Servizi agli studenti con disabilità, l’Università di Cagliari ottiene la certificazione di qualità, tra i primi atenei in Italia

Risultati immagini per università di cagliari disabilitàE’ stata consegnata martedì mattina in Rettorato l’attestazione della certificazione di Qualità Uni En Iso 9001:2015 ottenuta dai servizi del S.I.A., Servizi per l’Inclusione e l’Apprendimento – Ufficio Disabilità e DSA dell’Università di Cagliari. L’Ateneo del capoluogo è stato nel 2014 tra i primi in Italia ad ottenere il riconoscimento per il prezioso servizio erogato agli studenti, e oggi anticipa i tempi ottenendone la conferma secondo le nuove norme che prevedono l’obbligatorietà della certificazione a partire dal 2018.

“Non si tratta di un episodio sporadico, ma del frutto di una precisa organizzazione in tal senso – ha detto il Rettore Maria Del Zompo, alla quale il general coordinator di SGS Italia, Giovanni Scotti, ha consegnato la certificazione – Vogliamo che l’Università sia davvero un’opportunità per tutti. Puntiamo in modo deciso a servizi innovativi, come l’orientamento già dalle scuole superiori dedicato agli studenti con disabilità”. I servizi sono rivolti non soltanto agli iscritti con disabilità, ma si estendono – e in questo l’Università di Cagliari ha aperto una strada importante in Italia – anche a quelli che presentano disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) o bisogni educativi speciali (BES).

“Per ottenere la certificazione – ha spiegato Donatella Petretto, delegata del Rettore per il coordinamento, monitoraggio e supporto di tutte le iniziative concernenti l’integrazione sociale e i diritti delle persone con disabilità, disturbi specifici ed altre difficoltà di apprendimento – abbiamo dovuto lavorare sul giusto compromesso tra percorsi personalizzati offerti a ciascuno studente e la volontà di individuare procedure riconoscibili e standard”. “Non è solo un fatto burocratico – ha rimarcato il Prorettore vicario, Francesco Mola – E’ l’esito di un lungo percorso in cui serve tempo e tanta determinazione da parte delle persone coinvolte. Il grande valore aggiunto è che poi l’attenzione a questi temi diventa abitudine”.

Disco verde dalla neolaureata Giulia Nespolo: “Nella mia esperienza ho trovato servizi veramente all’altezza. La mia laurea è stata possibile anche grazie all’apporto offertomi dal S.I.A.: sono stata supportata sia nel cammino accademico sia nella stesura della tesi”. Sono più di 500 gli studenti che ogni anno accedono al servizio: gli analisti della società esterna e indipendente che ha compiuto l’iter assicurano di non aver raccolto lamentele o insoddisfazioni durante le verifiche necessarie per arrivare alla certificazione. “Il nostro lavoro parla per noi – ha commentato Laura Mura, responsabile S.I.A. – Abbiamo lavorato con persone eccezionali e siamo grati del risultato raggiunto”.

“Abbiamo avuto un ottimo riscontro anche durante le recenti Giornate di Orientamento – ha aggiunto il Prorettore alla Didattica, Ignazio Putzu – Sappiamo che molti studenti con questi disagi non si iscrivono all’Università perché scoraggiati dalle difficoltà che temono di incontrare: a questi, in particolare, ci rivolgiamo”.

Elio Usai, responsabile del Presidio per la Qualità dell’Ateneo, ha anticipato che “a breve partirà un piano di formazione specifico per i docenti, in modo da agevolare al massimo gli studenti in tutte le attività a cui accedono. Vogliamo formare professionalità e competenza su questi temi a partire dai docenti più giovani”.

Il general coordinator di SGS Italia, Giovanni Scotti, ha lodato “il grande lavoro di squadra fatto dall’Ateneo per centrare l’obiettivo, raggiunto in anticipo rispetto ai tempi previsti nelle nuove norme in materia di qualità”, mentre il consulente della Sistemi di Gestione e Innovazione, Lorenzo Antonini, ha sottolineato “l’interazione molto positiva con tutti i soggetti coinvolti nel processo: l’Università di Cagliari era già pronta per le verifiche necessarie”. Presenti alla consegna della certificazione anche la Dirigente della Direzione Didattica e Orientamento, Pina Locci, il funzionario della Direzione, Fabrizio Mattana, Silvia Vinci, funzionario tecnico-psicologo S.I.A., e Fabio Onnis (Presidente ETICA Coop. sociale).

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Università e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...