Open Innovation: puntare alla contaminazione tra aziende e startup per rendere competitive le imprese consolidate e far crescere le giovani imprese innovative

Fare innovazione implica un nuovo approccio mentale. Che comporta una sana contaminazione e integrazione tra le industrie e le startup italiane con l’obiettivo comune di essere più competitive nei  mercati internazionali. Una guida realizzata da Assolombardia, Italia Statup e Smau spiega come.
Risultati immagini per Smau Milano.“Se vogliamo rilanciare l’innovazione in Italia dobbiamo partire da una cultura pronta ad intraprendere questo nuovo percorso. Mentre le startup sono nella loro essenza frutto di questa cultura, nelle grandi aziende, quando si parla di innovazione, si tende ancora ad avere una mentalità più arretrata. […] Gli ingredienti per tornare grandi ci sono tutti: le persone, il territorio, la creatività. Dobbiamo solo creare un modello di innovazione adatto alla nostra cultura” è quanto si legge nelle prime pagine della guida realizzata da Assolombarda, Italia Startup e Smau, in partnership con Ambrosetti e Cerved che verrà presentata in anteprima il 26 ottobre a Smau Milano.

Una guida dettagliata all’uso di strategie e opportunità dell’Open Innovation nella quale vengono spiegati obiettivi, approcci, strumenti, metodologie e partner strategici. Dall’identificazione delle esigenze aziendali, ai vantaggi per il business, dalle possibili strategie alla costruzione di vere e proprie reti, da incontri conoscitivi ad acquisizioni sono gli argomenti puntualmente presentati, analizzati e supportati da benchmark, presentati nella Guida. Appuntamento dunque a Smau Milano, dal 25 al 27 ottobre presso Fieramilanocity, Padiglione 4, per approfondire gli aspetti di questa nuova Cultura che si affaccia nel mercato italiano come opportunità da cogliere da parte delle aziende e a cui Smau si rivolge con proposte concrete mirate alla creazione di primo contatto con una logica di apertura e di inclusività nel business tradizionale.

“Rapidità di risposta, velocità nel saper cogliere le opportunità, snellire i processi, sperimentare nuove idee, non avere paura del fallimento, essere aperti alle novità, mettersi in ascolto del nuovo ecosistema dell’Innovazione, questi sono alcuni aspetti fondamentali che dobbiamo trasferire agli imprenditori – conferma Pierantonio Macola, Presidente di Smau – capire il mercato e affrontarlo con consapevolezza, con le tecnologie corrette e i Partner più strategici è il piano che vogliamo condividere con gli imprenditori. A partire dalla guida che presenteremo in anteprima, alle 300 startup presenti nella manifestazione, ai Partner Digital, alle 45 realtà del territorio che hanno iniziato il processo di rinnovamento selezionate attraverso il fact-checking e valorizzare con il Premio Innovazione Smau, e all’interno ecosistema dell’innovazione che troveremo riunito a SMAU” .

Una Cultura che è diventata parte della strategia di numerose imprese. Le testimonianze sull’Open Innovation che saranno raccontate a Smau anche quelle di Barilla e Electrolux. Barilla, da sempre attenta alla Ricerca e Innovazione, ha di recente avviato un progetto di Design Thinking mettendo al centro del prodotto il cliente stesso con le sue esigenze, i suoi bisogni  e sviluppando un approccio multidisciplinare che richiede la stretta collaborazione di una moltitudine di attori interni ed esterni all’azienda. Electrolux ha invece focalizzato l’attenzione a risolvere la problematica del fish scaling,un difetto del materiale metallico per cui strati di smalto si distaccano dalla superficie. Se si verifica questo difetto, l’intero batch di produzione deve essere scartato, creando ritardi e tensioni con i fornitori. I test tradizionali consistono nello smaltare un campione di acciaio ed aspettare per due giorni eventuali segni di difetto. Electrolux, insieme all’Università di Pisa e lo spin off LETOMEC, ha individuato una soluzione innovativa, che permette di effettuare test di qualità in soli 30 minuti.

