Imprese più competitive e diffusione della cultura manageriale, siglato un accordo tra Confapi e Federmanager

Formazione dei dirigenti, promozione delle reti, internazionalizzazione, Industria 4.0: parte un piano di iniziative per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale sardo

Risultati immagini per ConfapiPiù imprese e più competitività: alla Sardegna serve una classe manageriale più competente, formata ai massimi livelli e in grado di innovare e modernizzare i modelli organizzativi.

Sono gli obiettivi che Confapi e Federmanager Sardegna vogliono centrare attraverso un protocollo d’intesa siglato ieri pomeriggio a Cagliari sulla diffusione della Nessun testo alternativo automatico disponibile.cultura manageriale nell’isola.

I due presidenti delle organizzazioni, Mirko Murgia e Giuseppe Matolo, si sono ritrovati nella sede di Confapi per dare il via a un percorso comune, mirato a condividere, programmare e attuare azioni indirizzate a migliorare la capacità competitiva delle imprese e aumentare la base produttiva e lo sviluppo del territorio.

Il protocollo d’intesa. Il programma, che verrà definito nelle sue azioni specifiche in diversi Piani attuativi, avrà molteplici destinatari: prima di tutto le imprese, con i loro manager, ma anche le istituzioni e amministrazioni locali e territoriali e i giovani in cerca di un’occupazione o quelli orientati all’autoimpiego.

Cultura manageriale. Per Confapi e Federmanager è fondamentale nel tessuto imprenditoriale isolano, avere una classe manageriale adeguata e capace, per questo è necessario incrementare e diffondere la cultura aziendale e dirigenziale e portare avanti azioni di accompagnamento all’avvio delle nuove imprese.

In quest’ottica l’accordo punta a promuovere le linee strategiche del programma nazionale Industria 4.0, favorendo la consapevolezza dell’importanza di questo strumento e la crescita del capitale umano connessa al suo sviluppo.

Tra le varie misure innovative che si concretizzeranno, alcune riguardano la diffusione della figura del Temporary Manager e del Business Angel, due ruoli fortemente qualificati  che negli ultimi anni stanno assumendo un ruolo sempre più significativo.

Reti e internazionalizzazione. Sul fronte imprese, attraverso l’accordo, verranno messe in campo iniziative specifiche  per favorire lo sviluppo e il consolidamento delle imprese che già operano in Sardegna analizzando la dinamica imprenditoriale, anche a livello locale, e definendo i fabbisogni delle imprese in termini di servizi di orientamento, supporto e assistenza tecnica.

L’accordo punta anche a spingere sulla nascita e il consolidamento di reti d’impresa a dimensione territoriale, per facilitare iniziative integrate e di sistema per l’internazionalizzazione e per il marketing territoriale.

L’intesa si rivolge anche ai giovani, prevedendo azioni che riguardano le politiche attive e di orientamento al lavoro e all’autoimprenditorialità, anche nei progetti di alternanza scuola lavoro.

I firmatari. «Con la firma di questo accordo vogliamo dare il nostro contributo alla competitività delle imprese e allo sviluppo del sistema economico regionale», sottolinea il presidente di Federmanager Sardegna, Giuseppe Matolo, «mettendo a disposizione la nostra esperienza e le nostre competenze, in questa logica ci mettiamo al servizio delle imprese e delle istituzioni regionali».

«Stiamo mettendo insieme le esperienze del mondo delle imprese e quelle del mondo manageriale», commenta il presidente di Confapi Sardegna, Mirko Murgia, «è una grande opportunità in un mondo industriale sempre più complesso e internazionale, dove c’è sempre maggiore necessità di competenze e capacità degli imprenditori sardi».

«Sul piano della cultura manageriale e sulla diffusione delle competenze promuoveremo le linee strategiche del piano nazionale Industria 4.0, come già si sta facendo a livello nazionale», ricordano i due firmatari dell’accordo, sottolineando che l’intesa «è aperta alla collaborazione di tutti i soggetti pubblici e privati che condividono gli obiettivi».

«Dal dialogo tra le nostre organizzazioni sono già nate collaborazioni importanti, come la partecipazione al bando Imprinting, finalizzato alla nascita e sviluppo di nuove imprese», precisano Murgia e Matolo, «e tra le priorità individuate nell’ambito del protocollo, stiamo già lavorando su una proposta di rilancio delle aree industriali e un piano per il futuro dei porti turistici».

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Confapi, Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...