Reti intelligenti e gestione efficiente dell’energia: i risultati dei progetti SEMI e SmartPolyGen

Gli specialisti del Dipartimento di ingegneria elettrica ed elettronica, Emilio Ghiani e Sara Sulis hanno condotto i progetti Semi e SmartPolyGen.  I cluster finanziati da Sardegna Ricerche hanno coinvolto numerose aziende sarde. Venerdì 12 la presentazione su Teams

smart city concept illustration, colorful urban building and various technology icons, smart grid, IoT(Internet of Things), ICT(Information Communication Technology)

Domani, venerdì 12 marzo, dalle 15 alle 17, vengono presentati, nel corso di un evento online che si terrà sulla piattaforma Microsoft Teams, i risultati dei progetti cluster top-down Semi (Sistemi efficienti e affidabili per il monitoraggio e la gestione intelligente dell’energia elettrica) e SmartPolyGen (Sviluppo di microreti polienergetiche intelligenti). Seguiti dai ricercatori del Diee (Dipartimento ingegneria elettrica ed elettronica) Emilio Ghiani e Sara Sulis, i progetti sono stati finanziati da Sardegna Ricerche e hanno coinvolto diverse aziende sarde. Le attività di ricerca sono illustrate durante i lavori. Previsti anche interventi di rappresentanti di Sardegna Ricerche e delle aziende sarde coinvolte. Sami e Smartpolygen fanno parte dei trentacinque progetti promossi da Sardegna Ricerche con il programma “Azioni cluster top-down” e finanziati dal POR FESR Sardegna 2014-2020 – Asse I “Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico e innovazione”. Il link diretto per seguire l’evento è https://rebrand.ly/SEMI-SMARTPOLYGEN.

Microreti intelligenti e gestione smart. Il programma prevede gli interventi dei responsabili scientifici di Semi e Smartpolygen. “ll progetto SmartPolyGen è stato pensato per ottenere la realizzazione di un prototipo di microrete intelligente e – spiega il professor Ghiani – la verifica delle modalità con cui il processo di produzione e utilizzo dell’energia elettrica all’interno delle aziende può essere migliorato secondo un’ottica di gestione smart”. Tra efficienza e consapevolezza in un’ottica di sviluppo competitivo. “Il progetto Semi – rimarca la professoressa Sulis – è stato pensato per fornire alle imprese sarde le competenze e gli strumenti per un utilizzo più intelligente, efficiente e consapevole dell’energia elettrica e degli impianti mediante strumenti di monitoraggio più o meno complessi”.
La scaletta dell’evento e la scheda dei progetti, con gli stati d’avanzamento e l’elenco delle imprese coinvolte, sono disponibili sul sito http://www.sardegnaricerche.it<http://www.sardegnaricerche.it>

Questa voce è stata pubblicata in Università e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.