Il convegno internazionale “Diritti, arte, diritto” chiude la mostra “No man’s Library/La biblioteca di tutti”

Il 29 giugno nel dipartimento di Giurisprudenza, laboratorio “Vedere la poesia. La voce di Alda Merini e la testimonianza di Arnoldo Mosca Mondadori”

Mostra No Man's Library_Foto Gino Di Paolo.jpg

Mostra No Man’s Library_Foto Gino Di Paolo

Due eventi di rilievo chiuderanno la mostra “No man’s library: la biblioteca di tutti”, ancora visitabile fino al 29 giugno nella ex biblioteca universitaria di piazza Università all’Università di Sassari (dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18).

Giovedì 28 giugno dalle 11.00 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 17.00, nell’ex biblioteca universitaria in piazza Università, si terrà “Diritti, arte, diritto”, convegno internazionale di studi e finissage della mostra “No man’s library/La biblioteca di tutti” con la partecipazione di importanti protagonisti della scena nazionale e internazionale. 

L’incontro è articolato secondo un approccio interdisciplinare che affronta le problematiche inerenti alla libertà delle arti, ai rapporti tra tutela e promozione del patrimonio, al sostegno della produzione culturale contemporanea confrontando profili di diritto costituzionale, amministrativo, europeo e internazionale con i contributi di artisti e operatori culturali. All’incontro prenderanno parte giuristi, urbanisti, artisti, curatori e critici d’arte, scrittori, direttori di musei, fondazioni ed istituti di cultura.

Tra gli altri, parteciperanno Alberto Garutti, artista. Già docente presso IUAV Venezia, Politecnico di Milano, Accademia di Brera, invitato alle maggiori Biennali internazionali, ha realizzato opere pubbliche per città e musei in Belgio, Giappone, Russia tra gli altri. I suoi lavori sono esposti nei maggiori musei in Europa e nel mondo.

Presente anche Donatella Spaziani, artista. Già borsista dell’École Nationale Supérieure des Beaux Arts di Parigi, ha realizzato mostre personali ed opere permanenti in musei e spazi privati a Milano, Torino, Roma, Napoli, Parigi, Ginevra, Zagabria, Mosca, New York, Linz e Strasburgo.

Ci sarà inoltre Alfredo Pirri, artista. Ha esposto i suoi lavori in numerose mostre nazionali e internazionali a Roma, Firenze, Londra, Parigi, l’Avana, Berlino. Ha insegnato alla Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme, all’Università La Sapienza di Roma, all’Accademia di Belle Arti di Urbino. Attualmente insegna Pittura all’Accademia di Belle Arti di Palermo.

Parteciperà Chiara Parisi, curatrice dell’Accademia di Francia a Roma. Già direttrice dal 2004 al 2011 del Centre international d’art et du paysage de l’île de Vassivière in Francia, e dal 2011 di La Monnaie a Parigi.

Interverranno noti giuristi dall’Italia e dall’estero come Jesus Prieto de Pedro, già Direttore generale del Ministero della Cultura in Spagna, è Professore Ordinario di Diritto amministrativo e Diritti culturali oltre che Direttore dell’Istituto per la Comunicazione interculturale di Madrid; Tullio Scovazzi, Professore Ordinario di Diritto internazionale dell’Università di Milano Bicocca. Referente della delegazione italiana all’UNESCO su questioni giuridiche relative alla tutela dei beni culturali; Jacques Ziller, Professore Ordinario di Diritto dell’Unione Europea dell’Università di Pavia, ha insegnato presso l’Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne e all’Istituto Universitario Europeo di Fiesole. Presidente di SIPE Societas Iuris Publici Europaei e coordinatore di ReNEUAL Research Network oN European Administrative law.

Il 29 giugno laboratorio “Vedere la poesia. La voce di Alda Merini e la testimonianza di Arnoldo Mosca Mondadori”.  All’evento del 28 giugno sarà presente anche l’editore e saggista Arnoldo Mosca Mondadori, che il giorno dopo, venerdì 29 giugno, sarà protagonista del laboratorio “Vedere la poesia. La voce di Alda Merini e la testimonianza di Arnoldo Mosca Mondadori”, in programma alle 9.00 nell’aula consiliare del dipartimento di Giurisprudenza (viale Mancini 5).

L’incontro con Arnoldo Mosca Mondadori sarà preceduto dalla proiezione del film-documentario Eternamente vivo, diretto dal regista Daniele Pignatelli, e sarà condotto come un laboratorio di scrittura creativa con la collaborazione dei partecipanti e la donazione ai più meritevoli di un manoscritto autografato dalla poetessa. Il laboratorio è aperto a tutti gli interessati.

Editore, saggista e poeta, Arnoldo Mosca Mondadori è stato il curatore dell’opera mistica di Alda Merini, figura cardinale della poesia contemporanea, tra il 1998 e il 2009.  Dalla loro amicizia e collaborazione nasce una serie di libri dal carattere spirituale, mistico, che rivelano quella che fu una delle prime componenti creative a manifestarsi nell’ispirazione della poetessa.

Clicca e acquista su Amazon
Acquista su Amazon.it

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.