L’università di Cagliari compie 400 anni. Presentato il programma delle celebrazioni, inaugurata la mostra sulla storia dell’ateneo

E’ stato presentato oggi il calendario degli eventi organizzati per celebrare i 400 anni di vita dell’Università degli Studi di Cagliari: il programma è stato aperto questa mattina dall’inaugurazione della mostra interattiva “400. Una Storia UniCa”, allestita al piano terra di Palazzo Belgrano, che ripercorre i quattro secoli dell’Ateneo del capoluogo sardo.

“E’ una festa della cultura, non soltanto dell’Ateneo, ma di tutta città e della Regione – ha detto Maria Del Zompo, Rettore di UniCa – Dobbiamo essere orgogliosi di avere nella nostra città una tradizione culturale così antica che testimonia il desiderio e la determinazione con i quali la gente di questa terra ha sempre voluto portare avanti la propria crescita come popolo contando sulla cultura, fidandosi di essa e scommettendo su di essa”.

Giovedì 15 ottobre è in programma la presentazione del volume “L’Università di Cagliari e i suoi rettori”, curato da un team di docenti di Scienze storiche e Scienze archivistiche dell’Ateneo che hanno ricostruito non solo le biografie di chi ha ricoperto la più alta carica di UniCa ma soprattutto hanno descritto il contesto storico e sociale nel quale sono vissuti.  Il libro, di elegante veste tipografica e con un accurato apparato iconografico, sarà presentato da Stefano Pivato, professore ordinario di Storia contemporanea all’Università degli Studi Carlo Bo di Urbino, componente del comitato scientifico del Centro interuniversitario per la storia delle Università italiane.

Il 13 novembre si terrà nell’Aula Magna del Rettorato la cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico 2020/21, il 400mo dal privilegio regio di Fondazione: la prolusione sarà affidata al professor Alberto Mantovani. Patologo, immunologo e accademico italiano, presidente della Fondazione Humanitas per la ricerca, è considerato tra i dieci migliori immunologi al mondo e il più importante (e citato) tra i ricercatori italiani nell’ambito delle scienze biomediche. E’ stato il primo italiano a vincere (nel 2019) il prestigioso Premio Pezcoller per le sue ricerche sui tumori.

“E’ un grande onore per me come rettore – commenta la prof.ssa Maria Del Zompo – E per tutto il corpo accademico, per il personale, per i nostri ricercatori e i nostri studenti è motivo di orgoglio essere chiamati quest’anno a festeggiare una ricorrenza così importante, pur in una condizione così particolare determinata dal coronavirus. Non a caso parliamo di festa: in questo periodo non è facile né pensare né fare una festa. Eppure anche in questo senso l’Ateneo vuol dare una mano alla città e alla regione per proiettarsi nel futuro che sarà senz’altro senza COVID. Con un po’ di pazienza e di attenzione ne usciremo”.

“Man mano che si verificheranno gli avvenimenti previsti – continua il Rettore – vorrei che si percepissero anche la gioia di poter testimoniare un percorso storico per ciascuna delle Facoltà e per le tante realtà di eccellenza del nostro Ateneo. Ma anche le grandissime trasformazioni che nel tempo hanno permesso alla società cagliaritana e sarda di evolversi grazie all’evoluzione dell’Università: questo può intuirsi già lungo i pannelli della mostra e nei filmati preparati per l’occasione”.

L’Università degli Studi di Cagliari, specie in questi ultimi anni, ha fatto rete con gli attori del territorio, con una incessante volontà di collaborare per il bene comune: importante la collaborazione con la Regione Autonoma della Sardegna, con la Fondazione di Sardegna e con la Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna, con le quali sono in programma eventi di sicuro richiamo scientifico e interesse culturale. Da evidenziare anche la rinnovata intesa con il Gruppo Editoriale “L’Unione Sarda”, con il quale sono in atto rilevanti progetti che presto saranno comunicati.

Nel mese di dicembre si svolgerà un evento collegato al progetto musicale/teatrale “UniCa400. Una storia narrata/cantata”, nata da un’idea di Ignazio Macchiarella, che coinvolgerà artisti e cantanti.

Nel 2021 si terrà a Cagliari l’assemblea annuale della Conferenza dei Rettori Italiani, a rimarcare il ruolo riconosciuto all’Ateneo cagliaritano dalle università del nostro Paese.

Accanto agli eventi organizzati dall’Ateneo ogni Facoltà ha organizzato iniziative specifiche, come dettagliato nel programma consegnato questa mattina.

Sono in fase di ideazione e preparazione anche ulteriori iniziative celebrative con il Comune di Monserrato, la Città Metropolitana di Cagliari, con il CUS Cagliari e con il CONI (sulle quali verranno fornite informazioni più dettagliate appena disponibili).

“Non si cambia per caso – conclude il Rettore Del Zompo – Non si cambia solo perché il tempo spinge naturalmente a cambiare. Si cambia perché si vuole cambiare, e il modo del cambiamento e il punto dove siamo arrivati non è per noi casuale: in questo cambiamento è stata sempre decisiva la volontà della Città di Cagliari di puntare sulla cultura”.

Clicca e acquista su Amazon

acquista su amazon.it
Questa voce è stata pubblicata in Università e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.