Aspiranti startupper, siate concreti e sintetici

Rilanciamo l’interivista a Francesco Meloni (Università di Sassari) di Gaia Berruto su Wired del 18/07/2011

Come si scrive un business plan? Francesco Meloni della Start Cup Sardegna avverte gli universitari: essere prolissi e pesanti non paga mai

Gli universitari sono prolissi”. Se vogliono diventare imprenditori devono imparare ad andare dritto al punto. Altrimenti non riusciranno mai a convincere qualcuno che la loro idea vale molto. Ecco uno dei consigli di  Francesco Meloni, uno dei referenti della Start Cup Sardegna, con cui abbiamo anche parlato di innovazione in Italia. Ecco cosa ci ha raccontato.

Cosa significa per te la parola innovazione e quali sono le difficoltà di chi cerca di innovare in Italia?

“L’obiettivo è senz’altro quello di valorizzare il frutto della ricerca universitaria. Le difficoltà sono tante: in primo luogo l’accesso ai finanziamenti da parte dei giovani ricercatori. Poi c’è la burocrazia, che nel nostro Paese è molto pressante. Ma soprattutto c’è un problema di mentalità, che si riduce man mano che si scende da Nord a Sud. Il potenziale ricercatore spesso non ha la forza di rischiare perché nulla intorno a lui lo stimola”.

Se avessi un incarico di governo, qual è la prima cosa che faresti per facilitare e incentivare l’innovazione in Italia?

“La proposta contenuta nella manovra di una tassazione al 5% per gli imprenditori under 35% mi sembra buona. In generale trovo saggio ridurre il costo del lavoro. Poi sarebbe utile poter accedere ai finanziamenti con procedure più snelle. Cercherei di incentivare i seed”.

Partire o restare? Roberto Bonzio di Italiani di frontiera, durante la tappa palermitana di Working Capital, ha detto che per lui è necessario “ Andare per tornare, tornare per incazzarsi”, e usare tutta l’energia per cambiare davvero le cose. Tu come la pensi?

“Io sono per partire, imparare il più possibile, e poi tornare a portare le novità nel nostro Paese”.

Un consiglio a un potenziale partecipante: quali errori evitare e su cosa puntare nella propria presentazione

“Siate concreti, andate dritti al punto. Gli universitari di solito sono prolissi, non riescono mai a stare dentro una presentazione di cinque minuti. E poi fate uscire la passione”.

Quante persone hanno partecipato alla Start Cup Sardegna? Quali sono i numeri della scorsa edizione?

“Siamo partiti da una ventina di idee, che si sono poi concretizzate in dodici business idea. A metà settembre premieremo i tre progetti migliori che parteciperanno alla tappa nazionale di Torino”.

Ulteriori informazioni
Wired
Start Cup Sardegna

 

Questa voce è stata pubblicata in imprese innovative, Innovazione, Sassari, Start Cup, Università, Wired e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Aspiranti startupper, siate concreti e sintetici

  1. Pingback: Aspiranti startupper, siate concreti e sintetici | Cleanroom e contaminazione controllata | Scoop.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.