Due inventori italiani fra i 15 finalisti dello European Inventor Award 2017

Logo European Patent OfficeCombattono le malattie, affrontano alcuni dei più pressanti problem dell’ambiente, arricchiscono le nostre vite… Sono i 15 inventori finalisti dello European Inventor Award 2017 annunciati dallo European Patent Office (EPO). Questi scienziati e ricercatori, da soli o con i loro team, hanno fortemente contribuito al progresso tecnologico e a generare valore e occupazione in Europa e oltre. Con il suo prestigioso premio l’Ufficio europeo dei brevetti (European Patent Office) riconosce il lavoro di scienziati ricercatori e ingeneri, suddividendoli in cinque categorie. Le loro invenzioni, protette da brevetti rilasciato dallo European Patent Office, hanno contribuito allo sviluppo sociale e alla crescita economica.

I vincitori di ciascuna delle cinque categorie saranno annunciati il 15 giugno a Venezia nel corso di una cerimonia che si terrà presso l’Arsenale alla presenza di alti rappresentanti della politica, della Ricerca, dell’economia e della proprietà intellettuale. A questi si aggiunge il vincitore del Popular Prize. Chiunque potrà prendere parte da casa a questa votazione selezionando l’innovazione che ritiene più importante attraverso il sito dell’European Patent Office.

«I finalisti dello European Inventor Award 2017 dimostrano che l’Europa continua a essere un leader mondiale nell’innovazione. Attraverso gli eccezionali inventori che hanno ricevuto la nomination rendiamo onore agli uomini e alle donne che con il loro ingegno contribuiscono alla forza competitiva dell’economia europea e a migliorare le nostre vite di ogni giorno», ha detto il Presidente dello European Patent Office Benoît Battistelli, «permettendo di trarre il meglio dal lavoro degli inventori, il sistema europeo dei brevetti rimane uno dei pilastri che assicurano la posizione dell’Europa tra i mercati globali della innovazione»

I 15 finalisti sono stati selezionati da una giuriay indipendente a partire da una lista di 400 individui e squadre proposte dal pubblico, dagli Uffici brevetti delle nazioni aderenti e dallo European Patent Office. I finalisti di questa edizione provengono da 12 Paesi: Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Marocco, Olanda, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera. I finalisti italiani sono il nefrologo bergamasco Giuseppe Remuzzi con il suo team nella categoria ‘Industria’ e il microbiologo senese Rino Rappuoli nella categoria ‘premio alla carriera’.

Ecco i finalisti suddivisi nelle cinque categorie.

Industria

Lars Liljeryd (Svezia): Compressione dei file audio digitali
L’ingegnere del suono svedese Lars Liljeryd ha inventato la spectral band replication (SBR) una soluzione impiegata nello standard di codifica e decodifica dei file audio HE-AAC che ha aiutato il successo dei sistemi di streaming, di registrazione e riproduzione del suono. Sfruttando il principio della ridondanza armonica, SBR usa le frequenze più basse per riprodurre quelle più alte. Così facendo SBR può ridurre fino al 50% la dimensione dei file senza sacrificarne la qualità. Venduta dal 2007 da Dolby Laboratories, la tecnologia SBR è utilizzata da circa 6 miliardi di strumenti: smartphone, videocamere, televisioni e PC.

Giuseppe Remuzzi, Ariela Benigni, Carlamaria Zoja (Italia): Terapia per la nefropatia
Se la dialisi non è più un destino inevitabile per milioni di persone con grave insufficienza renale, questo avviene grazie alle proprietà nefroprotettive dei farmaci ACE inibitori studiati dal nefrologo italiano Giuseppe Remuzzi e dalle sue collaboratrici Ariela Benigni e Carlamaria Zoja all’Istituto per le Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Bergamo. Questi farmaci, oltre a essere i primi del loro tipo a fermare la progressione dell’insufficienza renale, si sono mostrati importanti nei Paesi poveri dove la dialisi è largamente inesistente e la prevenzione è l’unica alternativa.

Jan van den Boogaart e Oliver Hayden (Olanda/Austria): Un test rapido per diagnosticare la malaria
L’ematologo olandese Jan van den Boogaart e il biochimico austriaco Oliver Hayden hanno sviluppato il primo sistema automatico basato su computer per rilevare la malaria. Non c’è più bisogno di un esame al microscopio che scopra la presenza degli agenti patogeni della malaria. La loro tecnica, disponibile sui normali sistemi di analisi del sangue della Siemens Healthineers, si basa su una combinazione di 30 parametri per scoprire ‘l’impronta digitale’ che identifica con certezza quasi assoluta la malaria. L’efficace combinazione tra ricercatori ha spostato l’ago della bilancia a favore di chi combatte una delle 10 malattie più mortali.

