Recovery Fund: soddisfazione del #GiustoMezzo per l’impegno del Premier su occupazione femminile

Soddisfazione e apprezzamento da partedel Giusto Mezzo (www.ilgiustomezzo.it), il movimento spontaneo che si ispira alla campagna europea #HalfOfIt per destinare la metà del #nextGenerationEU alle donne, per le parole pronunciate dal Premier Giuseppe Conte. Il Presidente del Consiglio, infatti, si è impegnato ad accogliere la risoluzione della maggioranza a favore della destinazione di una significativa parte del Recovery Fund per sostenere l’occupazione femminile.  Nei prossimi giorni ci saranno ulteriori sviluppi: il ministro Enzo Amendola, titolare del Dossier sul Recovery Fund, si è detto disponibile a incontrare il Giusto Mezzo per ascoltare le istanze supportate da 40mila cittadine e cittadini.

Ieri, nella suggestiva cornice del Pantheon, si era svolto il flashmob organizzato dal movimento. Le promotrici del Giusto Mezzo sono scese inpiazza in occasione della discussione di Camera e Senato sulle priorità da definire per l’utilizzo del Recovery Fund “vestite” con le frasi che raccontano le discriminazioni vissute dalle donne, che si sono acuite in questo periodo di pandemia: cartelli-sandwich con frasi scelte tra le molte pervenute in occasione della campagna #NONèGIUSTO, corsa in rete nei giorni precedenti.

In piazza il flashmob è stato accompagnato dagli interventi delle promotrici dell’appello che hanno spiegato contenuti e ragioni della petizione: Spora, Francesca Fiore, Sarah Malnerich, Azzurra Rinaldi, Costanza Hermanin, Mila Spicola, Cristina Tagliabue, Valentina Parenti. Hanno raggiunto il flashmob e sono rimasti ad ascoltare gli interventi il senatore Tommaso Nannicini e il deputato Filippo Sensi. presente anche Cecilia D’Elia, portavoce della Conferenza nazionale del PD.

Una delegazione si è poi spostata davanti alla Camera dei Deputati per rappresentare le richieste contenute nell’appello ai parlamentari riuniti in aula proprio per discutere le risoluzioni del Recovery Fund e supportare coloro che intendono presentare pareri in linea con le richieste di attenzione sostanziale, nelle politiche che si adotteranno per la spesa, ai temi delle infrastrutture sociali e di politiche integrate che contengano l’ottica e gli impatti di genere.

A incontrare la delegazione delle promotrici del Giusto Mezzo i deputati e le deputate Laura Boldrini, Enza Bruno Bossio, Carla Cantoni, Paola Carinelli, Elena Carnevali, Susanna Cenni, Alessandro Fusacchia, Chiara Gribaudo, Tommaso Nannicini, Matteo Orfini, Giuditta Pini, Barbara Pollastrini, Lia Quartapelle, Fausto Raciti, Roberto Rampi, Debora Serracchiani, Paolo Siani, Antonio Viscomi, la vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni. Le istanze dell’appello, peraltro, grazie alle mobilitazioni di questi giorni, erano già nelle risoluzioni presentate in Parlamento, e diversi interventi vi hanno fatto riferimento, come quello della Onorevole Chiara Gribaudo e dell’Onorevole Alessandro Fusacchia

Il blog è affiliato con Amazon per poter fare i tuoi acquisti sul sito di e-commerce clicca nel banner qui sotto e acquista

acquista su amazon.it
Questa voce è stata pubblicata in Crowdfunding e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.