Cagliari Festival Scienza. Il programma di venerdì 9 novembre

Il Cagliari Festival Scienza si trasferisce all’EXMA dove sono attesi migliaia di studenti da tutta la Sardegna. Laboratori, esperimenti, visite guidate e conferenze per ragazzi e adulti.

44629755_463911144016447_980674998001729536_nQuattordici appuntamenti tra spettacoli, dibattiti, laboratori, sei conferenze e ancora esperimenti di chimica, fisica e biologia eseguiti direttamente dagli studenti nella grande sala delle Volte dell’EXMA.  Con il programma di venerdì 9 entra nel vivo l’undicesima edizione del Festival Scienza che fino al 13 novembre porterà a Cagliari le più attuali discussioni della comunità scientifica internazionale con ospiti in arrivo dai principali centri di ricerca italiani e europei.

La giornata è iniziata questa mattina alle 9 con un incontro tenuto da Tonino Pisanu, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, che ha parlato del problema legato agli space debris, i detriti spaziali. Il recente rientro in atmosfera e caduta nel Pacifico della sonda cinese Tiangong ha riportato alla ribalta il problema degli oggetti di varie dimensioni e tipologia dispersi nella nostra atmosfera e potenzialmente pericolosi e qual è il ruolo della Sardegna e in particolare del Sardinia Radio Telescope.

Ha seguito Viviana Fanti e Alessia Zurru dell’Università di Cagliari che hanno parlato di stereotipi e differenze di genere nel mondo scientifico e della vita di scienziate e scienziati anticonvenzionali che hanno ribaltato gli stereotipi, aprendo nuovi scenari nel mondo scientifico, culturale e nella società civile.

L’ultimo appuntamento della mattina è stato con la professoressa Giulia Manca (Università di Cagliari) protagonista di un incontro tutto dedicato a una delle scoperte più importanti degli ultimi anni, il Bosone di Higgs e ai grandi progetti di acceleratori nel mondo con particolare attenzione all’LHC al CERN. Giulia Manca. Fisico considerato tra i più importanti scienziati al mondo, ha illustrato anche i più recenti risultati e le prospettive future, con particolare attenzione al contributo italiano in tali progetti.

Si riprende nel pomeriggio alle ore 16 con Angelo Tartabini, ordinario di psicologia generale presso il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Parma. Tartabini parlerà di declino del nostro pianeta: uomini e animali in pericolo di estinzione. Il nostro sistema di civiltà è in pericolo, sta andando verso una crisi irreversibile. La desertificazione sta portando allo scioglimento dei ghiacciai e delle calotte polari. La deforestazione sta causando l’estinzione di molte specie animali, scimmie in particolare, e vegetali tropicali. Tutto ciò accade nonostante gli impegni assunti a livello mondiale e nonostante l’attività di vigilanza di numerosi organismi internazionali. Quali possono essere, se esistono, percorsi realistici per contrastare o contenere tale tendenza?

Ricorre in questi giorni il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, la Grande Guerra. Pietro Greco, giornalista e scrittore, autore del libro Fisica per la pace (Carocci editore 2017) spiegherà (inizio ore 17.15 Sala Conferenze EXMA) come nel corso dei decenni successivi allo scoppio della prima guerra mondiale furono molti i fisici che si impegnano per la guerra ma altrettanti sono quelli che si impegnarono a favore della pace. Durante la conferenza saranno proposti esempi di questa speciale attività di “fisica per la pace”.
La giornata si chiude con una conferenza del prof. Biagio Saitta (Università di Cagliari) interamente dedicata alla scoperta dei neutrini.

Nel Teatro di Sant’Eulalia, il festival proporrà anche due spettacoli: Alice nel paese delle meraviglie. La risorsa rifiuti, una rielaborazione del racconto fantastico di Lewis Carrol: Alice nel paese delle meraviglie, ci condurrà a scoprire il mondo dei rifiuti. Le tartarughe marine avvelenate dalla plastica denunciano le malefatte dell’uomo. Scopriamo con Alice le nuove scoperte e i comportamenti che ci aiuteranno a risolvere il problema. Spettacoli alle ore 9.00 e alle 11.30. Mentre alle 15 andrà in scena IA, cioè? Intelligenza artificiale sul nostro futuro, diretto e interpretato dal ricercatore del CRS4 Felice Colucci. Oggi si spendono molte parole per cercare di comprendere come l’Intelligenza Artificiale modificherà il nostro futuro, scatenando speranze, paure e lunghi dibattiti. Ma che cosa è l’IA? Quali sono i suoi principi di funzionamento e quali le capacità ancora inespresse e i suoi limiti? Lo spettacolo cercherà di rispondere a queste domande in maniera semplice e comprensibile.

INFO GENERALI

Il Festival è presente sui più diffusi social network: su Facebook con la pagina Festival Scienza Cagliari, su Twitter seguendo il profilo @Festivalscienza e su Instagram sul profilo festivalscienzacagliari; per tutti gli utenti l’hasthag della manifestazione è #cagliariscienza18. Ulteriori informazioni sono disponibili su www.festivalscienzacagliari.it

Le attività sono aperte a tutti e non è previsto il pagamento di un biglietto d’ingresso ma è gradita un’offerta libera come contributo all’organizzazione.

Orari di apertura: tutti i giorni ore 9.00-13.00 e ore 15.00-19.00 salvo diverse indicazioni in brochure.

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Festival Scienza, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...