Firenze, 15-20 luglio: 28a Conferenza internazionale sulla chimica organometallica

Icomc-2018, organizzata dall’Istituto di chimica dei composti organometallici del Cnr, torna in Italia dopo trent’anni con circa mille delegati provenienti da 42 Paesi. Tra gli oratori il premio Nobel 2016 per la Chimica, Ben L. Feringa. Un’occasione unica per presentare tematiche che, partendo dalla ricerca di base, forniscono avanzamenti in molti aspetti della vita quotidiana: salute, energia, ambiente

01Presso il Palazzo dei Congressi e degli Affari di Firenze, è in corso la 28a Conferenza internazionale sulla chimica organometallica (Icomc-2018), organizzata da Maurizio Peruzzini, Alessandro Mordini e Luca Gonsalvi dell’Istituto di chimica dei composti organometallici del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iccom). Patrocinato quest’anno dal Comune di Firenze, Cnr, Regione Toscana e Università Firenze, l’Icomc è un convegno a cadenza biennale, con una consolidata tradizione nella comunità scientifica internazionale, e torna in Italia dopo trent’anni dall’edizione tenutasi a Torino nel 1988. L’evento vedrà la partecipazione di circa mille delegati provenienti da 42 Paesi.

“Icomc 2018 fornirà un’occasione unica per presentare e diffondere tutti gli aspetti principali della chimica organometallica moderna affrontando tematiche che, partendo dalla ricerca di base, contribuiscono agli avanzamenti più significativi in molti aspetti della vita quotidiana (salute, energia, ambiente…)”, spiega Maurizio Peruzzini, direttore del Dipartimento di scienze chimiche e tecnologie dei materiali (Cnr-Dsctm). “Accanto alle aree tradizionali oggetto di studio nell’ambito della chimica organometallica, verranno presentati e discussi i progressi scientifici più rilevanti in settori emergenti quali le applicazioni in medicina, la chimica verde e la catalisi, le macchine molecolari, i nanomateriali”.

Le sessioni scientifiche vedranno oratori di eccellenza internazionale. In particolare si segnala, alle ore 16.50 di domani 19 luglio, la presenza di Ben L. Feringa, premio Nobel 2016 per la chimica

assegnato dalla prestigiosa Accademia delle Scienze svedese per la progettazione e produzione di macchine molecolari, le più piccole macchine del mondo, che terrà una conferenza su ‘processi catalitici sostenibili mediati da metalli’ (titolo ‘Exploring Catalytic Space With Metal-Based Systems’). A margine di una sessione della conferenza Ben. L. Ferlinga ha spiegato. “I temi di questo convegno riguardano la catalisi e la chimica organometallica e il cuore di ogni processo chimico nell’industria è un catalizzatore. Questo convegno è un’importante occasione per trovare nuove idee per costruire processi green sostenibili per l’industria chimica del futuro e voglio congratularmi con gli organizzatori per questa opportunità”.

Due sessioni saranno dedicate a minisimposi tematici focalizzati sui temi ‘Fotovoltaico e processi chimici fotoattivati’ e ‘Nuove sfide nell’attivazione e funzionalizzazione della CO2’, legati alle energie rinnovabili e alla decarbonizzazione. Infine, una sessione sarà dedicata alla presentazione dei progressi scientifici della comunità italiana che opera nel settore (Gruppo interdivisionale di chimica organometallica della Società chimica italiana).

Clicca e acquista su Amazon
Acquista su Amazon.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cnr, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...