SeedLab 2013 premia 3 startup con un viaggio in Silicon Valley NeuronGuard, SBskin, Greenrail.

Si è conclusa presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo di Milano la seconda edizione di SeedLab, programma di accelerazione imprenditoriale dedicato a startup tecnologiche.

Il Gran Finale, che corona quattro mesi di duro lavoro su business model, go-to-market e prospetti finanziari, ha visto avvicendarsi 11 fondatori a presentare la loro startup tecnologica, rappresentanti delle istituzioni che lavorano per favorire l’imprenditorialità, e imprenditori che già hanno attirato alla loro impresa capitali di investitori privati.

Durante il pomeriggio il team di SeedLab ha annunciato l’apertura delle iscrizioni per la prossima edizione, con i moduli già disponibili on-line sul sito dell’acceleratore.

Le 11 startup partecipanti a SeedLab 2013, tutte caratterizzate dall’essere fortemente tecnologiche – dal biomedicale, alle energie pulite, dall’industriale al web – hanno avuto l’opportunità di presentare i loro progetti con brevi pitch in inglese davanti ad una giuria composta da tutti i principali investitori italiani, fondi di venture capital, grandi aziende e business angel, oltre ad un vasto pubblico interessato al mondo dell’innovazione e forse ad imitare domani i coraggiosi imprenditori.

Tra un pitch e l’altro diversi rappresentanti di importanti istituzioni italiane sono intervenuti a portare la loro testimonianza confrontandosi anche sul ruolo delle istituzioni nella promozione dell’imprenditorialità, in particolar quella innovativa: Roberto Calugi di Camera di Commercio di Milano, Carlo Mango di Fondazione Cariplo, Lino Moscatelli di Como Venture e Fabrizio Zappasodi di Fondazione CaRisAP.

Sono stati coinvolti a raccontare la loro esperienza da “fratelli maggiori” alcuni giovani imprenditori che stanno costruendo la loro startup grazie all’intervento di capitali di rischio privati. Tra loro i tre vincitori della prima edizione di SeedLab: Danilo De Rosa di Linkpass, Nino Lo Iacono di WIB e Jacopo Vigna di Milkyway; ma anche Camilo Gianinazzi di Ipadlab e Luca Rossettini di D-Orbit.

Alla fine della giornata, in base ai voti della giuria di investitori qualificati e del pubblico che ha potuto esprimersi via smartphone, sono stati premiati i 3 progetti più meritevoli con un viaggio in Silicon Valley alla scoperta delle opportunità di business statunitensi:

  • NeuronGuard, di Enrico Giuliani, Modena, ha brevettato un sistema integrato per la protezione cerebrale di pazienti che subiscono danno neuronale grave, basato su ipotermia terapeutica e anestetici alogenati, in grado di “congelare il cervello” e ritardare l’irreversibile degradazione neuronale;
  • SBSkin, di Marco Morini, Palermo, sviluppa ed è pronta a portare sul mercato pannelli di vetro-mattone che permettono sia di ridurre fortemente le dispersioni termiche che di produrre energia fotovoltaica, il tutto minimizzando i costi di installazione e con effetti estetici personalizzabili;
  • Greenrail, di Manfredi Inguaggiato, Palermo, ha progettato e brevettato una traversa ferroviaria innovativa ed ecosostenibile in grado di ridurre i costi di manutenzione delle linee ferroviarie e di produrre elettricità al passaggio dei convogli.

Enrico Giuliani, fondatore di NeuronGuard: “Arrivare tra i tre premiati è stata una sorpresa bellissima, dopo un percorso impegnativo ma entusiasmante di grande crescita personale che mi ha permesso di ampliare le mie conoscenze e di capire molte cose. SeedLab dovrebbe far parte del bagaglio culturale di ogni neo-imprenditore. Inoltre non vedo l’ora di continuare questo nostro viaggio imprenditoriale, che mi aspetto essere molto più lungo del cammino fin qui svolto, molto più duro ma anche sempre più entusiasmante.”

Marco Morini, co-fondatore di SBskin, “Sono molto orgoglioso e felice del risultato raggiunto da SBskin, un progetto di tecnologia che nasce dentro l’Università di Palermo e che siamo riusciti a far diventare una proposta imprenditoriale solida e credibile per gli investitori che ci hanno premiati. Confesso che ci speravo ma non ci credevo! Mi fa particolarmente piacere che tra i vincitori ci siano 2 startup del sud, ed in particolare siciliane.”

Manfredi Inguaggiato, co-fondatore di Greenrail, “SeedLab è stato per noi un percorso molto costruttivo e utile di crescita personale e aziendale. Ci ha permesso di fare un salto in avanti incredibile, dandoci network, visibilità e competenze economiche e finanziarie importanti per proseguire con successo la nostra avventura. E per il futuro… ad maiora!”

