Margherita Sulas interviene alla conferenza “Truth, Lies, and Manufacturing Memory” su una pagina discussa e spesso nascosta della nostra storia

Margherita Sulas, dottore di ricerca in Storia moderna e contemporanea dell’Università di Cagliari, interverrà alla conferenza “Truth, Lies, and Manufacturing Memory” organizzata all’Humber College’s School of Liberal Arts and Sciences di Toronto (Canada) all’interno del prestigioso International Festival of Authors (IFOA). Ad ascoltarla sabato 29 ottobre all’Harbourfront Centre di Toronto ci saranno più di 200 tra i migliori autori contemporanei provenienti da tutto il mondo, riuniti in Canada per undici giorni di letture, interviste, incontri con artisti, tavole rotonde e presentazioni di libri.

All’importante iniziativa – che mira a facilitare la discussione interdisciplinare tra studiosi e ricercatori che studiano sui temi della verità negata e della manipolazione della storia – la dott.ssa Sulas presenterà il lavoro oggetto della sua tesi di dottorato con un intervento intitolato “The Removed Story of the Italian Population of Istria and Dalmatia”: una pagina rimossa della nostra storia nazionale, ovvero le vicende che sconvolsero il nostro confine orientale a partire dal primo dopoguerra. L’intervento verterà sul “fascismo di confine” e sui crimini dell’esercito italiano nei Balcani durante la seconda guerra mondiale, ma anche sulla “caccia agli italiani” che si concluderà tragicamente in fondo alle foibe istriane o nei gulag titini.

La dott.ssa Sulas, 34 anni di Cuglieri, racconterà anche la vicenda dei 300mila italiani costretti ad abbandonare l’Istria e la Dalmazia, che vissero per decenni sparsi nei campi profughi in Italia, per molti dei quali la Sardegna rappresentò un rifugio sicuro e un esempio di accoglienza.

Il Keynote Speaker di questa edizione della Conferenza è Christopher Lynn Hedges, giornalista, scrittore ed ex corrispondente di guerra statunitense, specializzato in politica e società del Medio Oriente. Ha insegnato giornalismo alle università di Columbia, New York, Princeton e Toronto. Autore di “War Is a Force That Gives Us Meaning” (2002), best-seller che è stato finalista dei National Book Critics Circle Award, nel 2002 Hedges ha fatto parte del team di giornalisti del New York Times insigniti del Premio Pulitzer e ha inoltre ricevuto l’Amnesty International Global Award for Human Rights.

Le università americane hanno dimostrato molta attenzione a quella che potremmo definire la nostra “storia rimossa”. Nello scorso dicembre infatti la dott.ssa Sulas è stata l’unica studiosa italiana invitata alla Conferenza annuale dell’Institute for the Study of Human Rights della Columbia University, e ha parlato delle dinamiche che hanno sconvolto il nostro confine orientale durante la Guerra Fredda

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized, Università e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...