I ragazzi di Need for Nerd vincono la “Lean Startup Machine”

Dopo New York, Rio de Janeiro, Shangai, Sidney, Milano, Torino, Palermo, è arrivata per la prima volta in Sardegna: la Lean Startup Machine. Il workshop internazionale di tre giorni, sviluppato da Trevor Owens nel 2010 a partire dalla base metodologica del Lean Startup di Eric Ries, che ha l’obiettivo di aiutare chi ha un’idea di impresa a scoprire velocemente se la loro intuizione ha reali potenzialità di mercato.

Negli spazi della manifattura tabacchi di Cagliari, dopo tre giorni intensi di lavoro, dal 19 al 21 maggio, sono risultati vincitori i ragazzi di Need for nerd (leggi l’intervista) che si sono aggiudicati 2500 euro di consulenze di Amazon Web Services, una postazione di un mese da MakeaCube e una postazione per due mesi da Hub/Spoke.

“Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto questo risultato – ha detto Michele Mereu, uno dei fondatori della startup vincitrice – Abbiamo raggiunto la seconda fase del nostro progetto: focalizzare in modo lean la nostra idea”.

“Sono stati tre giorni molto intensi – ha detto Marco Pischedda di Hub/Spoke – durante i quali si è lavorato duramente. Sia all’interno che all’esterno della manifattura. Ma soprattutto è stato un evento realizzato in forte sinergia con i partner”

Il format.

La Lean Startup Machine è un workshop di tre giorni pensato per aiutare i futuri imprenditori a scoprire velocemente se la loro idea di business ha reali potenzialità di mercato. Grazie ad una precisa metodologia di training intensivo e ad una costante attività di mentorship i partecipanti sono stati guidati nello svolgimento di esperimenti tesi a testare molteplici concetti di business. Identificare quale ha il maggior potenziale e costruire soluzioni che portino un concreto valore al cliente, soprattutto con attività di verifica sul campo secondo la filosofia “Get out of the building”. Il modello ha un approccio che predilige la centralità dell’approccio con il cliente reale focalizzando prima i problemi e non le loro soluzioni, sulla metodologia e non sulla costruzione di un prodotto, per aiutare i futuri imprenditori a imparare un framework di validazione della propria idea sul mercato di riferimento, il prima possibile con il minor impiego di risorse, per guidare il proprio business nella giusta direzione.

I numeri.

3 giorni di intensi lavori. 6 workshop, 40 partecipanti di età compresa tra i 20 ed i 50 anni, 12 mentor. 8 idee presentate. 11 sponsor. 7 partners.

Le idee.

Fly and play è un’area giochi tematizzata per intrattenere i bambini negli aeroporti. NuovoMondo è la piattaforma che aiuta i diversamente abili a visitare la struttura per le vacanze, prima di prenotare, grazie alla virtual reality. Fixupy è l’idea che aiuta a pianificare le proprie campagne di carvertaising, metti a disposizione la tua auto per la pubblicità altrui. MioMercato è l’idea che aiuta ad aumentare i clienti di coloro che hanno un box nei mercati rionali. Unihelp è la piattaforma che aiuta i ragazzi dell’ultimo anno delle superiori a scegliere il corso di studio universitario in modo consapevole. Need for nerd ha creato una piattaforma di esercizi online per selezionare programmatori. Certy ha sviluppato una rete di persone che controlla gli oggetti venduti on line. Monitoring robots è l’idea che offre soluzioni tecnologiche per ridurre i costi infrastrutturali per le misurazioni tecniche industriali.

I vincitori.

I vincitori assoluti di questa prima edizione sarda sono stati Need for nerd, la community nata nel 2016 all’interno del percorso universitario Contamination Lab Cagliari, con l’obiettivo di creare un punto di incontro fra sviluppatori junior, che hanno bisogno di una mano d’aiuto nell’elaborazione del proprio lavoro, e programmatori esperti che dispongono di una competenza tale che permette loro di fornire una consulenza specifica.

Il secondo posto è andato a Fixupy, che si aggiudica il corso di formazione “Diventa un imprenditore” di Lacerba.io + un mese di postazione in Open Campus, ed il terzo posto è stato assegnato a MioMercato che vince un mese di postazione in Hub/Spoke.

Sono stati assegnati ulteriori due premi speciali: a Monitoring robots è andato il “premio Abinsula” consegnato da Antonio Solinas ed a Certy è andato il “premio Consulting” consegnato da Alessandro Orgiana. I primi avranno la possibilità di usufruire di un mese presso una delle loro quattro sedi, a Cagliari, a Sassari a Torino o a Barcellona, invece i secondi hanno vinto un documento di fundraising.

L’evento è organizzato da Sardegna Ricerche, Hub/Spoke, Avanzi, Make a Cube, The Net Value, Open Campus e The Doers.

Sono stati sponsor dell’evento: Microsoft Ventures e Elance (Global Sponsor), PORTA 1918, Playcar Car Sharing, Grafiche Ghiani, Apply Consulting, BY-OA Mobile Solutions, BeeToBit srl, Lacerba.io, Abinsula srl, Amazon Web Services (Hero Sponsor,)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in eventi, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...