Tecnologia, arriva da Bruxelles e dalla commissione europea un nuovo riconoscimento all’Università di Cagliari

Arriva da Bruxelles un nuovo importante riconoscimento per lo sviluppo di nuove tecnologie dell’Università di Cagliari: HEREiAM, il progetto frutto di un partenariato internazionale di cui l’Ateneo è capofila, ha ottenuto un grande consenso all’interno dell’evento “Real User Experience”, organizzato dalla AAL, l’Agenzia della Commissione europea che lavora per migliorare la qualità della vita degli anziani e di coloro che li assistono, e da “Eurocarers”, l’associazione europea dei “caregivers”, le persone che si prendono cura di parenti disabili o ammalati. L’agenzia AAL (Active and Assisted Living), in particolare, finanzia progetti (che coinvolgano almeno tre Paesi) realizzati in collaborazione con piccole e medie imprese ed enti di ricerca e organizzazioni di utenti (che rappresentano le persone anziane).

Soltanto cinque progetti sono stati ammessi alla speciale giornata di test riservata alle soluzioni e ai prodotti che incorporano le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per l’invecchiamento attivo, che si è svolta lunedì all’Accademia Reale del Belgio per la scienza e le arti. Tra questi, il progetto dell’Università di Cagliari coordinato dal prof. Luigi Raffo, e a cui partecipa anche il Comune di Cagliari.

Su tre dei cinque parametri di valutazione, il progetto HEREiAM (www.hereiamproject.org) ha ottenuto il maggior numero di consensi: apprezzate in particolare l’attrattività, la facilità d’uso e l’utilità. Quasi il 90% dei partecipanti al meeting ha dichiarato di essere interessato ad acquistare il sistema una volta in commercio.

L’obiettivo del progetto è lo sviluppo di una tecnologia TV-based per utenti anziani in grado di supportarli nelle attività della vita quotidiana. Il sistema offre anche la possibilità di monitorare il loro stato di salute attraverso l’integrazione dei processi di cura, puntando a prolungare la loro partecipazione attiva nella società e garantirne la sicurezza personale e il comfort.

Un grande risultato per l’Università di Cagliari capofila di HEREiAM ed in particolare per le ingegnere Daniela Loi e Silvia Macis che hanno sviluppato e presentato il prodotto ad Eurocarers.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized, Università e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...