Protocollo Regione-IN​AF. La Spisa: Sardegna eccellenza dell’astro​fisica

“A livello nazionale la Sardegna è la regione che si sta impegnando di più nella ricerca – ha sottolineato il presidente dell’INAF, Giovanni Bignami – e siamo molto soddisfatti per la firma di questo Protocollo di Intesa. Questa terra ha sempre dimostrato grande sensibilità verso l’innovazione e la ricerca”.

CAGLIARI, 28 DICEMBRE 2012 – “La scelta di investire in modo forte e deciso nella Ricerca è una scommessa che si sta dimostrando vincente e la firma odierna è una conferma ulteriore che la nostra isola può uscire dalla crisi e rilanciarsi puntando sulle eccellenze e non su obiettivi generici. Il Radio Telescopio, che ricade in uno dei territori svantaggiati della Sardegna, rappresenta un gioiello che dobbiamo saper impiegare al meglio per attrarre investimenti e attività produttive sia sui temi della Ricerca, dell’Innovazione e del Trasferimento Tecnologico, che riteniamo fattori principali dello sviluppo e sia in settori trainanti come turismo e agroalimentare”. E’ quanto affermato dal vice presidente della Regione e assessore della Programmazione, Giorgio La Spisa, che oggi ha sottoscritto insieme al presidente dell’Istituto nazionale di Astrofisica (INAF), Giovanni Francesco Bignami, il Protocollo di Intesa tra Regione e INAF che prevede oltre 4 milioni di euro per sviluppo scientifico, trasferimento tecnologico, formazione e divulgazione in astrofisica e tecnologie relative, per assicurare, tra l’altro, la piena funzionalità scientifica dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari e del Sardinia Radio Telescope di San Basilio per i quali erano presenti i rispettivi direttori Andrea Possenti e Nicolò D’Amico.

“A livello nazionale la Sardegna è la regione che si sta impegnando di più nella ricerca – ha sottolineato il presidente dell’INAF, Giovanni Bignami – e siamo molto soddisfatti per la firma di questo Protocollo di Intesa. Questa terra ha sempre dimostrato grande sensibilità verso l’innovazione e la ricerca. Non è un caso che il Sardinia Radio Telescope, che a pieno regime rappresenterà un’eccellenza internazionale nell’ambito della radioastronomia, abbia trovato collocazione proprio in questa regione. Penso che l’INAF abbia mostrato di essere un interlocutore affidabile e altrettanto impegnato ad investire nel futuro, soprattutto nelle giovani generazioni. Lo dimostra anche la scelta della nuova area dove andrà a posizionarsi l’osservatorio astronomico di Cagliari, che rappresenterà un polo di avanguardia nella ricerca in generale e astronomica in particolare”.

Fonte: Regione Autonoma della Sardegna

Questa voce è stata pubblicata in Astrofisica, Regione Sardegna e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.