Scienza e tecnologia, migliaia di visitatori in un anno del 10lab di sardegna ricerche. Paci: l’innovazione è il pilastro per il futuro

Risultati immagini per 10labÈ vincente la scommessa del 10lab, il centro interattivo per la promozione della cultura scientifica e dell’innovazione del Parco tecnologico della Sardegna: lanciato da Sardegna Ricerche e finanziato dall’assessorato regionale della Programmazione, nei suoi primi dodici mesi di attività ha ottenuto il ruolo di vero e proprio punto di riferimento nel panorama della divulgazione scientifica in Sardegna.

L’obiettivo delle attività del 2017 è stato di creare un modello completamente diverso da quelli esistenti nell’isola e nel resto d’Italia: non un tradizionale museo della scienza, ma un centro per la diffusione della cultura scientifica e la promozione dell’innovazione, dove le persone (giovani e adulti) imparano prima di tutto a ragionare come gli innovatori del ventunesimo secolo.

Vivere la scienza e l’innovazione in modo attivo e non da semplici spettatori. Questo è l’obiettivo del 10Lab: un laboratorio in grado di mettere il visitatore nelle condizioni di riflettere, sperimentare, discutere e costruire avendo un ruolo da protagonista”, sottolinea l’assessore regionale della Programmazione Raffaele Paci. “Uno spazio in continua evoluzione aperto al contributo di tutte le realtà innovative della Sardegna come i Fab Lab, le Università, i centri di ricerca e le aziende, per avvicinare i bambini e i giovani alla scienza, stimolare la loro creatività e avvicinarli a quell’innovazione tecnologica che deve diventare un tassello fondamentale nei percorsi scolastici anche dei più piccoli”. “Perché è l’innovazione – conclude il vicepresidente della Regione – il pilastro più solido su cui progettare il nostro futuro”.

Dalle visite organizzate delle scuole di ogni ordine e grado, arrivate al 10lab da tutta la Sardegna, agli eventi per le famiglie che hanno potuto visitare il centro (immerso nel 160 ettari del suggestivo parco naturale di Pula), fino alla rassegna estiva organizzata tra Pula e Cagliari, arricchita dalle magiche serate agostane dedicate all’osservazione delle stelle: sono i numeri a dimostrare, attraverso il gradimento del pubblico e degli insegnanti, la forza e il proprio potenziale.

  • 400 visitatori totali 
  • 500 studenti
  • 400 visitatori nelle domeniche aperte di Inventori in famiglia
  • visitatori estivi per la rassegna L’estate del 10lab
  • 500 visitatori negli altri eventi come Musica da imballo, The Big Chain Reaction ecc.

“Questi numeri confermano come il 10lab sia uno spazio fondamentale per Sardegna Ricerche perché consolida la sua mission di divulgazione scientifica, in particolare nei confronti delle scuole – sottolinea il direttore generale Giorgio Pisanu -, soprattutto, certifica il ruolo dell’agenzia della Regione come promotore a tutto tondo del processo e della cultura dell’innovazione: dallo sviluppo delle innovation skill nei più piccoli fino al sostegno per le imprese, dal dialogo con cittadini e pubblico generico, fino alla ricerca in diversi ambiti tecno-scientifici”.

La missione del 10lab è sostenere e sviluppare nei giovani e nel pubblico adulto le competenze chiave legate all’innovazione tecnologica: creatività, problem solving, capacità di lavorare in gruppo e di mettersi in gioco. «È così che si può contribuire alla trasformazione di una società sempre più legata all’innovazione tecnologica, dove tutti i cittadini sono portati a creare e innovare e a relazionarsi in maniera attiva e non passiva alla tecnologia  e alla ricerca», raccontano i giovani dello staff del 10lab, laureandi e neolaureati sardi formati da professionisti nel campo della comunicazione della scienza e della museologia ed esperti internazionali, per facilitare i laboratori didattici e le attività tinkering.

Tre le direttrici nella visione futura di Sardegna Ricerche per il 10lab: attestarsi come punto di riferimento regionale, e non solo, per la divulgazione scientifica e la cultura dell’innovazione; creare uno spazio di incontro fra scienziati, ricercatori, studenti e cittadini e diventare una vetrina sul futuro dell’innovazione in Sardegna.

Nel 2017 le attività del 10lab sono state gestite in collaborazione con la Sissa Medialab, società di proprietà della Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati di Trieste, nelle prossime settimane Sardegna Ricerche lancerà il nuovo bando per individuare il partner per consolidare e sviluppare il percorso futuro.

Questa voce è stata pubblicata in Sardegna Ricerche, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.