Il 28 settembre in piazza Castello, a Sassari, torna la Notte europea dei Ricercatori: “Be a citizen scientist”

Conferenza stampa Uniss #ern18Venerdì 28 settembre dalle 18.30 in piazza Castello a Sassari, si terrà la Notte europea dei ricercatori a cui l’Ateneo turritano, con il patrocinio del Comune di Sassari, aderisce per il quarto anno consecutivo. Come l’anno scorso, questo evento sarà anche l’occasione per proclamare i gruppi vincitori della seconda edizione del Contamination Lab Uniss per la creazione d’impresa. La manifestazione è stata presentata il 26 settembre all’Università di Sassari dal Prorettore vicario Luca Deidda, dal Delegato per la Divulgazione scientifica Roberto Furesi, dal Dirigente dell’area Ricerca Attilio Sequi e dal ricercatore Domenico D’Urso.

La Notte europea dei ricercatori #ERN18 coordinata da Frascati Scienza, giunta alla tredicesima edizione, ha lo scopo di portare la scienza per le strade, nelle piazze, tra i cittadini. Da qui il tema di quest’anno che è “BE a citizEn Scientist. Diventa un cittadino scienziato”, abbreviato in BEES, cioè “api” in inglese, con riferimento al contributo che ognuno può portare al benessere di tutti in una società organizzata.

La notte del 28 settembre è il culmine della settimana della scienza che dal 22 al 29 coinvolgerà 34 città per un totale di 400 eventi. Per il 2018, l’iniziativa si inserisce nell’ambito delle celebrazioni dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, valorizzando i luoghi della cultura, in particolare quella scientifica.

La Notte europea dei ricercatori a Sassari

Anche quest’anno piazza Castello sarà animata dalla presenza di 10 stand nei quali i ricercatori dell’Università di Sassari presenteranno le attività di ricerca in cui sono quotidianamente impegnati, con un linguaggio semplice e accessibile a tutti, anche ai più giovani. Saranno proposte conferenze, dimostrazioni pratiche, esperimenti, laboratori e attività multimediali. Si spazierà dall’archeologia al turismo, dalla geologia alla fisica, dalla simulazione di un processo all’agricoltura 4.0 tra tradizione e innovazione, con analisi sensoriali. Contemporaneamente, sul palco allestito nella parte inferiore della piazza, verranno illustrate al pubblico le attività di trasferimento tecnologico riguardanti in particolare l’agricoltura di precisione e la creazione d’impresa. Modera la serata la giornalista di “La Repubblica”, Cristina Nadotti. Oltre al Rettore dell’Università di Sassari Massimo Carpinelli, interverranno Ezio Previtali (INFN), Enrico Chesta (CERN), Nicola Redi di Vertis SGR (si allega il programma).

In piazza anche lo stand dell’Orientamento dell’Università di Sassari che potrà dare informazioni sui corsi di laurea e le immatricolazioni (ancora aperte fino al 18 ottobre).

Notte dei ricercatori in miniera (Lula-Sassari, 27-28 settembre)

Del programma della Notte dei ricercatori dell’Università di Sassari fanno parte anche gli eventi della “Notte dei ricercatori in miniera”, legata al progetto dell’Einstein Telescope per la collocazione di un interferometro di terza generazione nella ex miniera di Sos Enattos a Lula. Nel sito candidato a ospitare il nuovo centro europeo per l’osservazione delle onde gravitazionali, il 28 settembre dalle 18.00 il pubblico potrà assistere a seminari sulle onde gravitazionali, dimostrazioni pratiche sul principio di rivelazione delle onde gravitazionali, descrizioni della geologia della Sardegna e degli impatti socio-economici che l’Osservatorio potrebbe avere per l’Isola. Si potrà, inoltre, partecipare all’osservazione guidata del cielo stellato. L’evento vedrà la partecipazione del Senatore Gianni Marilotti, Membro della VII Commissione Permanente Istruzione Pubblica e Beni Culturali del Senato della Repubblica e i saluti, mediante un messaggio video, dell’On.

Prof. Lorenzo Fioramonti, Sottosegretario Istruzione, Università e Ricerca. Durante la serata, l’economista e prorettore vicario dell’Ateneo Luca Deidda presenterà una ricerca sull’Einstein Telescope visto come un’occasione di sviluppo per la Sardegna. L’iniziativa è organizzato dall’Università di Sassari in collaborazione con Frascati Scienza, INFN, Università Federico II Napoli, INAF, IGEA e Comune di Lula.

Questo evento sarà preceduto dalle conferenze organizzate nelle scuole di Orune e Lula (istituto comprensivo di Bitti) la mattina del 27 settembre, dalle 8.30 alle 12.00, e negli istituti di Bitti il 28 settembre a partire dalle 9.30; sempre il 28 settembre, dalle 10 alle 12.20, conferenza con UniNuoro nell’aula magna di via Salaris (si allega programma della manifestazione “Dalle miniere osserviamo l’universo”).

Finale del Contamination Lab-Seconda edizione

Venerdì 28 settembre si conosceranno i vincitori della Seconda edizione del Contamination Lab dell’Università di Sassari (informazioni su www.uniss.it/clab).

Alle 19.00 i protagonisti saliranno sul palco per presentare le idee d’impresa i gruppi finalisti, che sono:

Intermedia drones (Servizi tecnologici), di cui fanno parte Anonella Canu, Francesco Carrus, Giovanni Carta, Claudia Deiana, Ombretta Denti;

Insect (Biological pest management, lotta biologica), formato da Giovanni Cosseddu, Valerio Demontis, Alessandro Morittu, Silvia Cassandra Polo, Federico Saba; MyPlant (agritech, educazione) con Marco Bulciolu, Silvana Meloni, Laura Pizzi, Marco Polese, Andrea Zamburru; Enjoy Experience (settore viaggi e tempo libero), di Federico Angius, Federica Incollu, Martina Marella Masala, Alberto Nigra, Alfio Satta;

MusicAll (settore musicale) di Francesca Galotti, Anastasia Popova, Letizia Tedde; MyViù (estetica applicata al benessere) di Federico Lai, Valentina Marrazzo, Carlotta Pinna, Giada Sias. Sarà presente anche il gruppo “Relicta” impegnato nel business delle bioplastiche, vincitore del CLAb 2017.

I vincitori dell’edizione 2018 saranno proclamati alle 21.00. I 3 progetti a maggiore potenzialità di sviluppo riceveranno lo Special Prize di Sardegna Ricerche.

La Notte europea dei ricercatori in piazza Castello si concluderà entro le 22.00, mentre alle 21 ad Alghero nel complesso di Santa Chiara, terminerà la mostra “We play, You Play”, che a fine agosto aveva aperto il calendario di eventi dedicati dall’Università di Sassari alla manifestazione.

La Notte Europea dei Ricercatori coordinata da Frascati Scienza, #BEES, è un progetto promosso dalla Commissione Europea, realizzato con il supporto della Regione Lazio, del Comune di Frascati e dell’Ente Parco Regionale Appia Antica. Come in ogni edizione, saranno coinvolti moltissimi partner tra enti istituzionali, associazioni e aziende.

The European Researchers’ Night project is funded by the European Commission under the Marie Sklodowska-Curie Actions (GA N° 818728).

Hashtag ufficiali sui social media: #Ern18, #Bees, #MSCAnight

Clicca e acquista su Amazon
acquista su amazon.it

Questa voce è stata pubblicata in Notte Europea dei Ricercatori, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.