FabLab Sassari: parte il primo percorso laboratoriale di progettazione a Sennori

Comincia questa settimana presso la scuola media di Sennori, (Istituto Comprensivo) il primo percorso laboratoriale di progettazione partecipata basato sullo sulle possibilità espressive offerte dalle tecnologie digitali.

Il percorso, destinato a studenti delle scuole medie inferiori, è la prima esperienza nelle scuole dell’isola, di laboratorio didattico multidisciplinare, che ha come obiettivo quello di utilizzare le tecnologie digitali come strumento di costruzione e rivalutazione dello spazio condiviso dai ragazzi nel loro paese.

Per otto settimane, venticinque studenti della scuola media statale di Sennori lavoreranno, in collaborazione con l’associazione FabLab Sassari, assieme a due educatrici ed ad un architetto; incontrandosi due volte alla settimana per valutare le modalità di riqualifica di alcuni spazi del loro paese destinati all’incontro ed alla convivenza fra gli abitanti.

Si impegneranno dunque nella ri-progettazione di uno spazio secondo le esigenze delle categorie più sensibili di cittadini: anziani, bambini, adolescenti, stranieri e portatori di handicap, per giungere alla modellazione di supporti nuovi e funzionali, come giochi e sedute dalle forme innovative, impegnando la fantasia e l’ingegno nella scelta dei materiali delle forme e dei colori.

Impareranno così a valorizzare e valutare gli spazi del loro paese in funzione dell’incontro dei cittadini che lo abitano, e nel rispetto della tradizione culturale e del contesto ambientale, produrranno idee nuove di “firmitas, utilitas, venustas”.

L’esperienza e la creatività dei ragazzi troverà infine vita reale grazie alle tecnologie che si avvalgono della progettazione digitale e permettono di superare i limiti della manifattura moderna nella realizzazione di forme e nello sfruttamento dei materiali.

Multidisciplinare è dunque la rosa degli obiettivi didattici del laboratorio, che sono:

1) la promozione dello sviluppo delle abilità trasversali identificate in comunicazione, pensiero critico, creatività, motivazione, iniziativa, capacità di risolvere problemi, valutazione del rischio, assunzione di decisioni, lavoro di gruppo e soprattutto “apprendere ad apprendere”.

2) l’educazione alla cittadinanza attiva.

3) la divulgazione della cultura digitale.

La metodologia di lavoro è laboratoriale, dunque si basa sull’apprendimento cooperativo, esperienziale, emozionale.

In questi utlimi due aspetti, l’esperienza dovrebbe accendere la sinergia fra didattica e FabLabs per percorrere un cammino sperimentale, ma all’interno di un contesto istituzionale come quello scolastico; dunque con la garanzia dell’alto livello di qualità del lavoro ed esposto ad una valutazione dell’efficacia altamente professionale.

Speriamo che si tratti del trampolino di lancio di numerose attività replicate in tutta l’isola, sulla scia delle esperienze che già vengono proposte in tutto il paese.

Tutto questo è reso possibile dalla eccezionale collaborazione del Comune di Sennori, che ha finanziato tutto il progetto e dalla lungimiranza della dirigenza della scuola di Sennori che ha creduto nell’importanza dell’esperienza ed ha energicamente richiesto la possibilità di attivarlo nel proprio istituto.

Questa voce è stata pubblicata in FabLab e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a FabLab Sassari: parte il primo percorso laboratoriale di progettazione a Sennori

  1. assocfe ha detto:

    L’ha ribloggato su ClipFilmEuropa.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.