Nasce la rete di scienziati italiani per la bicicletta

All’apertura della tre giorni del Colnago Cycling Festival 2016, venerdì 6 maggio dalle 16:30 alle 19.00 a Palazzo Todeschini un incontro internazionale organizzato dal Comune di Desenzano per scoprire i tanti e curiosi legami tra “scienza e bicicletta”: dai nuovi materiali alle città a misura di bicicletta; dai benefici per la salute alle nuove iniziative di monitoraggio ambientale sulle due ruote. Il convegno terrà anche a battesimo la sezione italiana della rete Scienziati per la Bicicletta.

Non solo l’Europa dei pedali guarderà a Desenzano del Garda a inizio maggio per la VI edizione del Colnago Cycling Festival, ma anche la comunità scientifica che raggrupperà sulle sponde gardesane Università, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Organizzazione Mondiale della Sanità, esperti di divulgazione scientifica e di eventi ciclistici.

Per scienziati e non, l’appuntamento è Venerdì 6 maggio dalle ore 16.30 a Palazzo Todeschini (di fronte al porto vecchio di Desenzano) per il convegno “La Scienza e Bicicletta: le nuove frontiere di una passione” (in allegato il programma).

Dopo i saluti istituzionali, la parola alla presidenza dell’European Cyclists’ Federation (ECF) e della Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB) che illustreranno il network Scientists for Cycling (S4C), che riunisce gli scienziati la cui attività di ricerca riguarda la bicicletta e la mobilità sostenibile in genere.

Ad oggi sono una novantina i ricercatori di questa rete scientifica interdisciplinare che è presente in 28 nazioni europee e non, dalla Germania il contributo più numeroso con 11 ricercatori, seguita da Belgio, Olanda e Danimarca, ma estesa anche a Cile, Stati Uniti, Cina, Nuova Zelanda, Tailandia, Taiwan e Sudafrica, tanti cervelli sparsi per il mondo al servizio di una ricerca di base e applicata che favorisca consolidamento e innovazione nell’uso della bicicletta. Ed ora, grazie al gruppo di lavoro coordinato da Maurizio Tira dell’Università degli Studi di Brescia e la FIAB, altri prestigiosi scienziati italiani si sono aggiunti alla rete europea, per promuovere anche in Italia l’attività di ricerca sul mondo variegato delle due ruote.

Il sito scienzainrete.it, media partner dell’iniziativa, darà voce ai ricercatori italiani interessati a fare rete intorno agli studi di ingegneria, urbanistica, ecologia e salute connessi all’uso, sia turistico sia sportivo, della bicicletta. Tra questi i ricercatori del CNR che presenteranno in anteprima la “bicistaffetta scientifica” da Mantova alla Laguna di Venezia passando per il lago di Garda, con l’intento di monitorare la qualità ambientale di alcuni ecosistemi della rete nazionale LTER (Long Term Ecological Research), una rete mondiale di aree naturali (25 siti in Italia, 400 in Europa).

Per iscriversi all’evento:
http://www.mailing-zadig.it//lt.php?id=Y0pTVANeTAkKCkRVVVMJClY

Scarica il programma:
http://www.mailing-zadig.it//lt.php?id=Y0pTVANfTAkKCkRVVVMJClY

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scienza, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...