Sei giovani chef sardi alla conquista dell’America entra nel vivo il progetto Taste to Taste

I ragazzi selezionati voleranno a New York per un’esperienza di studio e scambio di esperienze ideata e promossa dall’Aspal in collaborazione con lo chef stellato Roberto Petza

Visualizzazione di TasetToTaste 01.pngSei giovani aspiranti chef sardi alla conquista dell’America: è la seconda fase del progetto Taste to taste, giovani chef per il made in Italy, ideato e promosso dall’ASPAL (Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro) e cofinanziato dal ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, nel quadro del bando “Scambi Giovanili 2016”.

Il progetto, patrocinato tra gli altri dal ministero per le Politiche Agricole e dalla presidenza della Giunta regionale, entra nel vivo dopo la prima fase di selezione e formazione affidata dall’ASPAL all’Accademia di Casa Puddu dello chef stellato Roberto Petza, che ha concluso il percorso residenziale in cucina con i giovani, tutti tra i 18 e i 35 anni, e li ha preparati per la loro esperienza negli Stati Uniti.

Da domani e per una settimana, i giovani aspiranti chef sardi saranno a New York dove incontreranno una squadra di junior chef americani, formati per il progetto dall’International Culinary Education, la più grande realtà formativa d’America del settore, e dall’AICNY Associazione Italiana Chef di New York, partner dell’ASPAL.

Insieme parteciperanno a eventi internazionali di promozione della cucina e dei prodotti italiani, visite studio presso centri di formazione di eccellenza, incontri informativi con i rappresentanti di istituzioni italiane all’estero e potranno sperimentare direttamente il lavoro nei ristoranti italiani dell’associazione italiana chef di New York.

La visita nella Grande Mela sarà anche l’occasione per l’ASPAL di gettare le basi per intraprendere nuove collaborazioni con gli istituti ed enti americani per successivi progetti di formazione e di mobilità professionale nella ristorazione.

«Il progetto si inserisce in uno dei settori portanti della nostra economia, il turismo di alta fascia e l’enogastronomia, e contribuisce a diffondere la cultura del cibo made in Italy e la conoscenza dei prodotti sardi nel mondo. Per l’Agenzia è un’importante occasione di scambio con istituti di altissimo livello del food internazionale, e apre nuove partnership che si aggiungono a quelle già da tempo in corso con Paesi come Spagna, Francia. Tutto questo nell’ottica di un incremento sempre maggiore delle attività internazionali dell’ASPAL, che sempre più si muove in un contesto globale e in un mercato del lavoro che non può restare chiuso nei confini nazionali», sottolinea il direttore generale dell’Aspal, Massimo Temussi.

«Attraverso questa esperienza i giovani aspiranti chef potranno aumentare considerevolmente il proprio livello di formazione e rientreranno con un’occupabilità accresciuta e che permetterà loro di inserirsi nelle realtà imprenditoriali top del settore».

Il programma newyorkese per i sei giovani chef sarà denso: saranno protagonisti al Summer Fancy Food Show, la più grande fiera agroalimentare del nord America e vetrina delle più importanti innovazioni del settore, e serviranno le loro creazioni all’evento I Love Italian Food & Friends, sotto la guida attenta dei maestri Petza e Solinas. Visiteranno inoltre il Culinary Insitute of America, il più importante campus americano per le professioni della ristorazione e della accoglienza, e grazie agli esperti dell’Istituto di Commercio Estero e dall’ENIT approfondiranno tutti gli aspetti manageriali sul business legato alla ristorazione nel nord America e i trend del turismo enogastronomico.

«Ho trovato sei giovani cuochi molto motivati che venivano da esperienze estremamente diverse tra loro», spiega lo chef Roberto Petza alla vigilia della partenza per New York, «abbiamo lavorato principalmente sulle tecniche di cucina per dare la possibilità agli allievi di acquisire la padronanza su alcune lavorazioni che proporremo durante gli eventi della settimana a New York. La partecipazione di tutti è stata molto interessata e collaborativa e alla fine del percorso formativo, posso dire, che si è creato un gruppo di lavoro di grande qualità che sarà in grado di valorizzare la nostra cucina e i nostri prodotti nel confronto con gli omologhi americani».

Ulteriori informazioni sul sito dedicato al progetto:

www.aspalsardegna.it/tastetotaste/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in eventi, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...