#ilwebcirendeliberi Gianni @riotta a Cagliari Venerdì 19 Luglio MEM

Venerdì 19 luglio avrà luogo la presentazione del libro “Il web ci rende liberi?” di Gianni Riotta (editorialista de “La Stampa”, “Foreign Policy” e Visiting Professor alla Princeton University e all’IMT di Lucca, dove fa ricerca su new media e Big Data).

La rivoluzione digitale governa ormai le nostre vite. Ci chiediamo, tra dubbi, timori e speranze, se il web ci renda liberi o ci opprima, arricchisca le nostre giornate, relazioni, professioni o ci distragga con le mille strade che offre. Con la fine delNovecento si è chiuso il secolo delle Masse e si è inaugurato il XXI, quello delle Persone, degli Individui.

Ma a decidere le sorti della rivoluzione saranno i nuovi contenuti che sapremo creare, senza lasciarci ipnotizzare dalla potenza della tecnologia e abbandonando le logica dei media tradizionali per rispondere ad una sfida ben più grande. “Siamo noi, padri e madri e figli e figlie, l’umanità decisiva perché online il Buio non prevalga sulla Luce. A patto di alimentare nei nuovi media digitali valori classici, tolleranza, ragione, equanimità, curiosità, allegria, critica soprattutto a noi stessi, libertà, dialogo, confronto.”

La presentazione, alla quale prenderà parte l’autore del testo, sarà moderata da Alessandro Chessa di IMT – Alti Studi di Lucca.

Su Twitter si parla del libro con @riotta e l’hashtag #ilwebcirendeliberi

Questa voce è stata pubblicata in Presentazione Libro e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.