Data Card sulla didattica a distanza: il ruolo delle politiche di coesione nella risposta del Ministero dell’Istruzione

avaguardi-educative-e-piccole-scuoleDi fronte all’emergenza coronavirus, il Ministero dell’Istruzione ha garantito, fin dai primi giorni di  marzo scorso, varie forme di supporto nell’accesso alla didattica a distanza come risposta alla sospensione obbligatoria della frequenza scolastica.
L’interruzione delle attività didattiche all’interno degli edifici scolastici, che ha progressivamente riguardato  tutto il territorio nazionale, è stata infatti accompagnata dal moltiplicarsi di opportunità alternative per attivare ambienti di lavoro a supporto della nuova modalità didattica delle scuole.

Anche “A Scuola di OpenCoesione” (ASOC), il percorso didattico rivolto agli studenti delle scuole superiori che promuove il monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici a partire dai dati pubblicati sul portale OpenCoesione, che nell’anno scolastico 2019/2020 coinvolge 204 team di studenti in tutta Italia, fin dal 6 marzo ha provveduto a una rimodulazione delle proprie attività, riformulando alcuni contenuti tenendo conto delle diverse attività del percorso didattico che avrebbero previsto uscite extra-didattiche e quindi ridefinendo le richieste di elaborazione degli output degli ultimi step del progetto, rafforzando ulteriormente l’uso di tecnologie a distanza, e posticipando la consegna dei report relativi alle Lezioni 3 e 4.

La formazione online per la didattica a distanza
Su questa pagina del sito del Ministero dell’Istruzione si offrono strumenti di cooperazione, scambio di buone pratiche e gemellaggi fra scuole, webinar di formazione, contenuti multimediali per lo studio, piattaforme certificate.

I webinar, in particolare, sono curati da INDIRE (l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa), che in accordo con il Ministero dell’Istruzione ha lanciato un’iniziativa di solidarietà tra scuole per affrontare l’emergenza COVID-19 e sperimentare soluzioni per la didattica a distanza con metodologie e strumenti innovativi.

La solidarietà ha visto attivarsi in particolare le reti di scuole che aderiscono al Movimento “Avanguardie educative” e del Movimento delle “Piccole Scuole” e la community europea eTwinning, che hanno collaborato con i docenti e i dirigenti scolastici degli istituti scolastici che ne han fatto richiesta. Avanguardie Educative e Piccole Scuole sono due progetti finanziati dalle politiche di coesione nell’ambito del PON PER LA SCUOLA 2014-2020 – Competenze e ambienti per l’apprendimento.

L’accesso ai webinar è libero, e tutti i materiali sono a disposizione in un archivio. All’iniziativa #lascuolaperlascuola hanno aderito 115 istituti, 86 scuole di “Avanguardie Educative” e 29 scuole del movimento “Piccole Scuole”. I webinar finora organizzati sono 181, per un totale di oltre 25mila docenti coinvolti.

“In un primo momento ci siamo soffermati sulla parte più strumentale, necessaria per ricostruire la classe come organizzazione sociale e didattica” racconta Giuseppina Jose Mangione, coordinatrice della struttura di ricerca “Innovazione metodologica e organizzativa nelle scuole piccole” e referente del Movimento delle “Piccole Scuole” di INDIRE. “Abbiamo offerto così strumenti utili per fare e gestire classi virtuali o ibride, strumenti per la progettazione delle lezioni, con attenzione al setting (spazio e tempi di lavoro) che era cambiato”.

Terminata la fase organizzativa, con le classi in rete, “le tematiche sono cambiate, e siamo andati più in profondità sulle metodologie didattiche” spiega Mangione. A quel punto, INDIRE ha saputo far sinergia con risorse esterne alla rete: “Il portale degli scrittori, Lezioni sul sofà, per mettere in piedi le letture, il Telefono Azzurro, per affrontare le dimensioni sociali e psicologiche, orientate al benessere che doveva essere garantito, e poi da fine marzo anche il CNR sulle politiche sociali e poi psicologi e pedagogisti”.

Se i webinar rivolti ai docenti hanno offerto strumenti per la didattica, quelli per dirigenti hanno prestato attenzione ai temi della privacy, alla gestione online dei collegi e del ricevimento con i genitori, alla ri-organizzazione del tempo scuola.

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Questa voce è stata pubblicata in OpenCoesione, Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.