Pinna nobilis, ricerca per la sopravvivenza

mail3La prima fase del progetto di scienza partecipata del Centro Marino sta arrivando a conclusione. I ricercatori stanno ultimando le validazioni delle segnalazioni per la creazione della mappa con gli hotspot di sopravvivenza. Abbiamo riscontrato un’importante partecipazione sia come contributi sulla piattaforma che come presenze ai vari eventi organizzati lungo le coste della Sardegna.

Purtroppo si conferma il trend di moria in quasi tutta la costa sarda, anche se sono presenti degli hotspot di sopravvivenza nella zona dell’Oristanese e nel sud della Sardegna. Pochissimi individui trovati vivi nell’area di Alghero.

Per maggiori dettagli sulla distribuzione della moria e il contributo dei cittadini vi invitiamo a leggere la seguente pubblicazione:

https://rua.ua.es/dspace/bitstream/10045/96550/1/2019_Cabanellas_etal_SciRep.pdf

Il coinvolgimento del pubblico nella scienza è importante per fornire un supporto ai ricercatori per affrontare e prevenire le emergenze ambientali, soprattutto nell’ambito delle indicazioni fornite dall’Obiettivo n. 14 di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030: “Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile”.

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals, SDGs – in un grande programma d’azione per un totale di 169 ‘target’ o traguardi. L’avvio ufficiale degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile ha coinciso con l’inizio del 2016, guidando il mondo sulla strada da percorrere nell’arco di 15 anni: i Paesi, infatti, si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030

Il progetto “Pinna nobilis: ricerca per la sopravvivenza” grazie al contributo dei cittadini, il supporto della Regione Sardegna (col progetto Girepam) e le Aree Marine Protette, ha fornito un grande contributo all’incremento delle conoscenze e allo stesso tempo all’agire per cercare di mitigare gli effetti dei cambiamenti ambientali causati dall’uomo.

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Questa voce è stata pubblicata in Fondazione I.M.C., Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.