Presentazione del progetto DTT: la sfida italiana della fusione per l’energia sostenibile e l’innovazione

thumbnailGiovedì prossimo 19 settembre alle ore 11 verrà presentata a Roma l’intesa fra ENEA e Banca Europea degli Investimenti per il finanziamento del Divertor Tokamak Test (DTT), un progetto di frontiera sulla fusione per produrre energia sostenibile e sicura, con rilevanti ricadute economiche, tecnologiche, ambientali e occupazionali per il nostro Paese.

Interverranno il presidente ENEA Federico Testa, il vicepresidente BEI Dario Scannapieco, il presidente EUROfusion Ambrogio Fasoli e la responsabile Unità Ricerca Euratom della Commissione Ue Elena Righi Steele.

Appuntamento presso la sede ENEA a Roma (ingresso da via Giulio Romano 41).

 

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Questa voce è stata pubblicata in Enea, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Presentazione del progetto DTT: la sfida italiana della fusione per l’energia sostenibile e l’innovazione

  1. Paolo Valente ha detto:

    L’ha ripubblicato su Io Non Faccio Nientee ha commentato:
    Giovedì prossimo 19 settembre alle ore 11 verrà presentata a Roma l’intesa fra ENEA e Banca Europea degli Investimenti per il finanziamento del Divertor Tokamak Test (DTT), un progetto di frontiera sulla fusione per produrre energia sostenibile e sicura, con rilevanti ricadute economiche, tecnologiche, ambientali e occupazionali per il nostro Paese.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.