a ingegneri e inventori un’enorme opportunità per mostrare all’industria quanto sia grande la loro idea – ha continuato – Il tipo di cose che intendiamo per ‘idea cool’ è semplicemente un prodotto che renderebbe la vita un po’ migliore, più facile, più sicura, più sana, meno frustrante o più divertente – per individui o comunità”.

I premi europei saranno assegnati indipendentemente da quelli americani e saranno suddivisi in quattro sessioni trimestrali per aiutare a sostenere il maggior numero possibile di innovatori sceondo il seguente calendario:
– 1 aprile – 31 maggio
– 1 luglio – 31 agosto
– 1 ottobre – 30 novembre

L’elenco dei giudici per i premi europei sono:
– John Tumelty, ex direttore generale di Protolabs Europe
– Johannes Gartner, proprietario di http://www.3printr.com e http://www.3druck.com
– Catherine Moal, caporedattore di Alliancy Le Mag
– Luca Scarcella, giornalista freelancer e social media expert che collabora con La Stampa (giudice ad interim per il secondo trimestre 2019)

Tra gli scorsi vincitori, anche un’azienda italiana, 2045 TECH che ha vinto la quarta edizione del premio con Floome, il primo etilometro per smartphone attendibile e utilizzabile da tutti, in tutto il mondo. “Il premio consisteva nella realizzazione e fornitura di mille pezzi dei sette diversi componenti che formano Floome, oltre alla consulenza sui migliori materiali da utilizzare e sulla meccanica dei pezzi. Devo dire ancora grazie perché senza Proto Labs non avremmo potuto presentare Floome come prodotto finito già in produzione (e non un suo prototipo) al primo Angel Investor che ci ha permesso di finanziare il primo anno di attività, guadagnando inoltre almeno 4 mesi sul time to market del prodotto rispetto allo stampaggio a iniezione tradizionale” hanno spiegato Fabio Penzo e Marco Barbetta, fondatori dell’azienda.

Per ulteriori informazioni sui criteri di partecipazione ai premi e sulle norme ed i regolamenti aggiuntivi, visitare il sito https://www.protolabs.it/chi-siamo/cool-idea-award/

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Pubblicato in Bandi, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Eni gas e luce con Digital Magics lancia “Smart&Efficient Buildings”: Call for Innovation per startup e PMI per l’efficienza energetica dei condomini

Call Eni gas e luceParte oggi la Call for Innovation Smart&Efficient Buildings di Eni gas e luce, realizzata in collaborazione con Digital Magics, il più importante incubatore di startup digitali “Made in Italy” attivo su tutto il territorio italiano, e rivolta a Startup e PMI innovative che stanno sviluppando prodotti e servizi all’avanguardia nel settore dei condomini per rendere gli edifici più efficienti, autonomi, sicuri e confortevoli per le persone che li abitano.

L’obiettivo della Call for Innovation è invitare Startup e PMI innovative a proporre soluzioni all’avanguardia, facendo leva sia sulle tecnologie di efficienza energetica degli edifici, sia su quelle digitali, per far evolvere l’attuale offerta di Eni gas e luce per l’efficienza energetica dei condomini e permettere alle persone di vivere meglio gli ambienti in cui abitano.

A partire da oggi e fino al 19 maggio, i partecipanti avranno la possibilità di proporre le proprie soluzioni sulla sezione Open Innovation del portale di Eni gas e luce. Sarà possibile inviare la propria candidatura per le seguenti aree di interesse: energy efficiency for a sustainable building; safety and security e digital services for a better living. Tutti dettagli sono disponibili al seguente link https://enigaseluce.com/open-innovation.

I candidati selezionati avranno l’opportunità di presentare le proprie soluzioni innovative a Eni gas e luce, a esperti del network aziendale e al team di specialisti di Digital Magics. I finalisti potranno inoltre entrare a far parte dell’ecosistema dell’innovazione di Eni gas e luce e avere l’opportunità di essere selezionati anche per potenziali collaborazioni e opportunità di business future.

Il nostro Paese persegue infatti un obiettivo importante: la riduzione dei consumi energetici finali del 39,7% entro il 2030, come definito nel Piano Nazionale per l’Energia e il Clima (PNIEC) e il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici gioca un ruolo fondamentale nel concorrere a questo risultato. Basti pensare che il parco immobiliare del nostro paese contribuisce al consumo energetico finale annuo per il 40 % circa e produce circa il 36% delle emissioni annuali di CO2. Inoltre, il 70% degli edifici è stato realizzato antecedentemente alla prima norma per il contenimento del consumo energetico che risale al 1976 (Legge n. 373/1976).

L’iniziativa Smart&Efficient Buildings è quindi perfettamente in linea con la mission di Eni gas e luce che intende trasformare la relazione tra le persone e l’energia, per usarla meno e meglio. Per questo l’azienda da tempo persegue l’obiettivo strategico di evolversi, da fornitore di gas ed energia elettrica a energy advisor del cliente, per accompagnarlo verso un uso più consapevole dell’energia.