Ricerca

Hans Clevers (Olanda): Organi artificiali per analisi di laboratorio
Il genetista molecolare olandese Hans Clevers e un team del Centro Universitario Medico di Utrecht hanno sviluppato piccoli organi artificiali, chiamati ‘organoidi’, fatti crescere fuori dall’organismo a partire dalle staminali del paziente in modo da testare l’effetto che potrebbero avere le terapie. Clevers ritiene possibile replicare interi organi da auto trapiantare nel paziente. I suoi organoidi hanno già applicazione nella medicina personalizzata e nella sperimentazione di offrendo ai pazienti la speranza di migliori terapie.

Laurent Lestarquit, José Ángel Ávila Rodríguez e collaboratori (Francia, Spagna, Germania e Belgio):Segnali radio per una migliore navigazione via satellite
Le tecnologie di segnalazione sviluppate da questa squadra internazionale di scienziati e ingegneri ha permesso alla rete di satellite europea Galileo di offrire una accuratezza molto alta nel posizionamento satellitare, (fino a pochi centimetri), per una crescente gamma di applicazioni. Il loro lavoro consente anche la interoperabilità fra la rete Galileo il sistema americano GPS e il russo GLONASS, e supporta funzionalità che renderanno Galileo a partire dal 2020 il più avanzato sistema globale di posizionamento e navigazione via satellite.

Sylviane Muller (Francia):Trattare il lupus eritematoso partendo dal sistema immunitario
L’immunologa francese Sylviane Muller del Centro nazionale francese per la ricerca scientifica ha inventato la prima terapia di questo tipo per il lupus eritematoso sistemico, una malattia autoimmune. Muller ha identificato le cellule CD4-T come il grilletto che fa scattare il lupus e ha scoperto e sintetizzato una molecola che ferma la progeessione della malattia in modo specifico senza sopprimere l’intero sistema immunitario del paziente come fanno altre terapie. Gli studi e i brevetti di Syliviane Muller hanno portato allo sviluppo del farmaco Lupuzor, che sarà venduto dalla sua start up ImmuPharma probabilmente già dal 2018.

Paesi non aderenti allo European Patent Office

James G. Fujimoto, Eric A. Swanson e Robert Huber (USA/Germania): Tomografia a coerenza ottica (OCT)
Questo sistema di diagnostica per immagini sviluppato da due ingegneri americani e da un fisico tedesco al Massachusetts Institute of Technology (MIT) consente ai medici di esaminare i tessuti molli e i capillari senza ricorrere a procedure invasive. Divenuta rapidamente una procedura standard in oftalmologia, la OCT consente di diagnosticare serie patologie oculari precocemente, quando è più facile curarle e scongiurando così un numero incalcolabile di casi di perdita della vista e altre serie complicanze. Le applicazioni della OCT si stanno estendendo alla diagnostica in campo vascolare dermatologico e gastrointestinale.

Waleed Hassanein (USA): Conservare ‘al caldo’ gli organi destinati al trapianto
Il 65% dei cuori messi a disposizione dai donatori si deteriora durante il trasporto e non può essere trapiantato a causa dei limiti posti dagli attuali sistemi di conservazione. Il cardiochirurgo statunitense Waleed Hassanein sviluppando il suo Organ Care System mira ad aumentare il numero di organi a disposizione per i trapianti. Invece di conservare gli organi sotto ghiaccio, Il sistema allunga il periodo di tempo in cui l’organo può essere conservato intatto fra l’espianto e il trapianto, replicando condizioni simili a quelle dell’organismo.

Adnane Remmal (Marocco): Sostanze naturali per sconfiggere la resistenza agli antibiotici
Il professor Adnane Remmal che insegna biotecnologia in Marocco ha ben presente il crescente problema della multi-resistenza agli antibiotici. Il suo brevetto permette di aumentare l’efficacia degli antibiotici associandoli alle proprietà medicinali delle piante locali, I farmaci recentemente sviluppati da Remmal hanno mostrato di combattere batteri moderatamente resistenti e altamente resistenti meglio delle terapie standard senza provocare effetti collaterali né resistenza. Potrebbero aiutare a rallentare la diffusione di batteri multi-resistenti e aumentare il ritmo con il quale vengono proposte nuove terapie.