Nicola Redi, Chief Investment & Technology Officer di TTVenture – Fondamenta SGR, sottolinea il ruolo del fondo TTVenture: “Il nostro fondo è nato per creare sviluppo economico attraverso la creazione e lo sviluppo di imprese basate sulla ricerca. Sono ormai 16 le imprese su cui abbiamo investito e SeedLab ci permette di creare ogni anno nuove progetti che rappresentano l’eccellenza italiana nel mondo”.

Matteo Faggin, Principal di TTadvisor e coordinatore di SeedLab ricorda: “Abbiamo concluso la seconda edizione di Seedlab, è stato un percorso duro ma entusiasmante. Anche se solo tre sono state premiate oggi, tutte le startup che hanno partecipato hanno le carte in regola per arrivare a importanti successi, e ci auguriamo (e auguriamo loro) che confermino gli ottimi risultati ottenuti dalle startup della scorsa edizione, che hanno ottenuto finanziamenti 20 volte più della media. Il nostro lavoro continua, con la ri-apertura delle iscrizioni on-line a SeedLab per la prossima edizione”.

SeedLab è il percorso di accelerazione realizzato da TTadvisor, l’incubatore virtuale lanciato dal fondo TTVenture, in collaborazione con MIB School of Management, Scuola Sant’Anna di Pisa, Syracuse University in Florence, Uni Pisa. Il percorso vede affiancarsi all’imprenditore tecnologico sia mentor di grande esperienza che giovani partner manageriali dalle migliori business school italiane, in modo da costruire team imprenditoriali solidi ed in grado di costruire piani solidi e credibili.

La partecipazione delle idee selezionate è stata finanziata da TTVenture, il primo fondo italiano di seed e venture capital per il trasferimento tecnologico, dalla Camera di Commercio e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, ComoNEXT e da Nest Investimenti.

Tecnologie industriali, energie pulite, scienze della vita e digitale sono i settori di provenienza delle 11 startup selezionate tra oltre 200 proposte ricevute. Molti progetti nascono dalla ricerca universitaria:

  • Epinova Biotech di Manuela Rizzi, Novara, progetta e produce idrogeli bioattivi destinati ad applicazioni sia nella cosmesi che nel trattamento avanzato delle ferite; rizzi.manuela@gmail.com
  • Greenrail, di Manfredi Inguaggiato, Palermo, ha progettato e brevettato una traversa ferroviaria innovativa ed ecosostenibile in grado di ridurre i costi di manutenzione delle linee ferroviarie e di produrre elettricità al passaggio dei convogli; greenrailsrl@gmail.com
  • Gustowine, di Riccardo Petelin, Trieste, ha lanciato un mercato online opaco per favorire l’incontro tra amanti del vino alla ricerca della qualità a prezzo contenuto e produttori desiderosi di smaltire le eccedenze di produzione; riccardo.petelin@gmail.com
  • Hoobla, di Ivano Greco, Firenze, propone un servizio di fidelizzazione per i negozi che permette alle aziende di costruire e gestire la reputazione online a partire dalle “review online” delle vendite effettuate in negozio; curealte@gmail.com
  • Hy Diagnos, di Matteo Pavani, Reggio Emilia, ha sviluppato un sistema diagnostico per impianti oleodinamici avanzati che permette un costante ed efficace monitoraggio degli impianti in modo completamente wireless abbattendo i costi di installazione; matte.pavani@gmail.com
  • NeuronGuard, di Enrico Giuliani, Modena, ha brevettato un sistema integrato per la protezione cerebrale di pazienti che subiscono danno neuronale grave, basato su ipotermia terapeutica e anestetici alogenati, in grado di “congelare il cervello” e ritardare l’irreversibile degradazione neuronale; enrico.giuliani@neuronguard.com
  • Plumestars, di Anna Giulia Balducci, Parma, sviluppa processi in grado di rendere respirabili medicinali per somministrazione inalatoria, rendendoli così in grado di penetrare nei polmoni e attaccare selettivamente i microrganismi resistenti; annagiulia.balducci@unipr.it
  • SBSkin, di Marco Morini, Palermo, sviluppa ed è pronta a portare sul mercato pannelli di vetro-mattone che permettono sia di ridurre fortemente le dispersioni termiche che di produrre energia fotovoltaica, il tutto minimizzando i costi di installazione e con effetti estetici personalizzabili; morinimrc@gmail.com
  • Seagate, di Paolo Giudici e Marcello Segato, Milano, ha progettato una vela a delta richiudibile pensata per imbarcazioni commerciali e in grado di garantire alle grandi navi risparmio di carburante e riduzione delle emissioni inquinanti; gdpao@libero.it
  • Silk Biomaterials, di antonio Alesandrino, Como, sviluppa dispositivi nano-micro strutturati in seta per la rigenerazione di nervi periferici in pazienti che con nervi danneggiati; alessandrinoantonio@gmail.com
  • Witzzi, di Felipe Belo, Pisa, fornisce a designer e imprese del “Made in Italy” hardware e software per co-creare rapidamente e a basso costo prodotti di consumo con un cuore tecnologico; felipebelo@gmail.com

Ulteriori informazioni 

Fonte: Comunicato Stampa

Questa voce è stata pubblicata in Start Up e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.