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Pubblicato in Bandi, Uncategorized | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Inguscio a Tunisi per la Giornata della ricerca italiana nel mondo

Il presidente del Cnr, presso l’ambasciata d’Italia in Tunisia, sottolinea l’impegno dei ricercatori nel monitoraggio e nel contrasto dell’impatto antropico sull’ambiente, in particolare quello marino, ricordando il problema delle microplastiche e l’importanza della divulgazione come strumento di sensibilizzazione della società

massimo-inguscioIeri lunedì 15 aprile, si è tenuta presso l’ambasciata italiana a Tunisi – come in altre capitali del mondo – alla presenza dell’ambasciatore Lorenzo Fanara, del presidente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) Massimo Inguscio, del ministro tunisino dell’Insegnamento superiore e della ricerca scientifica Slim Khalbous, di ricercatori di entrambi i paesi, la seconda Giornata della ricerca italiana nel mondo, istituita dal Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, d’intesa con il Ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale e con il Ministero della Salute.

“In questa giornata, la cui grande importanza è stata ricordata anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nell’incontro di Tunisi trattiamo il tema dei mutamenti ambientali e climatici provocati dall’uomo nell’attuale epoca, non a caso da alcuni definita come antropocene”, dichiara Inguscio. “Tra i numerosi segni di tale impatto, che vanno dall’uso indiscriminato dei combustibili fossili a quello dei fertilizzanti chimici, dal riscaldamento prodotto dalle emissioni di gas serra all’inquinamento provocato dalla plastica, oggi focalizziamo in particolare quello che incide sull’ambiente marino: il più grande ecosistema del pianeta, considerando che gli oceani occupano i due terzi della sua superficie. Un problema, pertanto, che è più globale di qualunque altro, in particolare per il fenomeno della Plastic Marine Litter (PML), che ormai rappresenta il 75-80% della spazzatura marina solida”.

“Questa è la prima volta che la Giornata della ricerca italiana nel mondo viene celebrata in Tunisia”, ha spiegato l’ambasciatore d’Italia Fanara. “L’Italia e la Tunisia condividono un identico ecosistema, quello mediterraneo, e quindi anche una storia e un futuro che ci accomunano. La presenza del presidente del Cnr ci ricorda del rapporto, ormai di lungo corso, tra la comunità scientifica italiana e quella tunisina. Questa giornata non rappresenta solo un’occasione per festeggiare il talento scientifico italiano nel mondo, ma è anche un nobile modo per sostenere il principio della libertà di critica e di ricerca contro ogni forma di fanatismo e di irresponsabile comportamento nei confronti del nostro pianeta”.

Il presidente Inguscio sottolinea come il ruolo della ricerca scientifica sia nodale per la tutela ambientale. “L’impegno degli Istituti del Cnr è da tempo dedicato a progetti di monitoraggio ambientale di nano, micro e macro plastiche, allo sviluppo di metodologie innovative per la detection ambientale, ad azioni di ricerca per verificare gli effetti sull’ecosistema marino e sull’uomo di questi inquinanti e a progetti per lo sviluppo di nuove tecnologie di cleaning smart. Fra questi, il progetto CLAIM che prevede il recupero energetico dalla plastica rinvenuta in mare mediante un innovativo sistema di pirolizzazione sviluppato da un’azienda italiana e il progetto BLUMed, volto a garantire uno sviluppo sostenibile nel Mediterraneo”.

Il presidente, infine, sottolinea “l’importanza della divulgazione svolta anche grazie alla rete italiana di addetti scientifici e dei ricercatori e ricercatrici nel mondo, come strumento di educazione scientifica e azione di sensibilizzazione tesa a far comprendere la necessità di un cambiamento comportamentale e culturale. Solo in questo modo potremmo cambiare il pericoloso andamento dei processi che stanno investendo il pianeta, l’ambiente, gli oceani, la vita delle persone”.

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Pubblicato in Cnr, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Innovagorà, piazza dei brevetti e dell’innovazione italiana

56835519_608407352937306_2869428020794359808_nDal 6 all’8 maggio 2019 Milano diventa capitale dell’innovazione con InnovAgorà, la ‘piazza’ dei brevetti della ricerca italiana, l’evento nazionale che ha l’obiettivo di far conoscere e valorizzare brevetti e tecnologie nati nel mondo della ricerca pubblica e metterli a disposizione dello sviluppo economico-sociale del Paese.

L’iniziativa è stata presentata oggi in una conferenza stampa ospitata dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, sede dell’evento, a cui hanno partecipato il Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche Massimo Inguscio, il Responsabile Dipartimento Università del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca Giuseppe Valditara, il Direttore Generale del Museo Fiorenzo Marco Galli e Alessandro Bompieri, Direttore Generale News Italy RCS.