Piccole e medie imprese

Gert-Jan Gruter (Olanda): Bottiglie di plastica realizzate con gli amidi
Il chimico olandese Gert-Jan Gruter e I suoi collaboratori alla Avantium hanno sviluppato un nuovo metodo che consente di usare glia midi delle piante per produrre bottiglie di plastica ricilabili. Per la prima volta una bioplastica sarebbe utilizzabile in modo economicamente interessante su scala commerciale. Oltre a offrire caratteristiche migliori del tradizionale PET il PEF inventato da Gruter richiede il 70% di energia in meno in fase di produzione e rappresenta un grande passo avanti nel ridurre l’impatto ambientale della plastica. Il brevetto ha già attirato l’attenzione di grandi aziende alimentari e delle bevande.

Günter Hufschmid (Germania): Una super-spugna per la bonifica dopo gli sversamenti di oli
Grazie alla sua capacità di assorbire liquidi non solubili in acqua, in misura fino a sette volte il suo peso, la cera micronizzata sviluppata da Günter Hufschmid e dai suoi collaborator nella società tedesca Deurex, potrebbe rappresentare una rivoluzione nella bonifica degli sversamenti di petrolio e prodotti chimici. Sul mercato con il nome “Pure”, questa cera non lascia residui chimici e dopo essere stata strizzata come una spugna può essere riutilizzata E’ stata già usata nelle aree fortemente inquinate del delta del Niger e in Germania per pulire le cantine e le case allagate da una miscela di acqua e olio da riscaldamento.

Steve Lindsey (Regno Unito): Un compressore d’aria che ruota e risparmia energia
Dall’invenzione del compressore a pistoni negli anni 30 a oggi, il settore dei compressori d’aria ha visto poche innovazioni .Ora l’inventore Steve Lindsey fondatore della inglese Lontra ha portato aria nuova con un compressore rotante a lame che può ridurre fino al 30% il consumo di energia .E’ significativo perché i compressori rappresentano il 10% del consumo complessivo di elettricità da parte delle industrie in Europa. Il compressore a lame, è stato testato con successo in un depuratore d’acqua industriale, e potrebbe essere utilizzato in aree come il trattamento delle acque e l’imballaggio.

Premi alla carriera

Elmar Mock (Svizzera): Prima lo Swatch, poi il mondo
Co-inventore dello Swatch, l’orologio più venduto del mondo, lo svizzero, Elmar Mock ha sviluppato una tecnica per la fusione a ultrasuoni che non ha solo snellito la produzione di questo orologio ma ha dato il via a una serie di applicazioni per ‘saldare’ legno, cemento e perfino le ossa. Intorno a queste applicazioni Mock ha fondato la sua Creaholic, che studia soluzioni tecniche innovative per oltre 200 aziende generando diverse spin-off di successo in settori che vanno dalla tecnologia medicale al risparmio dell’acqua.

Rino Rappuoli (Italy): Nuovi vaccini dalla genetica
Il microbiologo italiano Rino Rappuoli ha aperto la strada dei cosiddetti ‘vaccini coniugati’ lanciando una nuova generazione di vaccini somministrati a centinaia di milioni di persone nel mondo. Le tecniche di Rappuoli hanno cambiato il modo di progettare i vaccini. Un processo chiamato ‘vaccinazione inversa’ è stato adottato per creare nel 1999 la prima immunizzazione basata sullo studio del genoma. Molti invenzioni di Rappuoli sono somministrate di routine per immunizzare da diverse malattie infettive quali la meningite, la difterite, la pertosse e l’elicobatterio.

Axel Ullrich (Germania): Nuove generazioni di farmaci contro il cancro
Al biologo molecolare tedesco Axel Ullrich dobbiamo buona parte della nostra comprensione scientifica delle cause gentiche e cellular dei tumori. Ullrich ha sviluppato nuove generazioni di farmaci come lo Herceptin per il carcinoma della mammella e Sunitib il farmaco che ferma I tumori gastrointestinali disturbando I processi di comunicazione intercellulari in modo da ‘affamarlo’. Ullrich ha aperto un campo la onco-genetica che ha portato a identificare circa 1800 geni coinvolti nelle varie forme di tumori e oltre 2000 test genetici.

 

 

 

Jan van den Boogaart e Oliver Hayden (Olanda/Austria): Un test rapido per diagnosticare la malaria

L’ematologo olandese Jan van den Boogaart e il biochimico austriaco Oliver Hayden hanno sviluppato il primo sistema automatico basato su computer per rilevare la malaria. Non c’è più bisogno di un esame al microscopio che scopra la presenza degli agenti patogeni della malaria. La loro tecnica, disponibile sui normali sistemi di analisi del sangue della Siemens Healthineers, si basa su una combinazione di 30 parametri per scoprire ‘l’impronta digitale’ che identifica con certezza quasi assoluta la malaria. L’efficace combinazione tra ricercatori ha spostato l’ago della bilancia a favore di chi combatte una delle 10 malattie più mortali.

