Sonja Blanc, con Sireg Geotech, vince il Premio GammaDonna 2019

L’evento premia l’imprenditrice che ha traghettato un gruppo industriale tradizionale, alla terza generazione, verso l’innovazione. 

Sonja Blanc vince il Premio GammDonna 2019È Sonja Blanc, con Sireg Geotech, la vincitrice del Premio GammaDonna 2019 per l’imprenditoria innovativa. Il riconoscimento è stato assegnato oggi, in occasione dell’undicesima edizione del GammaForum, quest’anno intitolato “ConneXions for Growth”. L’evento, organizzato dall’Associazione GammaDonna in collaborazione con la Commissione europea e il Ministero dello Sviluppo Economico, dal 2004 racconta l’innovazione attraverso le storie di successo di imprenditrici e giovani imprenditori, per valorizzare la loro capacità di affrontare il cambiamento e di far crescere l’economia, per incoraggiare un’evoluzione culturale del Paese, incentivando il networking fra startup, imprenditori esperti e investitori. Per promuovere, in sostanza, una community virtuosa dell’innovazione applicata al business.

LA VINCITRICE

Dal Louvre alla Torre di Pisa: geotecnica e ingegneria civile proteggono la storia, scrivono il futuro e creano lavoro, puntando sull’innovazione

Sonja Blanc è CEO e terza generazione di un’impresa, operante nei settori della geotecnica e dell’ingegneria civile, diventata punto di riferimento nel mondo per quanto riguarda il consolidamento del terreno prima di scavi sotterranei e il ripristino di edifici storici e costruzioni danneggiate. Con oltre 50 dipendenti e un fatturato di circa 8 milioni di euro, Sireg Geotech è specializzata nella produzione di materiali termoplastici, termoindurenti e in fibre composite di vetro e carbonio. Un esempio di eccellenza industriale che, dalla Monza Brianza, ha raggiunto oltre 65 Paesi. Un esempio di forza al femminile, capace di vincere i pregiudizi di un mondo tipicamente maschile e di traghettare un gruppo industriale tradizionale verso l’innovazione, non solo dei prodotti, ma anche della gestione aziendale, sempre più collaborativa e meno piramidale.

IL PREMIO GAMMADONNA

Ricevere questo prestigioso riconoscimento è un sogno che si realizza – ha dichiarato Sonja Blanc al GammaForum – è la prova che il lavoro svolto in questi anni e i risultati raggiunti sono oggettivamente un modello positivo. Con la speranza che anche i miei figli stiano imparando cosa significa fare impresa anche dalla mia testimonianza di dedizione, impegno e sacrificio quotidiano. E ai giovani e alle donne che desiderano far impresa consiglia: Crederci, volare alto e fare rete. Bisogna sempre puntare all’eccellenza, in tutti gli aspetti del business, e attivare reti di relazioni e sinergie. Sono questi gli ingredienti indispensabili per resistere ed emergere, facendosi riconoscere per la qualità del proprio lavoro.

Oggi si parla di innovazione e spesso la si associa alle startup e all’ecosistema che le circonda. Eppure – ha commentato Valentina Parenti, cofounder GammaDonna – se è fondamentale l’iniezione di nuova linfa per il sistema produttivo, è altrettanto importante e necessario, per la salvaguardia del patrimonio imprenditoriale italiano, che siano proprio le imprese consolidate a innovare, adottando una mentalità che cavalca il cambiamento e ne fa un’arma competitiva sul mercato.

Per la vincitrice, un Master della 24Ore Business School, la partecipazione al Polihub scale-up program, 6 mesi di mentoring con una manager ValoreD, una campagna di equity crowdfunding sul portale BacktoWork24, attività di comunicazione dedicate a cura dell’agenzia Valentina Communication, ideatrice del format GammaForum.

DONNE PROTAGONISTE DELL’INNOVAZIONE, IN ITALIA E IN EUROPA

Esiste in Europa una straordinaria quantità e qualità di talenti, di idee creative, di mercati potenziali e reali, che rappresentano le pre-condizioni ideali all’imprenditoria – ha detto Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea – Sfruttare pienamente questo potenziale, valorizzarlo con iniziative come il GammaForum e il Premio GammaDonna, facilitare lo sviluppo delle connessioni positive, di cui il nostro continente è ricco, è la sfida costante delle nostre economie.Un contributo concreto al superamento del gender gap.

Favorire lo sviluppo di un ecosistema dell’innovazione inclusivo è la nostra risposta alla differenza di genere” ha affermato Isabella Fumagalli, CEO di BNP Paribas Cardif Lanciando la seconda edizione dell’acceleratore al femminile MIA – Miss in Action, di BNP Paribas e Digital Magics, in un contesto d’eccellenza come GammaForum, siamo andati oltre facendo ‘sistema nel sistema’ per sviluppare un indotto ancora più importante a sostegno delle giovani imprenditrici“.

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Questa voce è stata pubblicata in Gamma Donna, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.