In rettorato la giornata “UNICACOMUNICA”: assegnati duemila euro ad ogni migliore laureato, 139 assegni di merito da mille euro ciascuno, proclamati i dottori di ricerca

Identità e innovazione le linee strategiche del rettore Del Zompo illustrate questa mattina a palazzo belgrano. Nel pomeriggio alle 17 presentazione dei corsi di laurea, alle 19 science cafe’ e alle 21.30 concerto finale sui bastioni del balice

Identità e innovazione sono i due pilastri delle linee strategiche indicate per l’Università di Cagliari dal Rettore Maria Del Zompo, che nei giorni scorsi sono state approvate da Senato accademico e Consiglio di amministrazione dell’Ateneo, e su cui il Magnifico si è soffermata questa mattina, poco prima di premiare i 12 migliori laureati e proclamare (per la prima volta a Palazzo Belgrano) 34 dottori di ricerca (uno per ogni dottorato esistente in ateneo) nel corso di una cerimonia particolarmente affollata nell’aula magna del Rettorato. L’iniziativa ha aperto la manifestazione “Unicacomunica” che prosegue per tutta la giornata: alle 17 in Aula Magna presentazione dei corsi di laurea, alle 19 i “Science cafè” in cui i ricercatori dialogheranno sulle loro scoperte, alle 21.30 concerto finale con docenti, studenti e personale impegnati in prima persona.

“La nostra identità va riscoperta e rafforzata – ha rimarcato la prof.ssa Del Zompo – Non è solo questione di linguaggio, ma è un insieme di storie, di luoghi, di persone e di ambienti. Più siamo convinti delle nostre radici, più – senza paura – siamo aperti verso chi consideriamo diverso, anche se proviene dalle sponde del Nord Africa. Integrazione e dialogo sono la base della nostra specifica responsabilità sociale: l’Università è ancora un potente ascensore sociale, e le famiglie sarde stanno dimostrando di crederci, affrontando grossi sacrifici pur di garantire ai propri figli i gradi più alti della formazione. Noi di questo le ringraziamo, anche a nome di tutti i ragazzi”.

Quindi la premiazione dei 12 migliori laureati (due per ogni facoltà): a ciascuno sono stati assegnati duemila euro. A loro si aggiungono altri 139 laureati, selezionati come loro sul tempo impiegato per conseguire il titolo, il voto di laurea e la media voti degli esami, destinatari ciascuno di una borsa di merito di mille euro. A premiare i ragazzi con il Rettore sono stati il Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu, il Prorettore all’Internazionalizzazione Alessandra Carucci e il Prorettore alla semplificazione e innovazione amministrativa Pietro Ciarlo.

Ecco i nomi dei “Magnifici 12”: Emanuela Casula, Facoltà di Biologia e Farmacia, Corso di Biotecnologie Industriali, tesi “Caratterizzazione molecolare di colture lattiche e tracciabilità durante le fasi di produzione del formaggio”; Jessica Titocci, Facoltà di Biologia e Farmacia, Corso di Bio-Ecologia Marina, tesi “Analisi della comunità Macrozoobentonica della laguna di Santa Gilla: applicazione ed efficacia degli indici biotici per la valutazione dello stato di qualità ecologica”; Flavia Serri, Facoltà di Ingegneria e Architettura, Corso di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, tesi      “Modellazione e controllo PD di un quadrirotore in presenza di disturbi”; Martina Diaz, Facoltà di Ingegneria e Architettura, Corso di Architettura, tesi “I progetti ottocenteschi per la Fontana Grixoni di Ozieri”, Edoardo Lobina, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Scienze delle Attività Motorie e Sportive, tesi “Valutazione della massima forza propulsiva nella nuotata a farfalla”; Francesca Aste, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Medicina e Chirurgia, tesi “Telemonitoraggio in pazienti affetti da scompenso cardiaco cronico”; Antonio Cappai, Facoltà di Scienze, Corso di Fisica, tesi  “Prima osservazione e misura della frazione di diramazione del decadimento B+ in p p p S(2520)”; Mirko Marras, Facoltà di Scienze, Corso di Informatica, tesi “MUESLE: Developing Effective Dashboards to Enhance Students’ Learning Experience”; Chiara Ledda, Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche, Corso di Scienze Politiche, tesi “Aung San Suu Kyi, la dittatura militare e la comunità internazionale”; Gian Mario Aresu, Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche, Corso di Giurisprudenza, tesi “Risarcimento e pena convenzionale nella Scienza Giuridica Europea”, Alessio Faedda, Facoltà di Studi Umanistici, Corso di Lettere, tesi ‘Tmesi’ fra indoeuropeo, miceneo e greco omerico; Valerio Luca Floris, Facoltà di Studi Umanistici, Corso di Storia e Società, tesi “La visita Pastorale in Ogliastra nel 1621”.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Università e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...