Per saperne di più

 

Ricerca

Hans Clevers (Olanda): Organi artificiali per analisi di laboratorio

Il genetista molecolare olandese Hans Clevers e un team del Centro Universitario Medico di Utrecht hanno sviluppato piccoli organi artificiali, chiamati ‘organoidi’, fatti crescere fuori dall’organismo a partire dalle staminali del paziente in modo da testare l’effetto che potrebbero avere le terapie. Clevers ritiene possibile replicare interi organi da auto trapiantare nel paziente. I suoi organoidi hanno già applicazione nella medicina personalizzata e nella sperimentazione di offrendo ai pazienti la speranza di migliori terapie.

Per saperne di più

 

Laurent Lestarquit, José Ángel Ávila Rodríguez e collaboratori (Francia, Spagna, Germania e Belgio):Segnali radio per una migliore navigazione via satellite

Le tecnologie di segnalazione sviluppate da questa squadra internazionale di scienziati e ingegneri ha permesso alla rete di satellite europea Galileo di offrire una accuratezza molto alta nel posizionamento satellitare, (fino a pochi centimetri), per una crescente gamma di applicazioni. Il loro lavoro consente anche la interoperabilità fra la rete Galileo il sistema americano GPS e il russo GLONASS, e supporta funzionalità che renderanno Galileo a partire dal 2020 il più avanzato sistema globale di posizionamento e navigazione via satellite.

Per saperne di più

 

Sylviane Muller (Francia):Trattare il lupus eritematoso partendo dal sistema immunitario

L’immunologa francese Sylviane Muller del Centro nazionale francese per la ricerca scientifica ha inventato la prima terapia di questo tipo per il lupus eritematoso sistemico, una malattia autoimmune. Muller ha identificato le cellule CD4-T come il grilletto che fa scattare il lupus e ha scoperto e sintetizzato una molecola che ferma la progeessione della malattia in modo specifico senza sopprimere l’intero sistema immunitario del paziente come fanno altre terapie. Gli studi e i brevetti di Syliviane Muller hanno portato allo sviluppo del farmaco Lupuzor, che sarà venduto dalla sua start up ImmuPharma probabilmente già dal 2018.

Per saperne di più

 

Paesi non aderenti allo European Patent Office

James G. Fujimoto, Eric A. Swanson e Robert Huber (USA/Germania): Tomografia a coerenza ottica (OCT)

Questo sistema di diagnostica per immagini sviluppato da due ingegneri americani e da un fisico tedesco al Massachusetts Institute of Technology (MIT) consente ai medici di esaminare i tessuti molli e i capillari senza ricorrere a procedure invasive. Divenuta rapidamente una procedura standard in oftalmologia, la OCT consente di diagnosticare serie patologie oculari precocemente, quando è più facile curarle e scongiurando così un numero incalcolabile di casi di perdita della vista e altre serie complicanze. Le applicazioni della OCT si stanno estendendo alla diagnostica in campo vascolare dermatologico e gastrointestinale.

Per saperne di più

 

Waleed Hassanein (USA): Conservare ‘al caldo’ gli organi destinati al trapianto

Il 65% dei cuori messi a disposizione dai donatori si deteriora durante il trasporto e non può essere trapiantato a causa dei limiti posti dagli attuali sistemi di conservazione. Il cardiochirurgo statunitense Waleed Hassanein sviluppando il suo Organ Care System mira ad aumentare il numero di organi a disposizione per i trapianti. Invece di conservare gli organi sotto ghiaccio, Il sistema allunga il periodo di tempo in cui l’organo può essere conservato intatto fra l’espianto e il trapianto, replicando condizioni simili a quelle

dell’organismo.

Per saperne di più

 

Adnane Remmal (Marocco): Sostanze naturali per sconfiggere la resistenza agli antibiotici

Il professor Adnane Remmal che insegna biotecnologia in Marocco ha ben presente il crescente problema della multi-resistenza agli antibiotici. Il suo brevetto permette di aumentare l’efficacia degli antibiotici associandoli alle proprietà medicinali delle piante locali, I farmaci recentemente sviluppati da Remmal hanno mostrato di combattere batteri moderatamente resistenti e altamente resistenti meglio delle terapie standard senza provocare effetti collaterali né resistenza. Potrebbero aiutare a rallentare la diffusione di batteri multi-resistenti e aumentare il ritmo con il quale vengono proposte nuove terapie.

