«Sperimentare nell’Isola il metodo Zamboni»

Rialnciamo l’articolo apparso su “L’unione Sarda” del 29/05/2001 pag. 19

Sclerosi multipla. Interrogazione dell’Idv all’assessore alla Sanità

«Sperimentare in Sardegna il “metodo Zamboni” per la cura della sclerosi multipla».
Lo chiede il gruppo dell’Italia dei Valori in Consiglio regionale attraverso una interrogazione, primo firmatario Daniele Secondo Cocco.
L’argomento era già stato trattato in aula lo scorso 1° febbraio durante l’esame di una interpellanza presentata dagli stessi esponenti dell’Idv. Alla luce del fatto che allora non venne “assunto alcun impegno”, l’assessore alla Sanità Antonello Liori viene invitato a valutare l’opportunità di procedere in tempi brevi sulla scia di quanto fatto da altre regioni e a rendere note le motivazioni che finora hanno impedito di far partire la sperimentazione nelle strutture specializzate delle Aziende sanitarie locali di Cagliari, Sassari e Nuoro.
Il “metodo Zamboni” nasce dalle ricerche di Paolo Zamboni, chirurgo vascolare dell’Università di Ferrara. Secondo lo studio, la sclerosi multipla, in circa il 95% dei casi, potrebbe essere causata in maniera determinante da un’alterazione del sistema nervoso chiamata Ccsvi (insufficienza venosa cerebro-spinale cronica).
I consiglieri Idv ricordano che altrove la sperimentazione va avanti con esiti incoraggianti, benché ancora manchino le sufficienti evidenze scientifiche in grado di far stabilire univocamente una terapia di correzione della Ccsvi. In ogni caso, si legge nell’interrogazione, «la Sanità sarda “resta a guardare” mentre i pazienti che volessero sottoporsi alla sperimentazione sono costretti ad andare fuori dall’isola con i comprensibili gravi disagi e i rischi relativi agli spostamenti di persone sofferenti spesso gravate da disabilità motorie e costrette anche a sostenere pesanti costi aggiuntivi».

Questa voce è stata pubblicata in metodo Zamboni, Unione Europea, Unione Sarda e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.