Al via i LED, Laboratori di Esperienza Digitale dove le imprese potranno sperimentare

Il 27 di novembre Microsoft ha inaugurato il nuovo LED di Milano, in collaborazione con il Politecnico di Milano e il CEFRIEL. Un nuovo luogo d’incontro e formazione gratuita per PMI e giovani. Il quarto aperto sul territorio nazionale.

La struttura ospitata nelle strutture del CEFRIEL rappresenterà un punto di erogazione e di formazione gratuita per le PMI, i professionisti e i giovani del territorio con un duplice focus: Cloud Computing e Mobility.

Punto forte del LED sarà lo showcase di nuove tecnologie e la possibilità di approfondire anche il tema della mobility, condividendo best practice e casi di successo. In particolare sarà possibile scandagliare quattro scenari digitali – collaborazione, mobilità, semplificazione, efficienza – esigenze che accomunano tutte le aziende e verso cui device mobili e Cloud Computing possono offrire una risposta.

Oltre al nuovo luogo fisico di incontro, le PMI e gli studenti lombardi potranno accedere anche alla piattaforma digitale www.digitalipercrescere.it per interagire con gli esperti e i Partner Microsoft e per usufruire di strumenti come il check-up digitale della propria impresa e la formazione virtuale.

Nel LED verrà offerta formazione gratuita alle PMI e ai professionisti locali attraverso seminari e workshop e sarà possibile incontrare i partner Microsoft radicati su territorio, il personale universitario del Politecnico di Milano e i professionisti del CEFRIEL per ricevere consulenza e dare avvio a progetti d’innovazione.

I diretti interessati descrivono il laboratorio come un luogo d’incontro per aiutare imprenditori locali a comprendere il valore dell’innovazione tecnologica a supporto del business e giovani lombardi a sviluppare competenze utili per il proprio successo professionale. La cornice intorno alla quale si sviluppa questo progetto è il programma “Digitali per crescere” in cui Microsoft crede molto e che nasce, come ha ricordato Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, “perché occorre un approccio sistemico al problema della digitalizzazione delle imprese“.

Alfonso Fuggetta, Amministratore Delegato del Cefriel ha detto “ciò che deve interessare è la modalità di fare cultura tecnologica. Il mercato dell’Ict ha subito un tracollo significativo e questo è un elemento di preoccupazione perché sintomo di una situazione negativa. Come si viene fuori da questo problema? Spesso si pone enfasi sull’immaturità della domanda, sull’incapacità delle aziende di pensare alle nuove tecnologie. Serve, invece, anche una decisa evoluzione dell’offerta per adeguarsi al mondo delle imprese, capendone le esigenze. Led va in questa direzione, come volontà di mettersi al servizio delle imprese per spiegare loro le opportunità del digitale“.

Il ruolo dei Led sarà quello di guidare concretamente le Pmi a comprendere i vantaggi del cloud e della possibilità di scegliere il modello (pubblico, privato o ibirdo) più in linea con le proprie esigenze. In laboratorio le aziende potranno toccare con mano le nuove tecnologie, condividere best practice e casi di successo e incontrare, per la consulenza del caso (sempre gratuita), i partner di Microsoft attivi sul territorio, i docenti del Politecnico di Milano e i professionisti del Cefriel.

Ulteriori informazioni: progetto “Digitali per crescere”

Questa voce è stata pubblicata in Laboratori e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.