Start Cup Sardegna 2017 Vince “Relicta” Al secondo posto “MO.NAT”, terzo “neeoT”

L'immagine può contenere: una o più persone, persone sul palco, persone in piedi, concerto, notte e spazio al chiusoVince la X edizione della Start Cup Sardegna il gruppo “Relicta” formato da Davide Sanna, Matteo Sanna, Mariangela Melino, Andrea Farina e Giovanni Conti. Già vincitrice del Contamination Lab dell’Università di Sassari, Relicta rivoluziona l’idea del packaging offrendo una plastica idrosolubile, biodegradabile e compostabile ricavata dagli scarti della lavorazione del pesce, con cui il processo di smaltimento inizia e finisce dal consumatore stesso.

Secondo posto per Mo.Nat, gruppo composto da Sara Vignoli e da Daniela Paddeu, che progetta e realizza strutture d’arredo modulari che uniscono la bellezza del design Made in Italy e la natura.

Al terzo posto neeoT (Contamination Lab Università di Cagliari) di Renato Caboni, Federico Corona,  e Nicola Aldo Cabras. Pensato per le aziende agricole, Neeot crea una rete privata  capace di coprire con una sola antenna un’area di decine di km, e garantisce l’analisi e l’utilizzo in tempo reale dei dati provenienti dai sensori (end point) disposti dentro l’area di copertura.

I primi tre classificati parteciperanno al Premio Nazionale dell’Innovazione (PNI).

La Sardegna seleziona gli innovatori di oggi e di domani. Erano13 le idee d’impresa in gara per la Start Cup Sardegna 2017, competizione tra le migliori idee d’impresa innovative giunta alla decima edizione. I gruppi, che sono emersi dal percorso organizzato dai due atenei sardi, si sono contesi la vittoria a colpi di business plan e di elevator pitch.

Si è svolta stasera al Teatro Civico di Sassari (Corso Vittorio Emanuele II n°73) con la finale della X edizione della Start Cup Sardegna, la Business Competition organizzata dagli Uffici di Trasferimento Tecnologico delle Università di Sassari e Cagliari. Sono intervenuti, tra gli altri, il Prorettore Vicario dell’Università di Sassari, Luca Deidda, Gabriele Mulas, delegato al Trasferimento tecnologico dell’Università di Sassari, Chiara Di Guardo, prorettore all’Innovazione dell’Università di Caglliari, 

Ai finalisti del percorso Start Cup si sono aggiunte quest’anno le idee già vincitrici dei Contamination Lab, 5 idee selezionate all’Università di Sassari (premiate in piazza Castello durante la Notte europea dei ricercatori) e 3 idee dell’Università di Cagliari. Pre i primi tre classificiati sono previsti premi in denaro e servizi e la partecipazione al Premio Nazionale dell’Innovazione.

I tredici finalisti: Carryme, Easyplant, Heart of Sardinia, Little Alienz, MindPot, MO.NAT, Neeot- Think Away, OMSy, Osteo-Lab, ProPet, Receipt0, Relicta!, So green.

La presentazione al pubblico è avvenuta attraverso l’Elevator Pitch: ogni gruppo ha avuto 5 minuti di tempo per raccontare in modo chiaro ed efficace la propria idea e, soprattutto, convincere i valutatori della validità della loro innovazione, della sostenibilità economica e della capacità imprenditoriale del gruppo di lavoro.

Sono state due le principali novità di quest’anno: il contraddittorio tra i gruppi e gli “Opponent” alla fine di ogni Pitch e la votazione in diretta dei Pitch e delle idee da parte di una giuria di esperti del settore. Questa votazione ha contribuito per il 50 per cento al punteggio finale; la restante metà è stata delle valutazioni dei business plan espresse da una giuria più ristretta. La giuria dei business plan è composta da Alberto Scanu (Confindustria Sardegna), Luca Saba (Coldiretti Sardegna), Carlo Mannoni (Fondazione di Sardegna), Francesco Chiari (Numera), Salvatore Desole (Unifidi Sardegna), Claudio Virzilio (Legacoop Sardegna), Ignazio Pischedda 8gruppo BPER), Ginevra Balletto (Rotary Club Cagliari). I cosiddetti “opponent” (“oppositori”) sono: Alberto Scanu, Pierluigi Pinna (Abinsula), Luca Saba, Giovanni Pinna Parpaglia (Ordine dottori commercialisti ed esperti contabili di Sassari).

Ho moderato l’evento Lorenzo Micheli, Clab Ambassador.

Questa voce è stata pubblicata in Start Cup Sardegna e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.