Premio Miglior Prodotto Ecologico Sardo!

Lunedì 7 Maggio  alle ore 10, presso la sala anfiteatro di via Roma n. 253 a Cagliari, si è tenuto il seminario “La Sardegna verso la green economy” organizzato dall’Assessorato della Difesa dell’Ambiente.

Durante il seminario sono stati premiati enti locali ed imprese che si sono distinte per la qualità, l’innovazione e l’efficacia delle iniziative realizzate, in particolare per aver sviluppato progetti miranti a ridurre l’impatto delle loro attività sull’ambiente e sulla società.

Questi i premi che sono stati assegnati

  • Miglior prodotto sardo ecologico Edilana
  • Miglior processo tecnologico sardo 3 A Arborea
  • Miglior politica ambientale realizzata Comune di Alghero
  • Miglior bando verde Comune di Samassi pari merito con Comune di Pabillonis

Durante la premiazione Daniela Ducato (Edilana) ha proposto un premio diverso da quello che le è stato consegnato. “Oltre a questa pergamena chiedo che venga istituito un tavolo tecnico interassessorile (Ambiente, Turismo, Urbanistica, Industria) dove per una volta anzichè parlare di emergenze vertenze e di denaro che non c’è , si guardi a ciò che c’è, e si possano rendere operative 10 azioni a costo di denaro zero che messe in atto da subito potrebbero produrre più ambiente e più economia. Capisco bene l’assenza dell’Assessore all’Ambiente, oggi non presente perchè impegnato in una importante e decisiva vertenza con Rockwool. Ma occorre riflettere anche sul nuovo che emerge: la nostra azienda è in grado di lavorare tutta la lana di pecora sarda con una capacità produttiva di 4 milioni di m2 di materassino isolante (per intenderci la medesima quantità che realizzava Rockwool con lane di roccia per edilizia con processi energivori e inquinanti). Quindi anche chi come noi produce innovazioni e posti di lavoro dignitosi e in Sardegna e senza denaro pubblico merita ascolto, specie se le proposte non sono richieste di sovvenzioni ma la messa in campo di azioni a costo di denaro zero.”

La mancanza di relazione tra istituzioni e innovazioni, non crea crescita culturale economica. Un esempio significativo a conferma di quanto sia necessario invertire questa rotta si compie sempre il 7 maggio nella medesima giornata della premiazione del green Made in Sardinia in cui Regione Sardegna e Facoltà di Ingegneria Anab e altri enti organizzano in aula magna della facoltà di ingegneria di Cagliari un seminario su edifici sostenibili case passive multipiano ed efficienza energetica ecc. Iniziativa dove neppure un solo produttore sardo è stato invitato a partecipare, a dire. Non è una ragione campanilistica: ben vengano i produttori austriaci ma anche qui abbiamo progetti e prodotti eccellenti certificati.

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Cagliari, Imprese, Premio, Regione Sardegna e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.