Flumendosa, intesa tra l’università di Cagliari e il comune di Ballao per la sua valorizzazione

E’ stato firmato un accordo tra il Comune di Ballao e l’Università di Cagliari che attiva una collaborazione scientifica tra i due enti per la valorizzazione dell’ecosistema del Flumendosa.

L’attività di studio e ricerca si svolgerà grazie alla creazione del Centro DoSA (Documentazione e Studi Acque) situato all’interno di una vecchia casa padronale del paese, oggi recuperata per la realizzazione di un percorso espositivo sugli aspetti ambientali, naturalistici e antropologici del Flumendosa.

Soddisfazione è stata espressa da Maria Del Zompo, Rettore dell’Università di Cagliari: “Sono contenta di questa firma – commenta – e ringrazio il sindaco e la popolazione di Ballao che crede nella cultura come volano di sviluppo. L’Ateneo cagliaritano è a disposizione per queste iniziative importanti, non solo per il territorio ma per tutta la Regione e per i nostri studenti e studentesse”.

L’accordo è frutto di un lungo percorso comune tra l’amministrazione del piccolo centro del Gerrei con Andrea Sabatini, docente di Anatomia comparata e Citologia del Dipartimento di Scienza della Vita e dell’Ambiente. “La collaborazione nasce oggi per lo studio degli aspetti ecologici, ma si può allargare ai temi archeologici, antropologici, geologici, idraulici” spiega il professore, evidenziando l’importante contributo che l’Ateneo potrà dare allo sviluppo del territorio.

La comunità di Ballao vuole intraprendere un percorso di sviluppo partendo dal proprio patrimonio ambientale e culturale. In prospettiva, si punta alla realizzazione del Parco Fluviale Regionale del Flumendosa insieme ai comuni del bacino (Villasalto, Escalaplano, Goni e Armungia e tutti i comuni rivieraschi del fiume).

Il Flumendosa rappresenta per queste comunità un elemento vitale che, sebbene abbia sofferto una frattura ambientale e culturale in conseguenza della realizzazione delle dighe, con questo processo mira a costruire un nuovo rapporto delle popolazioni con il fiume, che può diventare elemento trainante di un futuro sviluppo, così come nelle intenzioni del sindaco di Ballao Chicco Frongia: “Questo è un risultato per tutto il Gerrei. E in su tempus benidori, torrai a chistionai sa lingua de su frumini e de sa genti chi ddoi bividi“.

Questa voce è stata pubblicata in Università e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.