Dieci anni di Consiglio europeo della ricerca

Finanziamento a quasi 7 000 campioni della ricerca, sostegno a 50 000 membri di team, 6 premi Nobel, diverse centinaia di domande di brevetto e decine di scoperte scientifiche che gettano basi per la crescita e l’occupazione, nonché il miglioramento della vita quotidiana delle persone, sono alcuni dei risultati ottenuti dal Consiglio europeo della ricerca (CER), istituito dall’Unione europea dieci anni fa.

In che modo ne ha beneficiato l’Italia? Il CER ha sostenuto quasi 400 fra i migliori ricercatori italiani, con un totale di 600 milioni di EUR, promuovendo la ricerca libera (curiosity driven) all’avanguardia in tutti i campi e attraendo i migliori ricercatori di qualsiasi nazionalità. Le sovvenzioni del CER sono ora ampiamente riconosciute come marchio di eccellenza nella comunità scientifica.

Nei mesi di marzo e aprile diversi istituti di ricerca italiani ospiteranno conferenze e incontri per celebrare l’anniversario del CER e fare il punto sugli effetti prodotti dall’attività del Centro.

In questa occasione, Carlos Moedas, commissario europeo per la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione ha dichiarato: «Quando l’Unione europea agisce con audacia, accadono cose meravigliose. Il Consiglio europeo della ricerca, che fa parte del programma Horizon 2020 (Orizzonte 2020) dell’Unione europea, ne è la prova. Nei suoi primi dieci anni, il CER ha finanziato quasi 7 000 campioni della ricerca in tutta Europa affinché portassero avanti le loro migliori idee. Al di là del mondo accademico, innumerevoli persone stanno già beneficiando dell’impatto positivo del CER e delle scoperte da lui finanziate».

Il presidente del CER, il professor Jean-Pierre Bourguignon, ha affermato: «Negli ultimi dieci anni, il Consiglio europeo della ricerca ha sostenuto progetti di ricerca di alta qualità proposti da scienziati ambiziosi. La loro attività ha effetti positivi su migliaia di persone in tutta Europa. Le sovvenzioni del CER hanno favorito numerose scoperte scientifiche, come ad esempio la recente scoperta di pianeti potenzialmente abitabili al di là del sistema solare. Vi sono molti altri esempi che dimostrano che il CER sta adempiendo la missione che gli è stata affidata di rendere l’Europa il luogo ideale per i migliori cervelli del mondo.»

Fabio Zwirner, membro del consiglio scientifico del CER e professore di fisica teorica presso il dipartimento di Fisica e astronomia «G. Galilei» dell’Università di Padova, ha dichiarato: «L’impatto del CER sul sistema italiano della ricerca supera quello diretto dei progetti finora finanziati. Altrettanto importante è stato lo stimolo a modernizzare i sistemi di reclutamento e i meccanismi di selezione dei progetti di ricerca, con un’accelerazione nel raggiungimento dell’autonomia e nella carriera per i giovani più brillanti. Certo l’impatto sarebbe stato ancora maggiore con un maggiore investimento nazionale in ricerca.»

Sovvenzioni del CER in Italia – fatti e cifre

– 608 milioni di EUR – valore totale delle sovvenzioni del CER in Italia

– 380 sovvenzioni, di cui 241 per ricercatori all’inizio o a metà carriera

– 313 ricercatori italiani che lavorano all’estero hanno vinto sovvenzioni del CER

Le cinque principali istituzioni ospitanti in Italia: Università L. Bocconi di Milano (25 sovvenzioni), Consiglio Nazionale delle Ricerche – CNR (20), Università degli Studi di Roma – La Sapienza (20), Università degli Studi di Trento (17), Università degli Studi di Padova (18).

Maggiori informazioni

Settimana del CER

Horizon 2020

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Ricerca, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...