Expert System partner di “Sypcit” per costruire uno “scudo” efficace contro il furto d’identità

Il progetto internazionale coordinato da Adiconsum con il supporto della Guardia di Finanza, verrà presentato lunedì 5 settembre a Milano (Sala Convegni Intesa Sanpaolo, Piazza Belgioioso 1)

Risultati immagini per SypcitOggi il furto di identità si combatte con una app dal proprio smartphone: Expert System, società leader nello sviluppo di software semantici per la gestione strategica delle informazioni e dei big data, è fra i partner del progetto Sypcit, dedicato alla promozione di nuovi modelli e strumenti di lotta e di prevenzione al furto di identità in rete.

Per descrivere le caratteristiche del progetto e trasmettere al consumatore l’importante messaggio che l’utente non è più solo nella lotta contro il furto di identità, è stato organizzato un convegno incentrato sulla descrizione di modelli e strumenti condivisi con gli attori chiave per la prevenzione del cybercrime a tutela del consumatore, con particolare riferimento alle attività svolte nell’ambito di Sypcit.

Cuore del progetto Sypcit sono una APP a servizio dei consumatori e una piattaforma rivolta alle Forze dell’Ordine.

La APP (denominata “MP-Shield”) è stata progettata per essere di ausilio ai consumatori ed è alla portata di tutti in quanto disponibile gratuitamente su smartphone con sistema Android. Essa permette di navigare in internet avendo più consapevolezza dei possibili rischi: infatti, grazie alla dotazione di strumenti automatizzati di sorveglianza dello scambio di dati sia in chiaro, sia in background, rende la navigazione più sicura. Ad esempio, il consumatore può ricevere immediatamente un alert nel caso si apra una mail di phishing o si immettano in rete dati personali su siti riconosciuti come non sicuri o classificati come potenzialmente tali dalla piattaforma Sypcit.

La piattaforma Sypcit, invece, è stata concepita come strumento a disposizione delle Forze dell’Ordine. Alla base del suo funzionamento vi è un sistema di analisi semantica delle fonti web, in grado di categorizzare e classificare i contenuti secondo una serie di criteri atti ad identificare in modo automatizzato potenziali pericolosità. Questo permetterà agli investigatori di usufruire di materiale già strutturato e pre-analizzato su cui lavorare in modo mirato e più efficace.

Al convegno, che si terrà la mattinata di lunedì 5 settembre a Milano (Sala Convegni Intesa Sanpaolo, Piazza Belgioioso 1), insieme con i sostenitori del progetto interverranno diverse realtà provenienti sia dalle istituzioni sia dal mondo privato (Rappresentanza di Commissione Europea in Italia, Guardia di Finanza, Poste Italiane, Fastweb, Microsoft Italia, Wind, Intesa Sanpaolo, ecc.). Nel corso dell’evento, Maurizio Mencarini, EMEA Head of Sales, Intelligence Division di Expert System, illustrerà le potenzialità che l’intelligenza artificiale e tecnologie evolute come quelle cognitive alla base di Cogito possono offrire nell’analisi automatica delle informazioni anche per la prevenzione dei rischi legati al furto dell’identità online.

L’agenda completa è disponibile qui. Per maggiori informazioni e per accreditarsi al convegno: Ufficio Comunicazione e Stampa Adiconsum, ufficiostampa@adiconsum.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Expert System, Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...