Oltre 22 milioni di ore di informatica per “Programma il Futuro”

Nessun testo alternativo automatico disponibile.Risultati eccellenti per il terzo anno di “Programma il Futuro”, il progetto lanciato a settembre 2014 e realizzato grazie alla collaborazione tra il MIUR ed il CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica) per introdurre tra i banchi di scuola i primi rudimenti della cultura informatica in maniera semplice e divertente. Largamente superati gli obiettivi iniziali di coinvolgimento nella formazione al pensiero computazionale del 40% degli istituti scolastici e di svolgimento di 10 ore di informatica nel 9% delle classi: risultano ad oggi coinvolti oltre il 70% degli istituti e più del 22% delle classi. Questi i principali dati di monitoraggio presentati nel corso dell’evento celebrativo svoltosi presso il MIUR nella sala della Comunicazione: oltre 1.600.000 studenti, più di 83.000 classi e di 25.000 insegnanti partecipanti in 5.856 istituti, 22.464.078 ore del codice effettuate, con una media di 13,5 ore ad alunno.

Aumenta il numero di ragazze che nelle scuole secondarie superiori sperimentano il coding. Anche se nel confronto con i ragazzi il 41,8% degli iscritti al progetto è costituito da studentesse, i dati mostrano che esse partecipano attivamente in misura pari al 54,2%.

Programma il Futuro si conferma un progetto di eccellenza anche nell’attività di ricerca sul pensiero computazionale, con la realizzazione di 2 articoli scientifici che saranno presentati nei prossimi mesi in convegni internazionali sull’insegnamento dell’informatica.

Durante la manifestazione sono state premiate le scuole vincitrici del concorso “Programma le Regole 2017”, basato sulla simulazione, mediante la programmazione, di come un insieme di regole fa evolvere uno scenario di tipo sociale, ambientale o sportivo (programmailfuturo.it/progetto/concorso-2017). Le risorse assegnate (sistemi per la didattica, dispositivi digitali, libri) sono state messe a disposizione dai partner che sostengono il progetto a più livelli: TIM (mecenate fondatore); Engineering (benefattore fondatore); Cisco (donatore), De Agostini Scuola (donatore fondatore). Oltre 200 le menzioni speciali per classi, docenti, scuole che si sono particolarmente distinti per qualità ed impegno.

Nel corso dell’evento è stato presentato il trailer del video “Alla scoperta dell’informatica” realizzato da RAI Cultura, media partner del progetto. Il video integrale sarà pubblicato online su http://www.raiscuola.rai.it e commentato in diretta sui social di Rai Scuola (@raiscuola) il 22 giugno.

Il progetto si avvale anche del sostegno di CA Technologies (donatore), del supporto di Andinf, ANP, SeeWeb e del patrocinio di associazioni nazionali di categoria, quali Confindustria Digitale e IAB Italia.

“Programma il Futuro”, anche grazie ai risultati ottenuti, continua la sua attività per promuovere l’insegnamento nella scuola degli aspetti scientifici dell’informatica, in modo da fornire alle nuove generazioni strumenti utili a far comprendere in modo attivo e consapevole la complessa società digitale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Innovazione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...