Per saperne di più

 

Piccole e medie imprese

Gert-Jan Gruter (Olanda): Bottiglie di plastica realizzate con gli amidi

Il chimico olandese Gert-Jan Gruter e I suoi collaboratori alla Avantium hanno sviluppato un nuovo metodo che consente di usare glia midi delle piante per produrre bottiglie di plastica ricilabili. Per la prima volta una bioplastica sarebbe utilizzabile in modo economicamente interessante su scala commerciale. Oltre a offrire caratteristiche migliori del tradizionale PET il PEF inventato da Gruter richiede il 70% di energia in meno in fase di produzione e rappresenta un grande passo avanti nel ridurre l’impatto ambientale della plastica. Il brevetto ha già attirato l’attenzione di grandi aziende alimentari e delle bevande.

Per saperne di più

 

Günter Hufschmid (Germania): Una super-spugna per la bonifica dopo gli sversamenti di oli

Grazie alla sua capacità di assorbire liquidi non solubili in acqua, in misura fino a sette volte il suo peso, la cera micronizzata sviluppata da Günter Hufschmid e dai suoi collaborator nella società tedesca Deurex, potrebbe rappresentare una rivoluzione nella bonifica degli sversamenti di petrolio e prodotti chimici. Sul mercato con il nome “Pure”, questa cera non lascia residui chimici e dopo essere stata strizzata come una spugna può essere riutilizzata E’ stata già usata nelle aree fortemente inquinate del delta del Niger e in Germania per pulire le cantine e le case allagate da una miscela di acqua e olio da riscaldamento.

Per saperne di più

 

Steve Lindsey (Regno Unito): Un compressore d’aria che ruota e risparmia energia

Dall’invenzione del compressore a pistoni negli anni 30 a oggi, il settore dei compressori d’aria ha visto poche innovazioni .Ora l’inventore Steve Lindsey fondatore della inglese Lontra ha portato aria nuova con un compressore rotante a lame che può ridurre fino al 30% il consumo di energia .E’ significativo perché i compressori rappresentano il 10% del consumo complessivo di elettricità da parte delle industrie in Europa. Il compressore a lame, è stato testato con successo in un depuratore d’acqua industriale, e potrebbe essere utilizzato in aree come il trattamento delle acque e l’imballaggio.

Per saperne di più

 

Premi alla carriera

Elmar Mock (Svizzera): Prima lo Swatch, poi il mondo

Co-inventore dello Swatch, l’orologio più venduto del mondo, lo svizzero, Elmar Mock ha sviluppato una tecnica per la fusione a ultrasuoni che non ha solo snellito la produzione di questo orologio ma ha dato il via a una serie di applicazioni per ‘saldare’ legno, cemento e perfino le ossa. Intorno a queste applicazioni Mock ha fondato la sua Creaholic, che studia soluzioni tecniche innovative per oltre 200 aziende generando diverse spin-off di successo in settori che vanno dalla tecnologia medicale al risparmio dell’acqua.

Per saperne di più

 

Rino Rappuoli (Italy): Nuovi vaccini dalla genetica

Il microbiologo italiano Rino Rappuoli ha aperto la strada dei cosiddetti ‘vaccini coniugati’ lanciando una nuova generazione di vaccini somministrati a centinaia di milioni di persone nel mondo. Le tecniche di Rappuoli hanno cambiato il modo di progettare i vaccini. Un processo chiamato ‘vaccinazione inversa’ è stato adottato per creare nel 1999 la prima immunizzazione basata sullo studio del genoma. Molti invenzioni di Rappuoli sono somministrate di routine per immunizzare da diverse malattie infettive quali la meningite, la difterite, la pertosse e l’elicobatterio.

Per saperne di più

 

Axel Ullrich (Germania): Nuove generazioni di farmaci contro il cancro

Al biologo molecolare tedesco Axel Ullrich dobbiamo buona parte della nostra comprensione scientifica delle cause gentiche e cellular dei tumori. Ullrich ha sviluppato nuove generazioni di farmaci come lo Herceptin per il carcinoma della mammella e Sunitib il farmaco che ferma I tumori gastrointestinali disturbando I processi di comunicazione intercellulari in modo da ‘affamarlo’. Ullrich ha aperto un campo la onco-genetica che ha portato a identificare circa 1800 geni coinvolti nelle varie forme di tumori e oltre 2000 test genetici.

Per saperne di più

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brevetti, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...