A Smau Milano saranno numerose le iniziative che coinvolgono i principali player di questo ecosistema, da H-Farm che presenterà l’H-Farm startup Day, evento in cui le startup presenteranno, alla fine del percorso di accelerazione nell’ambito del programma H-FARM Fashion & Retail Accelerator in collaborazione con Cisco e del WELLNESS ACCELERATOR powered by Technogym  la loro crescita ad una platea di aziende, investitori, business angel e appassionati digitali. Dedicato ad investitori, imprese e operatori dell’ecosistema dell’innovazione l’Intesa Sanpaolo Startup Initiative, in programma giovedì 27 ottobre alle ore 10.00, sarà l’evento in cui si potranno incontrare una selezione delle più promettenti startup italiane ed europee selezionate e formate tramite la piattaforma di accelerazione del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Sempre giovedì 27 ottobre alle ore 12.00 si terrà l’evento a cura di KPMG e AIFI – Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Deb per la presentazione di VentureUp la piattaforma di incontro tra venture capital e startup che ha l’obiettivo di creare nuove opportunità all’interno dell’ecosistema.. Accanto a H-Farm sarà presente anche l’ecosistema di incubatori certificati lombardi candidati ad essere i partner per le imprese che vogliono sviluppare progetti di innovazione, tra cui Comonext e Digital Magics con una selezione di startup. Tra gli incubatori presenti anche, Filarete servizi srl – Acceleratore d’Impresa nella Salute, nel biomedicale, nelle tecnologie avanzate, The Hub, Bergamo Sviluppo e Assolombarda tutte presenti con una selezione di startup.

Presente anche D-Pixel con il Barcamper per fare scouting di startup innovative e Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, con una selezione di startup provenienti da tutta Italia che presenteranno i loro progetti innovativi: dalla startup che offre supporto alle imprese nell’utilizzo dei big data al canale Tv dedicato ai giovani talenti ed interamente costruito da contenuti generati dagli utenti, dalla startup che ha realizzato un innovativo sistema per la purificazione dell’aria alla giovane impresa che si propone di abbattere il digital divide affiancando le imprese nella loro strategia web.

Non mancherà in SMAU anche la presenza di Cisco, che ha avviato all’inizio del 2016 un piano di investimenti per favorire la digitalizzazione del Paese, con un importante focus sul sostegno all’ecosistema dell’innovazione italiano. “L’Italia ha una grande ricchezza: una capacità di declinare l’innovazione nella diversità dei suoi territori. Per questo creato l’ Innvoation Exchange per avere un approccio all’innovazione che sia ”distribuito” con iniziative che coinvolgono tutto l’ecosistema. Ci proponiamo di investire per far crescere progetti innovativi coinvolgendo gli innovatori che lavorano per il futuro dell’Italia:  start up, acceleratori, mondo della ricerca e università, i nostri clienti, i nostri partner… – e naturalmente noi stessi, mettendo a disposizione piattaforme e risorse. SMAU sarà per noi una nuova occasione di incontro con l’ecosistema dell’innovazione e confrontarsi su quanto fatto e quanto ancora si può fare per lo sviluppo digitale del Paese” ha affermato Enrico Mercadante Innovation Leader di Cisco Italia.

A Smau partecipa anche TIM #WCAP Accelerator, l’acceleratore d’impresa di TIM, presente a Milano, Bologna, Roma e Catania, con oltre 4.000 mq di spazio dedicati all’innovazione. Ogni anno, attraverso la Call for Startups, seleziona, accelera e finanzia startup digitali e le lancia sul mercato. Dal 2009 al 2016, TIM #WCAP ha raccolto più di 9.000 progetti di business e supportato 294 startup. TIM #WCAP Accelerator sarà presente con una selezione delle sue più innovative startup vincitrici della Call 2015.

Swiss Business Hub sarà presente anche a Smau Milano con una delegazione di startup elvetiche che parteciperanno alle numerose iniziative di matching dei tre giorni. Lo Swiss Business Hub Italia, inoltre, terrà un workshop nell’arco dei tre giorni per presentare una panoramica del settore dell’ICT in Svizzera e le opportunità offerte alle imprese in visita a Smau.  Novità dell’edizione milanese di quest’anno i Corporate Meeting saranno appuntamenti che si susseguiranno per tutti i tre giorni, in cui le imprese possono assistere alla presentazione di startup e imprese innovative per trovare nuovi partner di business e fissare appuntamenti di approfondimento one-to-one nei giorni successivi. Una formula che consente di valorizzare il momento di contatto verificando la reciproca intenzione all’incontro e fornendo condizioni ottimali per stringere collaborazioni lontano dai riflettori Sul fronte delle iniziative internazionali, Smau Milano sarà il palcoscenico del CREA International Business Idea Contest, in cui le startup selezionate per partecipare alla CREA Summer Academy presenteranno il loro progetto ad un panel di investitori. I vincitori avranno accesso a servizi di incubazione presso incubatori di tutta Europa.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in SMAU e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...