La nuova figura professionale richiesta dalle imprese

IMG_0123Un corso avanzato di specializzazione per realizzare applicazioni web-mobile ed Internet of Things della durata di 6 mesi è stato presentato ieri mattina durante la conferenza stampa tenutasi presso la sala Consiglio del Rettorato in via Università a Cagliari.

L’obiettivo è quello di rispondere all’esigenza delle imprese di reclutare figure professionali specializzate nelle tecnologie digitali emergenti.

Il progetto è promosso dall’ateneo del capoluogo, insieme con Crs4 e Sardegna Ricerche.

Attualmente le applicazioni web-mobile e l’Internet of Things sono tra gli ambienti lavoratiti e professionali più dinamici nel settore delle tecnologie di ICT e che richiedono professionalità specifiche di non facile reperibilità sul mercato ma che le imprese ricercano.

Il corso si colloca in una fascia innovativa per la preparazione universitaria ossia subito dopo il diploma della scuola superiore e prima degli interventi formativi di primo livello (laurea triennale) ma con una connotazione accademica che gli permette di rispondere immediatamente alle esigenze delle imprese.

Un corso che ha un duplice scopo, non solo inserimento lavorativo e risposte alle esigenze delle aziende, ma anche invogliare i giovani ad accedere all’Università. Questa mattina il rettore Maria Del Zompo, prima della presentazione del corso, ha spiegato: “crediamo moltissimo nello sbocco lavorativo ma per noi la cosa più importante è invogliare, anche con la motivazione di questo sbocco pratico, i ragazzi ad iscriversi poi all’Università. Per il momento è un’esperienza che testiamo nel campo dell’informatica, ma pensiamo di allargare questa iniziativa ad altre discipline”.

Insieme al bando di presentazione è stata pubblicata anche una manifestazione di interesse rivolta alle aziende per la messa a disposizione di posizioni di tirocinio anche con la formula dell’apprendistato di alta formazione e ricerca, la nuova formula che agevola l’inserimento delle figure professionali formate all’interno delle imprese. Imprese che sono molto interessate al percorso formativo, come è emerso dalla conferenza, e non sono solo quelle che hanno a che fare con il settore dell’Ict, ma anche aziende il cui core business è quello tradizionale.

40 saranno i corsisti ammessi e, per un più organico trasferimento delle competenze, dopo una parte comune il corso sarà suddiviso in due parti autonome ad indirizzo specifico: web-mobile application ed Internet of things. Il percorso formativo è articolato in 320 ore di attività didattiche frontali/esercitative/e-learning, durante le prime 160 ore si affronteranno tematiche comuni ai due moduli, mentre durante le restanti ore saranno studiati i temi di specializzazione a cui seguiranno 480 di tirocinio. Ai corsisti sarà riconosciuta una borsa di studio di 1000 euro a copertura di tutti i costi di frequenza. L’attestato finale che verrà riconosciuto sarà quello di “tecnico della programmazione e dello sviluppo di programmi”. Inoltre il corso riconosce crediti formativi riconosciuti per la possibile prosecuzione degli studi.

Il bando per la presentazione delle domande scade il 16 maggio. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del Dipartimento di Matematica e Informatica, mentre il bando è disponibile anche accedendo al portale dell’Ateneo (www.unica.it).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Corsi, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...