Ricerca e salute. Fitoderivati da piante indiane rallentano la SLA: lo dimostra un gruppo di ricerca dell’Università di Cagliari

Alcuni fitoderivati estratti dalla Withania somnifera e dalla Mucuna pruriens, piante impiegate da secoli dalla medicina tradizionale indiana (Ayurveda), sono in grado di rallentare e contrastare una serie di sintomi e di alterazioni cellulari, sub-cellulari e molecolari associati alla Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) causata dalla sovra-espressione di una proteina, la SOD1, nei neuroni che controllano il movimento.

Lo ha dimostrato un gruppo di ricerca guidato dalla prof.ssa Anna Liscia, ordinario di Fisiologia dell’Università di Cagliari, che ha visto la collaborazione di diversi Centri di Ricerca afferenti all’ateneo del capoluogo sardo, al CNR, all’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova e ad un istituto di ricerca indiano.

I risultati dello studio, finanziato dal Rotary Club Sanluri, sono stati recentemente pubblicati sulla prestigiosa rivista Scientific Reports con un articolo dal titolo “Differential effects of phytotherapic preparations in the hSOD1 Drosophila melanogaster model of ALS”.

“Lo studio è stato effettuato con l’impiego del moscerino della frutta, la Drosophila melanogaster – spiega la prof.ssa Anna Liscia – che, grazie alla comune presenza di geni e ad una simile organizzazione e modalità cellulare di funzionamento col sistema nervoso umano, costituisce un potente modello traslazionale  per lo studio delle basi biologiche di malattie neurodegenerative attualmente senza cure quali la SLA. In accordo con i clinici coautori dell’articolo questi risultati potrebbero aprire nuove strade nell’affrontare trattamenti alternativi di questa e di altre malattie simili”.

Gli autori della ricerca sono: Francescaelena De Rose, Paolo Solari, (Dip. Scienze Biomediche, Cagliari),  Giuseppe Talani (CNR, Cagliari), Enrico Sanna e Elio Acquas (Dip. Scienze della Vita e dell’Ambiente, Cagliari), Roberto Marotta e Tiziano Catelani (Istituto Italiano di Tecnologia, Genova), Francesco Marrosu, Giuseppe Borghero, Simone Poddighe (Dip. Salute Pubblica, Medicina Clinica e Molecolare, Cagliari). Sanjay Kasture (Pinnacle Biomedical Research Institute, Bhopal, India). Coordinatore del gruppo: Anna Liscia (Dip. Scienze Biomediche, Cagliari).

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Ricerca, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...