Università di Cagliari, iniziati i primi corsi di didattica internazionale del network europeo “Educ”, un campus internazionale virtuale in cui studenti e ricercatori possono muoversi per rafforzare la propria formazione

L’Università di Cagliari ha avviato nelle scorse settimane i primi corsi di didattica internazionale con mobilità virtuale all’interno dell’alleanza “European Digital UniverCity” (EDUC). Si tratta delle attività previste dall’università europea di cui l’Ateneo cagliaritano è entrato a far parte, e che garantisce agli iscritti, ai docenti e ai ricercatori la mobilità (anche virtuale) tra le università che la compongono. Coordinato dall’Università di Potsdam (Germania), oltre all’ateneo cagliaritano coinvolge anche le università di Parigi-Nanterre, Rennes 1 (Francia), Masaryk (Brno, Repubblica Ceca), Pecs (Ungheria).

Francesca Ervas

Irony from the Perspective of Experimental Pragmatics” è il titolo del progetto coordinato da Francesca Ervas del Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia, ed è tra i primi 25 progetti selezionati dal network di università europee di cui l’Ateneo cagliaritano è ateneo fondatore grazie al lavoro svolto da Alessandra Carucci, Prorettore all’Internazionalizzazione.

Il progetto della professoressa Ervas ha preso avvio nei giorni scorsi in collaborazione con Susanna Schnell, docente dell’Università di Pécs. Il percorso, che avrà la durata di dieci settimane, coinvolgerà gli studenti e le studentesse dei due atenei, che si confronteranno con gli approcci sperimentali e teorici dell’ironia, trattando argomenti trasversali di filosofia linguistica, psicolinguistica, linguaggi della comunicazione e teorie della comunicazione.

Sempre in collaborazione con l’Università di Pécs è stato avviato il progetto “Intercultural Sensitivity” che vede coinvolte le docenti Ester Cois e Barbara Barbieri del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali. Gli ambiti didattici e di ricerca riguardano l’identità, la cultura, la globalizzazione con un focus sulla comprensione delle diverse culture e popolazioni.

L’Alleanza EDUC valuterà a breve le proposte arrivate in risposta al secondo avviso, andando a rafforzare l’offerta didattica e coinvolgendo un numero più ampio di docenti e studenti.

Questa voce è stata pubblicata in Università e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.