Ecommerce Revolution: gli acquisti si fanno online!

Sono sempre più numerose le persone che decidono di acquistare online e le aziende che hanno capito che non possono esimersi da questa rivoluzione di usi e abitudini d’acquisto degli italiani.

È una vera e propria rivoluzione quella che ha caratterizzato il mercato degli ultimi anni e non si fermerà di certo ora: l’eCommerce in Italia cresce sempre più, tanto che nel 2017 gli acquisti sul web registrano un valore di oltre 23 miliardi di euro con un incremento del 16% rispetto all’anno precedente (dati Osservatori.net, “Quanto vale l’eCommerce B2C in Italia nel 2017?”).

I settori che stanno crescendo maggiormente sono il travel, food, il beauty e l’healthcare.
In particolare il beauty, secondo una ricerca di Cosmetica Italia, è un comparto che non conosce battute d’arresto con un fatturato globale di oltre 10 miliardi di euro, grazie soprattutto alla vendita diretta al consumatore finale, dove l’eCommerce riveste un ruolo cruciale rispetto ai canali tradizionali. Un esempio ne è Piperitas.com, e-store nato da pochi mesi che sta riscuotendo grande successo in Italia grazie all’elevata qualità dei prodotti, all’ottimo rapporto qualità/prezzi, ad una consapevole gestione dl cliente e ad una mirata strategia di marketing e comunicazione.

Un eCommerce di successo consente all’utente di acquistare prodotti:
– in tutta comodità, scegliendo tra una vasta gamma online nel momento della giornata in cui si preferisce e dal luogo in cui si preferisce;
– in modo semplice e veloce, procedendo all’aggiunta al carrello in pochi semplici passaggi;
– in sicurezza, grazie a sistemi di pagamento sicuri.

Comodità, rapidità e sicurezza sono proprio alcuni degli elementi principali che cercando gli utenti online e che desiderano trovare su un eCommerce. Quando effettuano acquisti online, le persone prestano particolare attenzione a tre fattori:
1) La convenienza. Non è un caso, infatti, che su molti eCommerce i prezzi siano ridotti o scontati rispetto a quelli presenti nei negozi fisici. La promozione, la scontistica personalizzata in base alle preferenze di acquisto del consumatore piuttosto che all’utente “nuovo”, appena atterrato sull’ eCommerce, il prezzo conveniente incentivano notevolmente a comprare online.
2) Le spese di spedizione gratis. Se l’utente è intenzionato a comprare un prodotto su un e-store perchè conveniente, ma poi vede che deve aggiungere quasi una cifra uguale per le spese di spedizione, allora quasi mai procederà con l’ordine. Gli eCommerce che presentano spese di spedizione gratuite oltre un certo valore dell’ordine (ad esempio per ordini superiori a 49 euro), risultano molto competitivi agli occhi – e al portafoglio – dell’utente.
3) Il metodo di pagamento. Il cliente vuole poter scegliere tra diverse forme di pagamento: se sull’eCommerce trova differenti modi per poter pagare (carta di credito, PayPal e così via), gli sarà semplice acquistare.

Sembra facile, ma non lo è. Creare e gestire un eCommerce perfettamente funzionante richiede sforzi strategici, commerciali ed economici all’azienda, che non deve mai trascurare dettagli importanti, quali:
L’analisi della concorrenza. Come si muovono i competitor online? Come hanno creato il menu del sito? Con quali categorie? Qual è la loro logica di pricing e promotion? Che tipo di comunicazione hanno scelto?
L’ottimizzazione mobile: la maggioranza del traffico ai siti arriva da mobile, quindi l’eCommerce deve essere responsive, progettato per la fruizione da mobile. Secondo i dati dell’Osservatorio Mobile B2C Strategy della School of Management del Politecnico di Milano, ben il 70% degli utenti italiani usa lo smartphone per navigare con un tempo medio speso del 60%. Addirittura per la metà delle perosne che sono solite navigare da mobile, lo smartphone ha completamente rimpiazzato il pc.
L’esperienza d’acquisto. L’eCommerce deve essere user-friendly, studiato, costruito e perfezionato per garantire un’eccellente esperienza all’utente. Ciò significa che il sito deve essere facilmente navigabile, l’utente può trovare immeidatamente ciò che sta cercando, le icone devono essere chiare, le informazioni devono essere esaustive, il passaggio da “aggiunto al carrello” a “acquista” rapido e funzionale.
Il customer care. Vendere non è sufficiente. Bisogna saper gestire il cliente non solo durante il processo d’acquisto in caso di encessità, ma anche durante il post-vendita, per capire il livello di soddisfazione con il prodotto e l’azienda e costruire un rapporto di medio-lungo termine. Un cliente fidelizzato è una risorsa preziosa per ogni azienda.

La rivoluzione eCommerce è già in atto: le aziende devono capire come muoversi in questo nuovo panorama per non lasciarsi scappare grandi opportunità di business.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in e-commerce, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...