Promosso dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, l’evento è organizzato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche insieme al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia e realizzato in collaborazione con Il Corriere della Sera: protagoniste saranno 171 ‘innovazioni’ messe a punto da ricercatori e team di ricerca provenienti da 48 Università italiane e 13 Enti di ricerca di tutta Italia, suddivise in 7 aree tematiche che rispecchiano temi oggi prioritari per l’economia:

  • Bioeconomia e agroalimentare
  • Manifattura intelligente: materiali Innovativi, robotica e ict
  • Energia sostenibile, ambiente e tecnologie verdi
  • Società intelligenti, sicure e inclusive; mobilità sostenibile
  • Dispositivi per la diagnosi e la cura
  • Nuovi farmaci e biotecnologie per la salute
  • Tecnologie innovative per l’edilizia, le infrastrutture e il patrimonio culturale

I 171 inventori – singoli o in team – avranno l’opportunità di presentare le proprie innovazioni e prototipi in una tre giorni densa di appuntamenti, con presentazioni di brevetti, incontri B2B, workshop tematici e sessioni speciali ai quali saranno presenti investitori, imprenditori e rappresentanti delle associazioni di categoria partner dell’evento.

Inoltre, all’interno del Museo, per tutta la durata dell’evento sarà allestita un’area espositiva con una selezione di prototipi. Il programma di ‘InnovAgorà’ è ricco di tavole rotonde e momenti di approfondimento su temi di stretta attualità scientifica.

Ad aprire i lavori sarà l’evento inaugurale di lunedì 6 maggio (ore 11, spazio Polene), un ampio confronto sul tema dell’innovazione al quale saranno presenti rappresentanti istituzionali, imprenditori e associazioni di categoria: in particolare, interverranno il Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche Massimo Inguscio con una relazione sul tema ‘L’offerta: la ricerca pubblica in Italia, i settori di eccellenza e gli scenari di sviluppo’ e, in chiusura, il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Marco Bussetti con un intervento su ‘La valorizzazione della ricerca pubblica come opportunità di crescita per il Paese’. Sempre lunedì 6 maggio alle ore 14 è in programmauna sessione speciale dedicata al tema ‘Intelligenza Artificiale’. Curata dal Tavolo Tecnico Intelligenza Artificiale istituito dal MIUR, sarà un’occasione per definire l’agenda italiana del settore, tenuto conto del recente piano di coordinamento avviato dalla Commissione Europea sul tema, e presentare il programma di formazione nazionale previsto per i dottorati.

Altri momenti saranno specificatamente dedicati a vari aspetti del trasferimento tecnologico, a partire dal quadro normativo che regola il tema dei brevetti e della proprietà intellettuale in Italia e dagli strumenti di sostegno ai processi di valorizzazione della ricerca. Tra questi, la sessione speciale ‘Valorizzazione della ricerca e trasferimento tecnologico: il punto di vista delle imprese’ (lunedì 6 maggio ore 16, a cura delle associazioni di categoria partner dell’iniziativa: Confagricoltura, Confartigianato Imprese, Confcommercio – imprese per l’Italia, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola media impresa, Confindustria, Unioncamere, Camera di Commercio di Milano Monza-Brianza Lodi, Unione Artigiani Italiani e delle Pmi); il focus sulla ‘Cultura della brevettazione’ (martedì 7 maggio ore 11,30, in cui si parlerà anche della candidatura di Milano ad ospitare il Tribunale Unificato dei Brevetti), il workshop ‘Il sostegno finanziario alla valorizzazione economica della ricerca’ (martedì 7 maggio ore 16), in cui verranno formulate proposte e soluzioni per tradurre l’alta ‘densità scientifica’ che caratterizza il nostro Paese in un’adeguata risposta brevettuale, così da generare un circolo virtuoso innovazione-produttività- crescita-occupazione, così come riscontrabile in altri Paesi.

Oggi alla sua prima edizione, InnovAgorà rappresenta il punto di partenza di un nuovo programma del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca che punta a favorire l’introduzione nella società di applicazioni e tecnologie dal forte impatto innovativo: l’obiettivo è renderlo un appuntamento annuale che si ponga quale strumento di conoscenza e valorizzazione della migliore ricerca italiana.

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

 

Pubblicato in eventi, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Tumore al polmone: scoperte nuove cellule immunitarie

Identificati 25 sottotipi di cellule immunitarie infiltranti i tumori polmonari non a piccole cellule. I risultati contribuiscono alla comprensione delle popolazioni cellulari immunitarie che invadono i tumori, aprendo la strada a nuovi farmaci. Lo studio è pubblicato su Immunity dall’Istituto di tecnologie biomediche del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Itb) in collaborazione con l’Harvard Medical School

DPFRN3-1030x615-660x330Il tumore del polmone è la prima causa di morte per cancro, responsabile di circa un terzo dei decessi per malattie oncologiche. “Il tumore non a piccole cellule rappresenta l’85% delle diagnosi di tumore al polmone e al momento le opzioni terapeutiche sono limitate”, spiega Elena Levantini, ricercatrice dell’Istituto di tecnologie biomediche del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (Cnr-Itb), del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston, dell’Harvard Medical School e dell’Harvard Stem Cell Institute. “L’immunoterapia è un’area emergente nella ricerca oncologica che si propone di utilizzare il sistema immunitario del paziente per ‘insegnargli’ ad attaccare le cellule tumorali. Le cellule immunitarie che infiltrano i tumori sono importanti regolatori della crescita tumorale e possono sia promuovere che limitarne lo sviluppo”.

Elena Levantini ha contribuito a una ricerca, pubblicata su Immunity, che ha consentito di mappare le cellule immunitarie mieloidi infiltranti i tumori polmonari non a piccole cellule, identificandone 25 sottotipi. I risultati ottenuti, mediante la metodica del sequenziamento del RNA su singola cellula, contribuiscono a comprendere le numerose e variegate popolazioni cellulari immunitarie che invadono i tumori, e aprono la strada per identificare nuovi farmaci immunoterapeutici.

“Abbiamo individuato il trascrittoma (corredo di RNA) presente in ciascuna cellula immunitaria all’interno del tumore polmonare, consentendo anche di comparare cellule immunitarie infiltranti i tumori fra vertebrati. Abbiamo quindi scoperto dei marcatori genici, in grado di identificare cellule immunitarie infiltranti associate a una più alta sopravvivenza dei pazienti, dando valore diagnostico ai nostri dati”, spiega Levantini. “Questi risultati potranno avere ricadute nella clinica, poiché alcuni dei sottotipi di cellule immunitarie infiltranti potranno essere utilizzati in diagnostica e trattati con nuovi farmaci, da studiare in laboratorio prima di transire alla fase clinica”, conclude Levantini.

Lo studio è stato condotto in collaborazione con il gruppo di ricerca di Allon Klein (Harvard Medical School) e di Mikael Pittet (Massachusetts General Hospital, Harvard Medical School) e tra gli autori si riscontra anche Giorgia Maroni (Cnr-Itb di Pisa, Harvard Medical School), una giovane post doc che lavora con Levantini.

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Pubblicato in Cnr, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Ricerca: dalla melanina modificata nuove prospettive per la cura di malattie degenerative

mailOnline il nuovo numero di ENEAinform@, il settimanale ENEA sulle attività di ricerca ENEA in campo energetico (dalle rinnovabili alla fusione nucleare), della sostenibilità ambientale e delle tecnologie per l’agricoltura, l’efficienza energetica, la sicurezza alimentare, la salute e i beni culturali.

In primo piano: passi in avanti per la cura di patologie degenerative come il Parkinson. Un team di  ricerca tutto italiano – ENEA, Università Federico II e CNR – è riuscita a potenziare la melanina miliardi di volte come conduttore di elettricità con la prospettiva di utilizzarla da interfaccia tra dispositivi elettronici e tessuti viventi http://www.enea.it/it/Stampa/news/ricerca-dalla-melanina-modificata-nuove-soluzioni-contro-le-malattie-degenerative/

Le altre notizie:

Gran Premio Formula E  La bici elettrica “a idrogeno” dell’ENEA alla parata dei mezzi ecologici a Roma http://www.enea.it/it/Stampa/news/mobilita-elettrica-gran-premio-formula-e-a-roma-la-bici-elettrica-a-idrogeno-dellenea-alla-parata-dei-mezzi-ecologici/

Giro d’Italia 2019 “Tappa della Scienza”, venerdì 12 aprile apertura straordinaria dei Centri di ricerca a Frascati http://www.enea.it/it/Stampa/news/giro-ditalia-2019-tappa-della-scienza-allenea-di-frascati-con-apertura-straordinaria-venerdi-12-aprile/

Design Week 2019 Milano, alla Bovisa nasce il “Muro dell’Energia” di ENEA e Politecnico http://www.enea.it/it/Stampa/news/fuorisalone-design-week-2019-a-milano-bovisa-nasce-il-muro-dellenergia-di-enea-e-politecnico-di-milano/

Economia circolare  ENEA entra nel cluster “Basilicata Creativa” per il turismo sostenibile http://www.enea.it/it/Stampa/news/economia-circolare-enea-entra-nel-cluster-basilicata-creativa-per-il-turismo-sostenibile/  

Antartide Alla ricerca del clima perduto  http://www.enea.it/it/Stampa/news/antartide-alla-ricerca-del-clima-perduto/  

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Pubblicato in Enea, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento